Vita e Opere di Galileo Galilei

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La figura di Galileo Galilei appartiene alla storia globale della civiltà, poiché più di chiunque altro egli contribuì alla nascita del mondo moderno. Le sue opere, con proposte innovatrici per la propria epoca, tracciarono una nuova teoria della conoscenza. La sua vita fu travagliata e ostacolata dalla dottrina della Chiesa, che al tempo non accettava le cosiddette "eresie" che circolavano negli ambienti di scienza.

24

Vita

Nacque a Pisa nel 1564 da una famiglia di umili origini e tutta la sua vita fu dedicata agli studi matematici e filosofici, dividendo la scienza dalla fede. Nel 1580 si dedicò in un primo momento alla medicina per volontà del padre presso l’Università di Pisa, per poi abbandonarla a favore della matematica e della fisica, senza aver concluso alcun corso di studio regolare. A soli ventidue anni aveva fatto il suo esordio nel mondo scientifico, proponendo una relazione sulla bilancetta idrostatica, ideata per determinare il peso specifico dei corpi, che costruì solo molti anni più tardi, nel 1608. Trasferitosi a Padova, frequentò ambienti intellettuali, durante quelli che lui stesso definì i migliori diciotto anni della sua vita e lì rimase fino al 1610, occupandosi anche di astronomia. Nel 1602 infatti, scopriva l’isocronismo del pendolo e nel 1604 iniziava a formulare la legge della caduta dei gravi. Sempre a questo periodo risale l’invenzione del compasso geometrico e militare, strumento calcolatore sempre più preciso e affidabile. La scoperta del telescopio risale al 1609.
A causa della stesura della sua opera più importante "Dialogo sopra i due massimi sistemi" venne processato come eretico e costretto ad abiurare. Riuscì a evitare la prigione facendosi esiliare in campagna, dove morì quasi del tutto privo di vista nel 1642.

34

Il telescopio

Nel 1609 presentò al governo di Venezia il nuovo telescopio, come lo chiamava lui "perspicillum", perché venisse usato come strumento scientifico per l'osservazione degli astri. In realtà il telescopio non era un'invenzione del tutto attribuibile a Galileo, in quanto lo aveva perfezionato da invenzioni precedenti, non riuscendo a fabbricarne un esemplare funzionante fino a qualche anno dopo, munitosi di lenti olandesi adatte allo scopo. Sicuramente fu lui il primo a intuirne e a sfruttare le possibilità come strumento di osservazione scientifica del cielo.

Continua la lettura
44

Dialogo sopra i due massimi sistemi

Lo scienziato, ottenuto così un nuovo coraggio grazie all'invenzione del telescopio, scrisse il “Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo”, che costituiva una serrata difesa della teoria di Copernico, secondo la quale è la Terra a girare attorno al Sole e non viceversa, come sosteneva la teoria tolemaica. Nuovamente processato venne tuttavia condannato al carcere a vita, commutato poi in confino e costretto ad abiurare, negando tutte le proprie convinzioni per aver salva la vita.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Galileo Galilei e la scienza moderna

Galileo Galilei era un fisico e astronomo italiano, nato a Pisa il 15 febbraio 1564. Il padre nel 1581, lo mandò all'Università di Pisa per studiare medicina. Qui scoprì la sua grande passione per la matematica e la scienza in generale. Galileo riuscì...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Galileo Galilei

Galileo Galilei nacque a Pisa nel 1564 da genitori della ricca borghesia. Ricevette una prima educazione del pensiero umanistico-letterario, seguita da saltuari studi di medicina. Egli è uno dei protagonisti indiscussi della Rivoluzione Scientifica,...
Superiori

Cartesio: vita e opere

René Descartes (Cartesio) nacque in Francia da una famiglia nobile, nel 1596. Venne istruito all'interno di un collegio di gesuiti. Terminata la formazione però sente di non avere il metodo giusto per indagare nella realtà. Decide allora di concentrare...
Superiori

Galileo e il metodo sperimentale

Da sempre l'uomo ha avuto la naturale attitudine di cercare una spiegazione ai fenomeni naturali a cui quotidianamente assisteva e in generale alla vita intorno a lui, per cercare di capirli e renderli meno estranei. Nell'antichità, quando le conoscenze...
Superiori

Petrarca: vita e opere principali

Francesco Petrarca è uno dei più importanti scrittori e poeti del Medioevo. La maggior parte delle sue opere sono scritte in latino; tuttavia egli è stato anche un fautore dello sviluppo del volgare italiano. Le sue poesie e le sue opere si ispirano...
Superiori

Vita e opere di Dante

La guida che vi proporremo si occuperà di uno dei personaggi più importanti della letteratura non solo italiana, ma mondiale: Dante Alighieri. L'obiettivo che ci porremo sarà quello di trattare in maniera molto chiara la sua vita, attraverso una piccola...
Superiori

Ungaretti: vita e opere

La poesia diviene uno scavo interiore in cui si esprime l'essenziale e tramite un meccanismo ascensionale l'inconscio diviene conscio. Oggi vogliamo approfondire l'argomento ed anche la vita e le opere, di un noto poeta, il caro Ungaretti. Essendo appartenuto...
Superiori

William Blake: vita e opere

William Blake nacque a Londra nel lontano 1757. Sebbene risulti come uno dei più importanti artisti della sua epoca, egli non venne mai riconosciuto come tale dai suoi contemporanei. Iniziò la sua formazione come incisore e pittore, per poi dedicarsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.