Storia: la Seconda Repubblica Francese in breve

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La storia francese è ricca di avvenimenti che hanno mutato profondamente il Paese e dei quali ancora oggi se ne risentono i colpi. Uno di questi eventi fu l'instaurazione della seconda repubblica. Si parla di seconda repubblica anche se in effetti questa fu la vera prima repubblica. Gli storici tendono invece ad identificare col nome di "prima repubblica" il governo che assunse il potere durante la rivoluzione francese. Vediamo quindi in breve la storia della seconda repubblica francese.

26

Occorrente

  • Libro di storia
36

La crisi economica e l'inizio della rivolta

La seconda repubblica fu l'esito di una crisi economica largamente avvertita dal popolo francese. Infatti, il periodo che va dal 1845 al 1847 fu segnato da una crisi economica con chiusura di fabbriche e milioni di disoccupati. Ciò inasprì il popolo e promosse la nascita dei "banchetti", ovvero delle raccolte firme per richiedere la riforma costituzionale. Il clima divenne insostenibile quando Luigi Filippo Borbone d'Orléans, re in carica, proibì l'ennesimo banchetto. Scoppiò così una rivolta e vani furono tutti i tentativi del re Luigi di sedarla.

46

La nuova guida socialista

Il Re Luigi Filippo non poté allora fare a meno di abdicare. Venne sostituito dal nipote ma il popolo non lo accettò e venne nominato un governo provvisorio guidato da Alphonse Lamartine. Le riforme messe in campo dal governo si dimostrarono di orientamento socialista. Tra le azioni intraprese ricordiamo: abolizione della schiavitù nelle colonie, riduzione dell'orario di lavoro nelle fabbriche, abolizione della pena di morte. Vennero inoltre indette le elezioni dell'Assemblea Costituente cui poté partecipare tutta la popolazione maschile. Vennero introdotti gli opifici pubblici, in cui i cittadini rimasti senza lavoro trovarono un impiego remunerato a livello statale.

Continua la lettura
56

L'instaurazione della repubblica

L'introduzione degli opifici non portò però i benefici sperati e per questo vennero annullati. Questo fallimento determinò nuove rivolte. Il governo allora si dimise e la repressione dei rivoltosi fu compiuta da Cavaignac. Il 4 novembre venne promulgata la costituzione e nelle elezioni presidenziali di dicembre Carlo Luigi Napoleone Bonaparte, terzo figlio del re di Olanda Luigi, vinse con quasi sei milioni di voti. Tale risultato assunse il significato di un rifiuto della Repubblica dando il via alla restaurazione della monarchia. Questa venne proclamata infatti nel 1851 da Carlo Luigi Napoleone che assunse il nome di Napoleone III. Si ebbe così la fine della Seconda Repubblica di Francia e nacque al suo posto il Secondo Impero Francese.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Il Congresso di Vienna in breve

Il Congresso di Vienna fu una conferenza che si tenne tra la fine del 1814 e l'inizio del 1815 nel castello di Schoenbrunn, residenza estiva degli Asburgo, nell'allora capitale dell'Impero austriaco. Vi parteciparono le principali potenze europee dell'epoca...
Superiori

L'Unità d'Italia in breve

L'Unità d'Italia non fu facile e, gli avvenimenti storici che portarono a questa unione, si protrassero per gran parte del 1800. Caduto Napoleone, si riunì il Congresso di Vienna (1814-1815) per dare all'Europa un nuovo assetto. Esso si propose di...
Superiori

I principali compiti del Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica è il capo dello stato italiano. È un organo costituzione che viene eletto dal Parlamento e da tre rappresentati per ogni regione (fa eccezione la Valle d'Aosta con uno solo delegato). La carica durata sette anni a partire...
Superiori

La Repubblica di Weimar

In seguito alla sconfitta nella Prima Guerra Mondiale dell'esercito tedesco e alla successiva fuga dell'Imperatore, sorse un nuovo Stato in Germania, la Repubblica di Weimar. Essa permarrà dal 1919 al 1933, lasciando strascichi dello splendore culturale...
Superiori

Storia: La Repubblica di Venezia

La Repubblica di Venezia possiede una storia affascinante. Tutti gli storici italiani ed internazionali hanno cercato di comprendere come questa città avesse conseguito enormi successi in un'epoca buia per l'Italia e l'Europa, corrispondente al Medioevo....
Superiori

Rivoluzione francese: guida

Alla fine del Settecento la Francia non attraversava un buon periodo, sia dal punto di vista politico che sociale. Esisteva ancora la monarchia assoluta e la società francese era suddivisa in tre classi, chiamati anche ordini: il clero, la nobiltà e...
Superiori

Storia: la repubblica romana

Per storia della Repubblica Romana si intende il periodo storico in cui la forma di governo adottata da Roma fu la Repubblica. Tale periodo storico va dal 509 a. C. fino al 31 a. C., quando Ottaviano diede inizio all'Impero. Prima di quell'evento già...
Università e Master

L'Italia nel dopoguerra

L'italia nel dopoguerra aveva le ossa rotte, molte città erano state danneggiate e per colpa dei bombardamenti e quasi tutto era stato distrutto, non funzionavano infatti ne le reti stradali ne quelle ferroviarie. Stesso discorso era per l'agricoltura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.