Teorema dell'assorbimento della sorgente: dimostrazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Del teorema dell'assorbimento della sorgente se ne parla quando è possibile sostituire un generatore di corrente controllato con un'impedenza. Precisamente ci troveremo in presenza di un generatore di corrente "Y (r)" controllato dalla caduta di tensione ai suoi capi "V (x)" e sostituibile da un'impedenza di valore "Z (x) = V (x) / I (x)", all'interno del circuito elettrico realizzato. La formula appena descritta ha la propria effettiva applicazione nel settore dell'elettronica digitale e nel campo della logica matematica. Questa dettagliata guida esposta di seguito parlerà nello specifico della dimostrazione del teorema dell'assorbimento della sorgente.

29

Occorrente

  • Interesse per la fisica
  • Libro di fisica
  • Valori numerici dei componenti
39

L'elettronica digitale: calcolatore numerico e PC

Una prima domanda alla quale bisogna dar risposta in modo esaustivo riguarda il concetto di elettronica digitale. Si tratta di quella branca della fisica che progetta, elabora e gestisce ogni tipo di informazione digitale. L'esempio più immediato è quello delle calcolatrici, le quali lavorano con quantità numeriche abbastanza basse. L'elettronica digitale nacque verso il 1946 e si sviluppò inizialmente proprio dopo la creazione del primo calcolatore numerico fatto con circuiti a valvole. Quest'ultimo fu il predecessore del più complicato meccanismo elettronico del personal computer (PC).

49

L'impedenza: il fusore della tensione e il fusore della corrente

Nel settore della fisica, si parla di impedenza quando ci si trova davanti ad una grandezza proveniente dalla divisione tra un fasore della tensione elettrica ed un fasore della corrente elettrica. Di conseguenza siamo in presenza del rapporto di due fasori, il quale verrà indicato con la sigla "Z (x)". La grandezza ottenuta in questo modo è un numero complesso, proprio come le parti delle quali si compone.

Continua la lettura
59

La tensione elettrica o differenza di potenziale elettrico: i Volt

La tensione elettrica viene denominata anche differenza di potenziale elettrico. Questa rappresenta il dislivello esistente tra i due poli (negativo e positivo) del generatore di corrente elettrica, ovvero la spinta che ricevono nel cavo che conduce l'elettricità (conduttore). Dobbiamo sapere che più aumentano i Volt (unità di misura del potenziale elettrico), maggiore è la tensione elettrica.

69

La corrente elettrica o elettricità: l'amperometro

La corrente elettrica viene definita come quel moto ordinato di particelle che generano un'energia elettrica denominata comunemente elettricità. Questa generazione avviene quando le particelle stesse passano attraverso il cavo o qualsiasi ulteriore conduttore elettrico. Per misurare la corrente elettrica viene adoperato un apparecchio. Essendo tarato in ampere (A), questo strumento viene chiamato amperometro.

79

Dimostrazione pratica: operazione di moltiplicazione o divisione

Si può fare la dimostrazione del teorema dell'assorbimento della sorgente iniziando dalla formula "Z (x) = V (x) / I (x)". La componente "Z (x)" rappresenta l'impedenza da sostituire, mentre "V (x)" costituisce la tensione elettrica presente ai capi del generatore elettrico ed "I (x)" è la corrente di quest'ultimo. In funzione dei valori che abbiamo, dobbiamo procedere con una moltiplicazione conoscendo "Z (x)" e "I (x)" oppure una divisione sapendo "V (x)" e "I (x)".

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Approfondiamo l'argomento leggendo un buon libro di fisica.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Teorema di Helmholtz: dimostrazione

Il Teorema di Helmholtz è famoso, nelle materie scolastiche di matematica e fisica, come la teoria essenziale del calcolo vettoriale. Esso prende il nome dal fisiologo e fisico Hermann Von Helmholtz (1821-1894), che viene ritenuto uno degli scienziati...
Università e Master

Teorema di Bolzano: dimostrazione

Il "Teorema di Bolzano" (o "teorema degli zeri per le funzioni continue") prende il nome dal matematico e filosofo boemo Bernard Bolzano, vissuto tra il XVIII ed il XIV secolo. Tale teorema (da non confondere con il "teorema di Bolzano-Weierstrass" sulle...
Superiori

Teorema di Fermat: dimostrazione

Il "Teorema di Fermat" appartiene alla categoria dei teoremi fondamentali del calcolo differenziale. Tale teorema non va confuso con "l'ultimo teorema di Fermat", il "piccolo teorema" o il "teorema sulle somme di due quadrati". Esso fa parte dell'analisi...
Università e Master

Teorema di Lagrange: dimostrazione

Quante volte abbiamo provato la dimostrazione di un teorema ognuno con il proprio modo di dare risultati diversi. Il Teorema di Lagrange nella sua dimostrazione non è così intuitivo per chi non dimostra conoscenze matematiche e geometriche. C'è chi...
Superiori

Teorema di Ruffini: dimostrazione

All'interno della guida che andremo a sviluppare ci occuperemo di matematica, in quanto, come abbiamo indicato nel titolo che contraddistingue questa guida, ci concentreremo su un teorema specifico: il teorema di Ruffini. Il nostro obiettivo sarà quello...
Università e Master

Teorema di Löwenheim-Skolem: dimostrazione

In questo articolo vorrei illustrarvi la dimostrazione del Teorema di Löwenheim-Skolem. Il Teorema di Löwenheim-Skolem si chiama così perché prende il suo nome dai suoi matematici ideatori Leopold Löwenheim e Thoralf Skolem. Il Teorema di Löwenheim-Skolem...
Università e Master

Teorema di Binet: dimostrazione

Come ben saprete, ogni materia rappresenta sempre una componente di ricerca e approfondimento da parte degli studiosi. La costante ricerca occorre per giungere con totale soddisfazione a svolgere l'attività lavorativa con dedizione e professionalità....
Università e Master

Teorema di Krasnoselskii: dimostrazione

Il Teorema di Krasnoselskii è uno dei teoremi di punto fisso che sono uno dei principali strumenti dell'analisi matematica non lineare. Questi teoremi hanno una miriade di applicazioni pratiche. I suoi risultati riguardano un operatore singolo; ma le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.