Tedesco: la coniugazione dei verbi al presente

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Nel mondo globalizzato conoscere nuove lingue è fondamentale e il tedesco è una di queste. Le differenze grammaticali tra una lingua e l’altra possono rappresentare un ostacolo per chi intraprende questo percorso per cui lo studio approfondito e continuato è lo strumento fondamentale per non incorrere in errori. Nella lingua tedesca sono presenti sei forma temporali per quanto riguarda i verbi e si tratta del Präsens (presente), del Perfekt (passato prossimo), del Präteritum (simile all´imperfetto), del Plusquamperfekt (trapassato prossimo), del Futur 1 e del Futur 2. In questa guida l’ attenzione sarà focalizzata sulla coniugazione dei verbi al tempo presente.

24

Il presente

Nella lingua tedesca il presente indicativo coincide nell'uso a quello italiano, pertanto si può riferire ad eventi passati, presenti e futuri. Sono previsti due forme verbali. Le prime sono dette “deboli” (Schwache Verben) dal momento che la radice non muta mai, mentre le seconde sono dette “forti” (Starke Verben) proprio perché la radice cambia nel corso della coniugazione.

34

Verbi irregolari

Tanti sono i verbi irregolari e spesso di uso comune. Questi mutano la loro radice durante la coniugazione del verbo, pertanto è necessario memorizzarli per non incappare in errori grossolani. Per esempio il verbo geben, cioè dare, durante la coniugazione muterà la propria radice in gib e non più solo in geb. Altri verbi diffusi sono durfen (potere) mogen (volere) essen (mangiare) lesen (leggere). Il verbo essere e avere sono gli ausiliari e i verbi irregolari per eccellenza. La loro coniugazione deve essere imparata a memoria ed è la seguente. Verbo sein (essere) Ich bin, Du bist, Er/Sie/Es ist, Wir sind, Ihr seid, Sie sind. Verbo haben (avere) Ich habe, Du hast, Er/Sie/Es hat, Wir haben, Sie habt.

Continua la lettura
44

La desinenza

Prima di coniugare il verbo è necessario togliere dall'infinito dei bersi la desinenza -en o -n, dopodiché si aggiungeranno le desinenze del presente, che sono le seguenti: e, -st, -t, -en, -t, -en. Prendiamo come esempio il verbo trinken, cioè bere. Tolgo le ultime due lettere, dunque en ed ottengo trink. Adesso aggiungo le desinenze per cui avrò questa coniugazione. Ich trinke, du trinkst, er/sie/es trinkt, wir trinken, ihr trinkt, sie trinken. In alcuni casi per rendere più semplice la pronuncia si aggiunge una –e tra la radice e la desinenza. Questo avviene quando il verbo ha una radice che finisce in -t o -d oppure in -m o -n precedute da una consonante che non sia -h, -l, -r. La guida è conclusa e buon tedesco a tutti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Tedesco: la coniugazione dei verbi deboli

La coniugazione dei verbi deboli e i tempi verbali in generale sono tuttavia uno degli argomenti più semplici da affrontare quando si decide di studiare la lingua tedesca. Il tedesco non è una lingua semplicissima da studiare. Eppure, studiando bene...
Lingue

I verbi modali in tedesco

La presente guida sulle lingue fornirà alcuni consigli per comprendere esattamente i verbi modali in tedesco. Generalmente questa lingua viene considerata abbastanza difficile e complessa, per colpa delle numerose differenze con l'italiano. Bisogna anche...
Lingue

Tedesco: verbi regolari

Nella lingua tedesca, non esistono i verbi regolari e i verbi irregolari, ma si hanno verbi deboli, verbi forti e verbi misti. Nella lingua italiana, inoltre, le desinenze dei verbi si suddividono in -are (prima desinenza), -ere (seconda desinenza) e...
Lingue

Tedesco: verbi con cambi di vocale

Il tedesco è una lingua difficile da imparare per noi italiani, per via non solo della sua pronuncia o della sua sintassi, così diversa dall'italiano perché mette il verbo principale della frase alla fine; ma anche per alcune eccezioni e difficoltà...
Lingue

Spagnolo: la coniugazione dei verbi al futuro

Lo spagnolo è una lingua calda e molto conosciuta nel centro Europa, è possibile dire che tra lo spagnolo e l'italiano ci sono molte assonanze e similitudini ma la particolarità di questa lingua rimane un suo elemento peculiare, contraddistinguendola...
Lingue

Tedesco: i verbi irregolari

In questa guida cercheremo di mettere bene a fuoco le caratteristiche principali dei verbi irregolari in tedesco, tenendo presenti alcuni consigli che ci permettano di impararli, individuarli e infine riconoscerli all'interno di un dato testo. Chiaramente...
Lingue

Tedesco: i verbi di posizione

Il Tedesco è la lingua più parlata dopo quella inglese. La grammatica tedesca è semplice, piuttosto precisa e si incontrano meno difficoltà rispetto alla lingua inglese, al francese e allo spagnolo. Questa guida ha l'obiettivo di fornire, con una...
Lingue

Tedesco: i verbi modali

Generalmente, in grammatica, i verbi modali o servili, hanno la funzione di precisare la relazione tra soggetto e verbo che ne consegue. Hanno anche il ruolo di esprimere senso di possibilità, obbligo, necessità, volontà, capacità e non vengono accompagnati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.