Storia: Nelson Mandela e l'apartheid in Sudafrica

Tramite: O2O 21/09/2018
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Nelson Mandela nacque il 18 luglio del 1918 in Sudafrica. Il suo nome diventò leggenda grazie al premio Nobel per la pace vinto per la sua lotta contro il razzismo.
Mandela fu infatti protagonista della fine dell'apartheid, il regime di sviluppo separato che nel 1948 discriminò migliaia di neri.

Ed è qui la grandezza di Mandela: riuscì nell'impresa di far sentire tutti gli uomini uguali, non solo di fronte alla legge, ma uguali in quanto esseri umani prima di tutto.

Nelson Mandela è l'uomo simbolo dell'uguaglianza e dell'antirazzismo, e qui conoscerete la sua brillante storia.

28

Apartheid

Innanzitutto, dovete sapere che il termine "apartheid" (letteralmente divisione, separazione) nacque nell'anno 1917, venne utilizzato per la prima volta da Jan Smuts per sottolineare la superiorità razziale bianca.

Solo nel 1948, quando il National Party (Partito Nazionale) salì al potere in Sudafrica, l'apartheid venne proposto come "politica del buon vicinato" diventando un vero sistema legislativo.

Questo si sistema si tradusse in un espropriazione indebita a danno del popolo nero, il cui 90% fu privato di territorio, ricchezza, istruzione e libertà.

Tutte le persone venivano registrate e suddivise in gruppi razziali, e per riuscire ad ottenere i diritti civili era necessario dimostrare di essere figlio di entrambi genitori bianchi. Per dimostrare l'attendibilità delle proprie origini, si utilizzava il "test della matita" o "pencil test".

La matita doveva essere appoggiata alla radice del capello, e se trattenuta dai ricci, era dimostrata l'impurità della razza.

38

Contrasti: ANC

La discriminazione ha continuato per anni a generare scontenti, e ingiustizie. Per questo motivo nacquero partiti e movimenti in contrasto con la politica apartheid.
Il Congresso Nazionale Africano (ANC) è il partito sudafricano più importante, infatti ancora oggi il paese sottostà alla sua guida.
Questo partito fu fondato nel 1912, per difendere i diritti e la libertà del popolo nero. Il partito era composto da membri tradizionalisti, modernisti e furono ammesse anche le donne.
Nel 1944, grazie a Nelson Mandela nacque la lega giovanile del ANC, che permise un ricambio generazionale.

Continua la lettura
48

Nelson Mandela e la prigione

Nelson Mandela pagherà il prezzo più alto per la sua lotta al razzismo: 27 anni di prigionia.
Insieme a molti rappresentanti del partito ANC, fu arrestato con le accuse di sabotaggio e altri crimini equivalenti al tradimento.
Tutti i rappresentanti catturati, ad eccezione di uno solo (Roby Bernstein), furono condannati all'ergastolo il 12 giugno 1964.

Prima di sentire la sentenza, Mandela disse le seguenti parole: "Sono pronto a pagare la pena anche se so quanto triste e disperata sia la situazione per un africano in un carcere di questo paese. Sono stato in queste prigioni e so quanto forte sia la discriminazione, anche dietro le mura di una prigione, contro gli africani... In ogni caso queste considerazioni non distoglieranno me né altri come me dal sentiero che ho intrapreso. Per gli uomini, la libertà nella propria terra è l'apice delle proprie aspirazioni. Niente può distogliere loro da questa meta. Più potente della paura per l'inumana vita della prigione è la rabbia per le terribili condizioni nelle quali il mio popolo è soggetto fuori dalle prigioni, in questo paese... Non ho dubbi che i posteri si pronunceranno per la mia innocenza e che i criminali che dovrebbero essere portati di fronte a questa corte sono i membri del governo".

Durante i suoi anni di prigionia (26), Mandela diventò l'urlo di tutte le campagne anti-apartheid del mondo. Nel 1990, su ordine del nuovo presidente de Klerk fu rilasciato.
Lo stesso giorno in cui venne liberato tenne un discorso dalla città del Capo, nel quale sottolineava la necessità di seguire una linea di pace e riconciliazione, dimenticando l'uso della violenza.

58

Nelson Mandela Presidente

Nel 1994 ci furono le elezioni politiche.
Vinte dall'ANC, portarono al potere il primo presidente nero della storia del Sudafrica (Nelson Mandela): finalmente, il regime di segregazione razziale dell'apartheid era stato definitivamente sconfitto.


Nelson Mandela diventato presidente presiedette la transazione dal vecchio regime a quello democratico. Questa transazione fu portata avanti da un nuovo tribunale: Commissione per la verità e la Riconciliazione. E il centro della sua politica continuò a roteare attorno all'ideale di uguaglianza sostanziale.

68

Ritiro dalla vita politica

Nel 1999, Nelson Mandela abbandonò la carica di presidente, ma non abbandonando la sua lotta per i diritti sociali, civili e umani.
All'età di 85 anni, ha annunciato di volersi ritirare definitivamente dalla vita politica per passare più tempo insieme alla sua famiglia.

Il 5 dicembre 2013 Nelson Mandela morì all'età di 95 anni.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Storia: Gandhi e l'indipendenza dell'India

Il ventesimo secolo è stato sicuramente uno dei crocevia più importanti di tutta la storia dell'umanità, per via degli eventi storico-politici che l'hanno caratterizzato e anche per tutti i grandissimi cambiamenti sociali ed economici. Il Novecento...
Superiori

Le più grandi battaglie navali della storia

Il mare è stato teatro di molte contese e di molte battaglie. Quelle nazioni che nella storia sono riuscite ad avere il predominio di mari ed oceani si sono viste aprire grandi vie commerciali e di potere. Per questo motivo lungo tutto l'arco della storia...
Superiori

Storia: breve guida alla storia della pirateria

La guida che seguirà si concentrerà nel racconto della storia della pirateria, in quanto vi offrirà una breve sintesi su questo argomento interessante. Possiamo dire che i pirati siano dei personaggi che appartengono per lo più a racconti di fantasia,...
Superiori

Storia: le grandi dinastie inglesi

Se siete degli appassionati di storia studiarla e/o approfondirla sarà sicuramente molto interessante per voi. La storia vi sarà molto utile al giorno d'oggi, per accrescere la vostra cultura personale e comprendere in maniera più specifica il vostro...
Superiori

Le 5 battaglie più sanguinose della storia

La storia dell'umanità è bagnata dal sangue dei suoi caduti. Guerre, scaramucce e assedi riempiono i libri di storia e non sembrano destinate a scomparire nel breve periodo. Cercare di stilare una classifica delle 5 battaglie più sanguinose della storia...
Superiori

Breve storia dell'Impero romano

L'Impero Romano costituisce una delle fasi finali che riguardano la storia di Roma. Questo periodo storico si snoda per diversi secoli, durante i quali si susseguono numerose dinastie e tappe fondamentali che culminano poi nella caduta di Roma nel 476...
Superiori

La storia di Roma in breve

Roma, come è ben noto, possiede una storia antichissima. Secondo la tradizione la città si fondò il 21 aprile 753 a. C. e, nel corso dei suoi tre millenni di storia, può considerarsi la prima grande metropoli dell'umanità. La sua importante ed antica...
Superiori

Come studiare storia dell'arte

La storia dell'arte tratta le espressioni artistiche in relazione ai vari periodi storici. La prima volta che lo studente si approccia alla materia può trovarla difficile ed al tempo stesso noiosa. Lo studio della storia dell'arte può avvenire con metodi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.