Teorema di esistenza del limite di successioni monotone: dimostrazione

Tramite: O2O 12/06/2017
Difficoltà: media
15
Introduzione

Il teorema dell'esistenza del limite di successioni monotone è un noto teorema dell?analisi matematica, il quale afferma che ogni successione monotona possiede un limite. Nella guida che segue vi sarà spiegato cos'è una successione, quali tipi di successione possiamo avere e qual è la dimostrazione del teorema. Innanzitutto una successione reale è, come possiamo intuire, una sequenza infinita di numeri reali, che è ordinata da numeri naturali: alla prima posizione è associato un numero reale, alla seconda un altro numero reale, non per forza diverso dal primo, e così via.

25

Cosa sono le successione regolari e monotone

Una successione si definisce regolare se ammette un limite finito o meno; è invece irregolare quando non ammette nessun limite e quindi in generale non abbiamo assicurato l'esistenza di un limite. Però esiste una particolare classe di successioni in cui esiste il limite con assoluta certezza, questa è la classe delle successioni monotone. Una successione monotona mostra una precisa regolarità: con l'aumentare del suo indice n, la fine della successione a (n) assume un valore più alto dei valori precedenti. Una successione a (n) si definisce monotona crescente se a (n) è minore o uguale ad a (n+1); si definisce strettamente crescente se è solo minore.

35

In cosa consistono le successioni monotone decrescenti

Una successione a (n) si definisce monotona decrescente se a (n) è maggiore o uguale ad a (n+1); si definisce strettamente decrescente se è solo maggiore. Il teorema sostiene quindi che se a (n) è una successione monotona reale, allora esiste un limite lim a (n). In particolare è possibile affermare che se la successione a (n) è una successione crescente allora si avrà lim a (n) = sup a (n); se invece la successione a (n) è una successione decrescente allora si avrà lim a (n) = sup a (n).

Continua la lettura
45

Quali sono le conseguenze del teorema

Ora proviamo a dimostrare la tesi soltanto nel caso della successione a (n), che è decrescente: se il limite "l" è l'estremo inferiore di una successione a (n) e poniamo il caso nel quale "l" è un limite finito, per la definizione dell?estremo inferiore, possiamo affermare che il limite "l" è ? a (n). Una conseguenza di questo teorema è che una successione monotona si dice convergente solamente se è limitata. Infatti, se questa è monotona. Significa che sia l'estremo inferiore che superiore esistono e sono finiti. In base al teorema, il limite coincide con l?estremo superiore se la successione è crescente, mentre coincide con l?estremo inferiore se la successione è decrescente. Di conseguenza in questo caso si dice che la successione converge.

55
Consigli
Non dimenticare mai:
  • In base al teorema, il limite coincide con l’estremo superiore se la successione è crescente, mentre coincide con l’estremo inferiore se la successione è decrescente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come dimostrare il teorema di unicità del limite

Il teorema di unicità del limite è senza alcuna ombra di dubbio uno dei teoremi fondamentali dell'analisi matematica, perché infatti su di esso si basa tutto il lavori dei calcolo dei limiti, che sono certamente indispensabili per questa tipologia...
Università e Master

Teorema dei valori intermedi: dimostrazione

Il teorema dei valori intermedi è uno dei più importanti in matematica: esso serve infatti per arrivare, attraverso dei ragionamenti successivi, a definire il famoso e importante teorema di Weierstrass. Con i passaggi che seguono andremo a vedere nello...
Università e Master

Teorema di Schwartz: dimostrazione

Il teorema di Schwartz è un importante teorema dell'analisi matematica particolarmente utilizzato nello studio delle variazioni di funzioni a più variabili. È ad esempio usato in meccanica strutturale per dimostrare il significato fisico di materiale...
Università e Master

Teorema di Eulero (aritmetica modulare): dimostrazione

Questa guida dal titolo "Teorema di Eulero (aritmetica modulare): dimostrazione" si prefigge di dimostrare cos'è. Il Teorema di Eulero può essere considerato in alcuni casi la conseguenza del teorema di Lagrange, che spiegherò in modo dettagliato nei...
Università e Master

Teorema del punto fisso di Brouwer: dimostrazione

Luitzen Brouwer, nato nel 1881, fu un matematico olandese da sempre appassionato dell'algebra e della geometria, tanto da conseguire la cattedra di professore all'università di Amsterdam. Questa grande passione per la matematica e la logica, lo portarono...
Università e Master

Teorema della bisettrice: dimostrazione

La matematica è una materia ricca di formule, è vero, ma non richiede soltanto un impegno di tipo mnemonico. In questa disciplina è molto importante il ragionamento, che va sfruttato per applicare le formule ai diversi problemi. Lo studio della geometria,...
Università e Master

Teorema di Eulero: dimostrazione

Il Teorema di Eulero (chiamato anche Teorema di Fermat-Eulero) dimostra che se è un intero positivo e un coprimo (interi che non hanno nessun divisore a eccezione di 1 e -1, se il loro massimo comune divisore è 1) rispetto a. In questo modo φ() ≡...
Università e Master

Teorema di Binet: dimostrazione

Come ben saprete, ogni materia rappresenta sempre una componente di ricerca e approfondimento da parte degli studiosi. La costante ricerca occorre per giungere con totale soddisfazione a svolgere l'attività lavorativa con dedizione e professionalità....