Teorema di esistenza e unicità per un problema di Cauchy: dimostrazione

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

La matematica è da sempre la materia più complicata sia ai bambini delle elementari, sia per gli studenti delle superiori e delle facoltà universitarie. Questa difficoltà sta soprattutto nel fatto che i concetti sono strettamente collegati fra di essi, per cui è importante comprenderli appieno per non avere difficoltà negli studi futuri. Nella seguente guida analizzeremo la dimostrazione del teorema di esistenza e unicità per un problema di Cauchy, che pone la soluzione di un'equazione differenziale parziale che soddisfa determinate condizioni, che consistono in dei valori nello spazio nel dominio.

24

La condizione iniziale

Per il primo problema, la condizione iniziale significa che la curva integrale di equazione y = y (x) passa per il punto P0 = (x0, h0) dell'insieme A = (a, b) X R. Pertanto il teorema di esistenza ed unicità per n = 1 asserisce che, se le funzioni a1 ed f sono continue, per ogni punto di A passa una ed una sola curva integrale. Di conseguenza due curve integrali distinte non hanno alcun punto in comune; nel caso particolare dell'equazione y' = f si può dire che esse sono "parallele", dato che due primitive di f differiscono per una costante.
Per il secondo problema, non solo la curva integrale di equazione y = y (x) passa per il punto P0 = (x0, h0) appartenente ad A, ma inoltre la retta tangente in P0 ha coefficiente angolare h1. Pertanto, il teorema di esistenza ed unicità di n = 2 asserisce che per ogni punto P0 appartenente ad A esiste una sola curva integrale passante per P0.

34

Riferimento all'equazione differenziale

Facciamo riferimento all'equazione differenziale:
L y = f
di ordine n, è importante ricercare una soluzione le cui derivate, da quella di ordine 0 fino a quella di ordine (n-1) assumano in un dato punto x0 valori assegnati.

Problema dei valori iniziali, o di Cauchy, per l'equazione L y = f.

Tale equazione sia di ordine n, e i dati siano definiti nell'intervallo (a, b). Assegnati un punto x0 appartenente ad (a, b) (punto iniziale) ed n numeri reali h0, ..., hn-1 (n-1 pedice) che rappresentano i valori iniziali, ricercare un integrale y (x) dell'equazione differenziale che verifichi le n relazioni (sistema di condizioni iniziali):

y (x0) = h0, y'(x0) = h1 , ..., y^(n-1) = hn-1 (x0, n-1).

Continua la lettura
44

Teorema di esistenza e unicità

Se i dati dell'equazione Ly = f sono funzioni continue, il relativo problema di Cauchy, con qualunque sistema di condizioni iniziali, ammette una ed una sola soluzione.
Per le equazioni del primo e del secondo ordine i problemi di Cauchy sono rispettivamente:

1) y' + a1 y = f; y (x0) = h0
2) y'' + a1 y' + a2 y = f; y (x0) = ho, y'(x0) = h1

ed il teorema enunciato è suscettibile di interpretazione geometrica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come risolvere un problema di Cauchy

Il problema di Cauchy consiste nel risolvere un'equazione differenziale parziale su un dominio, in cui sono specificate le condizioni su una parte del perimetro; bisogna dunque risolvere un problema di completamento dei dati e ripristinare le condizioni...
Università e Master

Come dimostrare il teorema di unicità del limite

Il teorema di unicità del limite è senza alcuna ombra di dubbio uno dei teoremi fondamentali dell'analisi matematica, perché infatti su di esso si basa tutto il lavori dei calcolo dei limiti, che sono certamente indispensabili per questa tipologia...
Università e Master

Equazioni di Cauchy-Riemann: dimostrazione

Nel campo matematico, ed in particolare, nell'ambito dell'analisi complessa, le Equazioni di Cauchy-Riemann rappresentano elementi di fondamentale importanza. Le equazioni di Cauchy-Riemann costituiscono condizione sufficiente e necessaria affinché una...
Università e Master

Teorema di Bolzano: dimostrazione

Il "Teorema di Bolzano" (o "teorema degli zeri per le funzioni continue") prende il nome dal matematico e filosofo boemo Bernard Bolzano, vissuto tra il XVIII ed il XIV secolo. Tale teorema (da non confondere con il "teorema di Bolzano-Weierstrass" sulle...
Università e Master

Teorema di Lagrange: dimostrazione

Quante volte abbiamo provato la dimostrazione di un teorema ognuno con il proprio modo di dare risultati diversi. Il Teorema di Lagrange nella sua dimostrazione non è così intuitivo per chi non dimostra conoscenze matematiche e geometriche. C'è chi...
Università e Master

Teorema di completezza di Gödel: dimostrazione

Il teorema di completezza di Gödel è un teorema fondamentale nella logica matematica che stabilisce una corrispondenza tra verità semantica e dimostrabilità sintattica nella logica del primo ordine. Definisce inoltre uno stretto legame tra la teoria...
Università e Master

Teorema di Caccioppoli: dimostrazione

Il Teorema di Caccioppoli è uno dei teoremi più importanti nell'ambito dei cosiddetti studi metrici. È noto anche come Teorema delle contrazioni o Teorema del punto fisso, anche se è ancora più giusto chiamarlo Teorema di Barnach-Caccioppoli, dai...
Università e Master

Teorema della funzione inversa: dimostrazione

In matematica, ed in particolare nel calcolo differenziale, il terorema dela funzione inversa fornisce le condizioni sufficienti per una funzione per essere invertibile in un intorno di un punto del dominio. Il teorema definisce inoltre una formula per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.