Storia: Ottone I di Sassonia

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Ottone I di Sassonia (912-973), conosciuto anche con il nome di "Ottone il Grande", è noto per essere stato duca di Sassonia e re di Germania nel 936. È stato anche re d'Italia e imperatore del Sacro Romano Impero. Ottone I ricoprì altri incarichi molto importanti. Attraverso questa breve guida vi darò alcune notizie di storia riguardanti la figura di Ottone I di Sassonia.

24

Politica matrimoniale e figli

Nel 929 Ottone I ha sposato Edith del Wessex, ovvero la sorellastra del sovrano inglese Edoardo il vecchio. Ella è morta nel 426. Dal suo matrimonio con Ottone sono nati Liudolfo, in seguito duca di Svevia, e Liutgarda, divenuta la moglie di Corrado il Rosso duca di Lorena. Dal secondo matrimonio, con Adelaide di Borgogna, avvenuto nel 951, sono nati Matilda, Enrico, Bruno e Ottone II divenuto poi Imperatore del Sacro Romano Impero dal 973 al 983.

34

Idee politiche

La politica di Ottone I si basava sulla speranza di unire il Nord e il Sud dell'Italia, obiettivo già perseguito da Carlo Magno. Nello specifico è riuscito a far sposare il figlio Ottone II con Teofano (nipote dell'imperatore bizantino Giovanni I). Così facendo la giovane Teofano ha portato in dote a Ottone II l'Italia meridionale permettendo al giovane imperatore il controllo esclusivo della penisola, a discapito dei Bizantini.
Oltre a questo egli intendeva ostacolare il regime feudale e la conseguente divisione dello stato per avere un controllo totale. Altra sua intenzione era quella di creare una dinastia ottoniana di Sassonia per evitare problemi nella successione nel Sacro Romano Impero.

Continua la lettura
44

Rapporti con il Papato

Il X secolo era stato un periodo di grande crisi per il papato. Le famiglie ecclesiastiche si facevano la guerra tra loro e si contendevano titoli ecclesiastici determinando una rottura tra potere temporale e spirituale. Solo con Giovanni XII i due poteri tornarono a essere incorporati nella stessa persona. Il nuovo pontefice, alle prese con la difficile situazione presente nello Stato della Chiesa, ha chiesto quindi l'appoggio di Ottone I il quale si è fatto incoronare imperatore dal papa nel 961. Ottone decise dunque, per saldare il suo rapporto con il papato, di concedergli il "Privilegium Othonis" (atto redatto a Roma nel 962), il quale prevedeva che ogni elezione pontificia dovesse essere "approvata" dall'Imperatore. Questo ha permesso a Ottone I di avere un controllo sulla Chiesa per molto tempo. Nei decenni seguenti il "Privilegio" è stato abolito per permettere una riforma della Chiesa stessa in quanto esso stesso ne limitava non poco l'autonomia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

I principali errori in un tema di storia

Quando si scrive su di un qualunque argomento non è mai così semplice come appare. Infatti capita molte volte di conoscere bene il fatto da descrivere, ma nel momento in cui le idee o i ricordi devono essere espressi con la scrittura, i dubbi e le incertezze...
Elementari e Medie

Come aiutare i bambini a studiare storia

Aiutare i bambini a studiare ed a svolgere i compiti per la scuola non è sempre necessario: alcuni bambini riescono, fin dai primi anni della scuola elementare, a sviluppare un proprio, semplice metodo di studio, con il supporto e le direttive dell'insegnante....
Elementari e Medie

Come inventare una storia fantastica

Quello fantastico è un genere letterario che ci concede una moltitudine di libertà a livello narrativo. Il contenuto di un racconto di questo tipo può prevedere una serie di elementi irreali e paradossali che compongono una storia misteriosa e magica....
Elementari e Medie

Come memorizzare una lezione di storia

Studiare non è di certo un compito semplice, ma nonostante tutto si tratta di un impegno con cui tutti voi avrete dovuto fare i conti almeno una volta nella vita. Come ben saprete non si finisce mai di imparare, e dunque di studiare, al fine di imparare...
Elementari e Medie

I 10 papi più influenti della storia

Nel corso della storia della Chiesa si sono succeduti centinaia di papi (ben 266!) che, nel bene o nel male, hanno influito a volte in profondità nel decorrere degli eventi dell'uomo. Papi che sono stati in grado di creare un rapporto molto forte con...
Elementari e Medie

Come insegnare la storia ai bambini

L'insegnamento può essere qualcosa di gratificante, se poi ciò viene fatto con i propri figli lo diventa ancora di più ed è una di quelle esperienze di vita che di certo non si dimenticano facilmente. La curiosità e l'essere svegli sono tra le qualità...
Elementari e Medie

Storia del Colosseo

Uno dei monumenti più belli ed importanti di Roma è senza dubbio il Colosseo. Non per nulla quando si parla dell'impero romano e della sua storia viene in mente la sua magnificenza, la sua grandezza e la vastità territoriale. L'impero romano, è stato...
Elementari e Medie

Storia: i barbari

Il termine barbari ha assunto nel corso della storia, diversi significati. In Grecia, per esempio, era riferito a quelle persone che parlavano la lingua in un modo un po' impacciato, quasi balbettando, senza alcuna connotazione dispregiativa. Nell'impero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.