Teorema di Heine-Cantor: dimostrazione

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

La matematica e la fisica non sono tra le materie particolarmente apprezzate dai ragazzi. La difficoltà sta nel fatto che i concetti sono tutti legati tra di essi, per cui è necessario comprenderli appieno per non avere difficoltà negli studi a seguire. Ma una buona preparazione a livello matematico-scientifico, è fondamentale per intraprendere una carriera universitaria degna di nota. Quindi, per semplificare la la vita degli studenti, verranno proposte una serie di dimostrazioni in modo più facile e discorsivo possibile. In questa guida illustreremo il Teorema di Heine-Cantor e la sua dimostrazione. Questo teorema serve a definire una proprietà degli insiemi compatti. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, una breve dimostrazione del Teorema di Heine-Cantor.

24

Condizioni necessarie per la continuità uniforme

Prima di dimostrare il teorema, abbiamo bisogno di alcune condizioni necessarie per la continuità uniforme. Innanzitutto, quando abbiamo una funzione uniformemente continua definita tra un insieme X contenuto in R, allora f è limitato in ciascun sottoinsieme limitato A. Questo significa che, in alcuni casi particolari, una funzione che ha degli asintoti verticali non è uniformemente continua: ad esempio, la funzione f (x)=1/x non è uniformemente continua in (0,1). Se invece abbiamo un intervallo X contenuto in R ed una funzione f che lega i due insiemi mediante una funzione uniformemente continua, allora esistono alcuni valori "a" e "b", tali che |f (x)| <=a |x| +b per ogni x appartenente a X.

34

Dimostrazione

A questo punto possiamo passare alla dimostrazione vera e propria: supponiamo che f non sia uniformemente continua in K. Questo significa che esiste un ε0>0 tale che: per ogni δ > 0 esiste un x (δ), y (δ) appartenenti a K tali che: |x (δ)-y (δ)|<δ e |f (x (δ))-f (y (δ))|=>ε0. Scegliendo δ=1/(n+1), con "n" appartenete all'insieme dei numeri naturali, scrivendo x (n) e y (n) si ottengono due successioni {x (n)} e {y (n)} a valori in K tali che: |f (x (n))-f (y (n))|=>ε0 e |x (n)-y (n)|<1/(n+1).

Continua la lettura
44

Estrazione della sotto-successione

Infine, per la compattezza di K, è possibile estrarre da {x (n)} una sotto-successione {x (k (n))} che converge in un punto x che appartiene a K, tale che x (k (n)) tende a x per n che tende a +∞. Per la continuità di f nel punto x, f (x (k (n))) tende a f (x) (stessa cosa vale per f (k (y (n)))) per n che tende a +∞, quindi f (x (k (n)))-f (k (y (n))) tende a 0 per n che tende a +∞. Questo contraddice l'affermazione precedente e dimostra di fatto il teorema, il quale conferma l'importanza del concetto di compattezza nell'analisi matematica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come dimostrare il Teorema di Cantor

Il Teorema di Cantor è un risultato di notevole rilievo nell'ambito della Teoria degli Insiemi che riguarda il rapporto in termini di equipotenza tra un insieme S - sia esso finito o infinito - ed il suo insieme delle parti P (S). Tale risultato è evidente...
Università e Master

Teorema di Binet: dimostrazione

Come ben saprete, ogni materia rappresenta sempre una componente di ricerca e approfondimento da parte degli studiosi. La costante ricerca occorre per giungere con totale soddisfazione a svolgere l'attività lavorativa con dedizione e professionalità....
Università e Master

Teorema di Lagrange: dimostrazione

Quante volte abbiamo provato la dimostrazione di un teorema ognuno con il proprio modo di dare risultati diversi. Il Teorema di Lagrange nella sua dimostrazione non è così intuitivo per chi non dimostra conoscenze matematiche e geometriche. C'è chi...
Università e Master

Teorema di Bolzano: dimostrazione

Il "Teorema di Bolzano" (o "teorema degli zeri per le funzioni continue") prende il nome dal matematico e filosofo boemo Bernard Bolzano, vissuto tra il XVIII ed il XIV secolo. Tale teorema (da non confondere con il "teorema di Bolzano-Weierstrass" sulle...
Università e Master

Teorema di Löwenheim-Skolem: dimostrazione

In questo articolo vorrei illustrarvi la dimostrazione del Teorema di Löwenheim-Skolem. Il Teorema di Löwenheim-Skolem si chiama così perché prende il suo nome dai suoi matematici ideatori Leopold Löwenheim e Thoralf Skolem. Il Teorema di Löwenheim-Skolem...
Università e Master

Teorema dei valori intermedi: dimostrazione

Il teorema dei valori intermedi è uno dei più importanti in matematica: esso serve infatti per arrivare, attraverso dei ragionamenti successivi, a definire il famoso e importante teorema di Weierstrass. Con i passaggi che seguono andremo a vedere nello...
Università e Master

Teorema della curva di Jordan: dimostrazione

Teorema ricorrente negli studi di materie universitarie come la geometria, l'analisi e la topologia di spazi euclidei è il Teorema della Curva di Jordan. Sono infatti moltissimi gli enunciati che, a partire da questo teorema, ci restituiscono soluzioni...
Università e Master

Teorema di Krasnoselskii: dimostrazione

Il Teorema di Krasnoselskii è uno dei teoremi di punto fisso che sono uno dei principali strumenti dell'analisi matematica non lineare. Questi teoremi hanno una miriade di applicazioni pratiche. I suoi risultati riguardano un operatore singolo; ma le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.