Vita e opere di Guy de Maupassant

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Guy de Maupassant è uno dei più celebri scrittori francesi di fine Ottocento. Passato alla storia come l'autore di "Bel-Ami", in realtà fu più novelliere che romanziere. Dopo un primo periodo di adesione al Naturalismo, sviluppò una poetica originale trattando i temi della pazzia e del delirio. Attraverso la metafora dell’Altro, ha raccontato il lato oscuro che si cela dentro ciascuno di noi, capace di affiorare di tanto in tanto e di cui aver paura e orrore. Lo sviluppo di questo tema ha purtroppo coinciso con l'aggravarsi della neurosifilide ereditaria che, ironia della sorte, ha portato l'autore stesso prima alla follia e poi alla morte. Ecco una breve guida alla vita ed alle opere.

25

Henri-René-Albert-Guy Miromesnilde Maupassant nacque a Tourville-sur-Arques il 5 agosto 1850. Di famiglia ricca, dopo il divorzio dei genitori crebbe in Normandia con il fratello Hervè e la madre Laure, grande appassionata di teatro e letteratura, che fu fondamentale nello sviluppo artistico e culturale di Guy. Dopo essere stato espulso dal seminario di Yvetot, studiò al liceo di Rouen, dimostrando fin da subito doti nel campo della poesia e della drammaturgia. Terminati gli studi e dopo aver partecipato alla guerra franco-prussiana del 1870, nel 1871 si trasferì a Parigi e nel 1873 venne assunto come impiegato dal Ministero della Marina e delle Colonie. Continuò a interessarsi di poesia e letteratura, avendo come maestri il poeta Bouilhet e Flaubert.

35

Cominciò a muovere i primi passi nel mondo letterario nel 1874, con la pubblicazione di racconti e piccoli poemi sulle riviste letterarie del tempo. In quegli anni, Maupassant frequentava i circoli culturali legati al Naturalismo ed ebbe modo di conoscere e confrontarsi con personaggi quali Zola, Cézanne, Taine, Renan, i fratelli Goncourt, Daudet, Alexis e Heredia. Nel 1880 il successo arrivò improvvisamente con la pubblicazione della novella "Boule de Soif": è l'inizio di una carriera fatta di sei romanzi e oltre trecento racconti. Ma la neurosifilide, malattia ereditata dal padre, non gli dette scampo. Maupassant la sviluppò nell'arco dei dieci anni successivi, fatti di cefalee, isterismo, depressione, allucinazioni e mutismo. Dopo aver tentato il suicidio nel gennaio del 1892, venne internato in una casa di cura dove morì il 6 luglio 1893, dopo diciotto mesi di pazzia furiosa.

Continua la lettura
45

Maupassant scrisse tantissimo. Il suo stile è semplice, diretto, fotografico come nella migliore tradizione del naturalismo francese che imponeva all'autore il massimo distacco dalle storie che raccontava, quasi fosse un semplice cronista di giornale. Le sue opere possono essere divise in due famiglie: le novelle i racconti brevi e i romanzi. Attraverso le novelle, Maupassant raccontava storie che provenivano da ambienti popolari e contadini, dunque distanti dal mondo del suo pubblico di lettori, composto essenzialmente dalla borghesia parigina amante della letteratura.

55

Attraverso i personaggi, si entra in contatto con un caleidoscopio dell'umanità del tempo e questo almeno fino al 1887, quando la poetica di Maupassant cambiò radicalmente in occasione della pubblicazione del racconto "Le Horla". Col tempo la malattia si era aggravata ed anche la poetica ne risultò influenzata. Il registro ironico, il gusto naturalista per la descrizione del mondo circostante lasciarono il posto al racconto fantastico, alla introspezione psicologica ed all'orrore. Dal 1887 in avanti, il tema principale diventò quello dell'Altro, dello sdoppiamento della personalità, del lato oscuro celato in se stessi che in Maupassant altro non rappresentava che gli stati di alterazione dovuti alla malattia. Anche il protagonista è sempre lo stesso: è Guy che si cela dietro ogni personaggio attraverso cui raccontare il proprio dramma, la paura della malattia, il senso della fine imminente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Guida alla Scapigliatura milanese

Il periodo risorgimentale fu protagonista di un grandissimo incremento dell'attività politica che, così ricca di fervori patriottici, influenzò anche le menti delle persone (quasi ogni tipo di attività politica plasma, in qualche modo, la mente di...
Superiori

Il Naturalismo francese

Quando si parla di Naturalismo francese generalmente si intende una corrente letteraria che si sviluppa in Francia nell'Ottocento. Essa prende le basi dalla corrente del Positivismo, la quale afferma una grande fiducia nel progresso e negli sviluppi scientifici....
Superiori

Appunti di letteratura inglese: Thomas Stearns Eliot

La letteratura inglese, sin dalla sua nascita, ha sempre contribuito a cambiare profondamente lo scenario letterario ed artistico europeo, tramite i suoi importantissimi esponenti, che hanno caratterizzato secoli e secoli di letteratura. Agli inizi del...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Decadentismo

Il Decadentismo è un movimento letterario che si sviluppa in Europa tra la seconda metà dell'Ottocento e gli inizi del Novecento. Il termine Decadentismo proviene dalla parola francese decadent, la quale racchiude due significati: uno negativo, e con...
Superiori

Il verismo in Italia e il naturalismo in Francia

La crisi del Romanticismo letterario si ritiene compiuta con la nascita del Naturalismo in Francia e successivamente del Verismo in Italia, movimenti letterari speculari che guardano al pensiero positivista diffusosi alla fine dell'800 e, anzi, sono a...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Verismo

Nella letteratura italiana, per Verismo si intende un movimento letterario sviluppatosi fra il 1875 ed il 1895. Ciò che caratterizza il verismo è la volontà - da parte degli autori - di raccontare la realtà in maniera fedele ed oggettiva fotografando...
Superiori

Letteratura: i migliori poeti crepuscolari

Quando parliamo di "Crepuscolarismo" non dobbiamo pensare a una scuola di pensiero o a un movimento bensì al ripudio, da parte di un gruppo di poeti, del modello dannunziano. I poeti crepuscolari, infatti, contrappongono, nelle loro poesie, il mondo...
Superiori

Letteratura: la poetica di Giovanni Pascoli

La poetica di Giovanni Pascoli riflette tutto il suo disagio nei confronti della vita, da cui emerge la sua fragilità di individuo, nonché una perenne insicurezza dalla quale cerca di evadere tramite la scrittura. Il modo migliore che escogita per sfuggire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.