Tedesco: le preposizioni che reggono l'accusativo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La difficoltà del tedesco risiede in due aspetti: i vocaboli e, soprattutto, i casi. La maggior parte delle persone ritiene che il tedesco sia una lingua difficile, ostica e complessa.
Questo non è del tutto vero, realmente. Sotto tali punti di vista il tedesco assomiglia molto al latino. I casi in totale sono quattro: dativo, accusativo, nominativo e genitivo. Si usano sia nella lingua scritta che nella lingua parlata.
In tale tutorial ci soffermeremo particolarmente sulle preposizioni che reggono il caso accusativo. Buona lettura e buono studio!

25

Occorrente

  • Un buon libro di grammatica tedesca.
35

Le preposizioni che reggono il caso dell'accusativo

Le preposizioni che reggono il caso dell'accusativo nel tedesco sono otto principalmente, più precisamente sono quelle che vi presenteremo
Bis, traduzione in "fino a"; durch, la sua traduzione è "attraverso"; entlang, tradotto è "lungo"; für, che significa "per"; gegen, tradotto significa "contro"; ohne, che significa "senza"; pro, che vuol dire "per ogni"; infine la parola um, vuol dire "intorno a, attorno".

45

Precisazioni

Si dovrà fare subito una distinzione, e più precisamente dovremo dirvi che le preposizioni che vi abbiamo elencato sopra reggono l'accusativo, come anticipato. Le sue desinenze maggiormente significative sono la "m", "n" e la "r", in quanto cambiato in base al loro numero e genere. Il caso accusativo viene usato soltanto nelle frasi dove sono presenti complementi di moto a luogo, oppure moto da luogo.
Una cosa diversa da quanto citato sopra, il caso dativo si usa per i complementi di stato in luogo.
Le preposizioni di tempo vengono utilizzate soltanto nella forma del dativo.
Con tali premesse è quindi molto semplice arrivare ad escludere, la loro funzione di complemento, a parità di preposizione. Occorre fare attenzione particolare al fatto però che diverse preposizioni reggano sia il caso dell'accusativo, che quello dativo. In tal caso si dovrà scegliere in base al significato della frase. La scelta si basa sul caso di appartenenza, per poi riuscire ad individuare la giusta costruzione e traduzione della frase.

Continua la lettura
55

Consigli finali

Per quel che riguarda la scelta delle preposizioni che reggono i casi rispettivi, esistono due modalità diverse per imparare ad usarle. Con un'ottima dose d'impegno le potrete imparare a memoria, tutte le preposizioni ed il loro uso nei quattro diversi casi. Alternativamente, potrete ricavarle in base al senso della frase. Un buon compromesso consiste nell'imparare le preposizioni a memoria principali, basandosi quindi sulla logica. Altre volte sarà sufficiente l'intuito per scegliere quella esatta. Fondamentale è non pensare nella nostra lingua madre, ma cercare di usare i meccanismi del tedesco. Un orecchio allenato potrebbe fare la differenza.
Vi consigliamo sempre di restare in allenamento esercitandovi di continuo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Tedesco: i verbi di posizione

Il Tedesco è la lingua più parlata dopo quella inglese. La grammatica tedesca è semplice, piuttosto precisa e si incontrano meno difficoltà rispetto alla lingua inglese, al francese e allo spagnolo. Questa guida ha l'obiettivo di fornire, con una...
Lingue

Tedesco: i verbi reggenti preposizione

Nella lingua tedesca, la grammatica si costituisce di quattro casi: nominativo, genitivo, dativo ed accusativo. Ognuno di essi indica la specifica funzione di un vocabolo all'interno della frase. Per la costituzione dei complementi, il tedesco sfrutta...
Lingue

Come usare col dativo le preposizioni tedesche

Studiare le lingue è un modo utile per passare il tempo e per comprendere lo stile di vita di popolazioni differenti. Le lingue sono tantissime, ma per tutte all'inizio bisogna imparare le regole fondamentali. Le preposizioni rappresentano una parte...
Lingue

Lingua tedesca: i complementi

La lingua tedesca fa parte delle lingue indoeuropee e, oltre ad essere la lingua nazionale della Germania, viene utilizzata anche in altre nazioni del centro dell'Europa, come il Belgio, l'Austria, il Lussemburgo e la Svizzera. Ma anche nella nostra penisola...
Lingue

Appunti di sintassi tedesca

In Europa si parlano tante lingue, ma quelle che vanno per la maggiore sono tre o quattro. Una di queste è il tedesco, che viene riconosciuto quale lingua ufficiale di Germania, Austria, Belgio, Lussemburgo, Svizzera e Liechtenstein. Nel corso della...
Lingue

Come declinare gli aggettivi in tedesco

Ogni lingua che si decide di approfondire ha delle difficoltà e delle regole grammaticali, che possono essere davvero noiose e difficili da apprendere; sicuramente uno degli argomenti meno piacevoli della lingua tedesca risultano essere proprio le declinazioni...
Lingue

Tedesco: i verbi riflessivi

Nel tedesco, i verbi riflessivi, come nella grammatica italiana, sono quei verbi che stanno ad indicare un'azione o un sentimento che è stato compiuto dal soggetto in una determinata frase. Assumono la definizione di "riflessivi", poiché nelle frasi...
Lingue

Tedesco: i casi

Il tedesco è sicuramente una lingua complicata da imparare, sia per il costrutto grammaticale che per la pronuncia, che può essere molto diversa dalla nostra lingua italiana. Una delle sue più complicate implicazioni riguarda lo studio dei casi. Vediamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.