Studio dei piani di ammortamento

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando bisogna richiedere un mutuo o un prestito bisogna sapere che essi sono strutturati con un rimborso da dare presso il soggetto beneficiario: questa procedura avviene in rate mensili che vengono direttamente inserite nel pagamento di tale mutuo. La struttura di queste rate insieme al relativo importo viene descritto all'interno dei piani di ammortamento. Naturalmente, rivolgendovi ad un commercialista profesionista oppure altro dipendente competente, riuscirete a comprendere l'argomento senza alcun tipo di problema, intanto però potrete provare a documentarvi da soli sia tramite questa guida, sia tramite alcune ricerche specifiche sul web. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere con molta attenzione ed impegno le interessanti indicazioni riportate nei successivi passi di questa dettagliata guida per comprendere utilmente lo studio dei piani di ammortamento.

24

Rate:

Il piano di ammortamento risulta essere esattamente un documento dove delucida gli interessi che vengono recuperati dall'ente beneficiario per il finanziamento che viene richiesto attraverso un rimborso rateale. La prima coinciderà con il giorno di erogazione del finanziamento, la seconda con il pagamento della prima rata, la terza con il pagamento della seconda rata e così via fino all'ultima che corrisponde al pagamento dell'ultima rata ed estinzione del debito.

34

Capitale e interesse:

Le rate da dare all'ente finanziatore sono costituite precisamente da due parti: la quota capitale e la quota di interessi. Rispettivamente la prima rappresenta il finanziamento che viene erogato e che quindi si sta rimborsando, mentre la seconda rappresenta esattamente gli interessi che si stanno pagando, quindi il guadano che sta facendo l'ente, in base al prestito svolto.

Continua la lettura
44

Importo della rata:

L'importo della rata va calcolato precisamente con una specifica formula che varia in relazione al tipo di finanziamento. Il resto del piano risulta essere invece calcolato sempre nello stesso modo. Si parte dal debito residuo del periodo precedente (per la prima rata si parte dall'importo totale finanziato) che viene moltiplicato per il tasso del finanziamento. In questo modo si ottiene la quota interessi. Si sottrae esattamente la quota interessi dall'importo della rata e si ottiene così la quota capitale. Successivamente, si prosegue sottraendo la quota capitale dal debito residuo del periodo precedente ottenendo quello effettivo di periodo che verrà utilizzato per il calcolo della quota interessi dell'anno seguente. Dunque, procedendo in questo preciso modo, l'ultimo anno dovrebbe avere debito residuo esattamente pari a zero.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come ottenere una borsa di studio per l'estero

Andare a studiare all'estero rappresenta una delle opportunità più belle che possano capitare ad uno studente. Lo studio all'estero permette infatti di raggiungere ampi livelli di istruzione nonché di dare la possibilità agli studenti di imparare...
Università e Master

Come richiedere una Borsa di Studio per l'Università

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di università. Entrando più nello specifico, ci occuperemo di borse di studio. Infatti, come avrete letto nel titolo che accompagna questa guida, ora andremo a spiegarvi Come richiedere una borsa...
Università e Master

Borsa di studio: come richiederla

Una volta effettuata l'iscrizione presso l'Università, ed aver versato le tasse necessarie ad avviare la procedura di inserimento nel percorso di laurea scelto, verrete sicuramente informati circa l'esistenza di Borse di Studio pensate appositamente...
Università e Master

5 trucchi per organizzare lo studio di una materia

Trovare un buon metodo per organizzare lo studio può essere certamente un modo per semplificare di molto una materia. Ognuno ha un proprio metodo, con cui si trova meglio, tuttavia esistono alcuni trucchi più universali che si adattano ad ognuno di...
Università e Master

Come organizzare lo studio in vista degli esami

La fase iniziale di preparazione allo studio di una materia d'esame è quella più delicata e importante. È infatti in questa fase che si gettano le basi delle proprie conoscenze, e quindi della buona riuscita dell'esame. Sapere di avere organizzato...
Università e Master

Come affrontare lo studio di più materie contemporaneamente

Gli esami universitari sono motivo di ansia per ogni studente e ancora di più se si decide di prepararne più di uno alla volta. Ma con un po' di organizzazione, costanza e metodo tutti possono riuscire nell'intento. L'esperienza, poi, farà il suo gioco...
Università e Master

Come chiedere una borsa di studio

La borsa di studio è un aiuto economico per gli studenti. Essa può essere richiesta sia alla regione di appartenenza che all'università frequentata. Questo aiuto monetario è usufruibile da tutti gli studenti, i quali però devono possedere determinati...
Università e Master

Come organizzare un gruppo di studio

Uno dei metodi di studio oggi ritenuti piú efficaci è quello di riunirsi in gruppo per condividere ed approfondire gli argomenti da studiare. In altri Stati europei e soprattutto negli Stati Uniti la cosiddetta "peer education" è considerata la nuova...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.