Storia: la seconda guerra persiana

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La seconda guerra persiana (480-479 a. C.) si verificò durante le guerre greco-persiane, quando il re Serse I di Persia cercò di conquistare totalmente la Grecia. Tuttavia, la maggior parte delle città greche rimasero neutrali e sottoposte a Serse. Nei passi della guida a seguire saranno riportati alcuni appunti di storia riguardanti la seconda guerra persiana.

25

Inizio della guerra

La flotta alleata resistette due giorni agli attacchi persiani nella battaglia di Artemisio, ma quando la notizia li raggiunse del disastro alle Termopili, si ritirò a Salamina. Termopili, Beozia e Attica caddero, proteggendo il Peloponneso dalla conquista persiana. L'ateniese generale Temistocle riuscì ad attirare la flotta persiana nelle Stretto di Salamina che fu sonoramente battuta dalla flotta alleata. La vittoria degli Alleati a Salamina impedì una rapida conclusione all'invasione; temendo di essere intrappolato in Europa, Serse si ritirò in Asia lasciando il suo generale Mardonio per terminare la conquista dell'esercito.

35

Sviluppi

L'invasione fu una diretta risposta alla sconfitta della prima invasione persiana (492-490 a. C.), nella battaglia di Maratona che si concluse dopo diversi tentativi di Dario I nel soggiogare la Grecia. Dopo la morte di Dario I, suo figlio Serse trascorse diversi anni di pianificazione per la seconda invasione, radunando un esercito enorme e marino. Gli Ateniesi e gli Spartani guidarono la resistenza greca con circa 70 città-stato che aderirono allo "sforzo alleato". L'invasione del 480 a. C. Avvenne quando l'esercito dopo aver superato l'Ellesponto, oltrepassò la Tracia e la Macedonia nella Tessaglia e fu bloccato al passo delle Termopili, da una piccola forza alleata sotto il re Leonida I di Sparta; contemporaneamente, la flotta persiana fu bloccata da una flotta alleata presso lo stretto di Artemisio. Alla famosa battaglia delle Termopili, l'esercito alleato fu trattenuto dall'esercito persiano per sette giorni, prima di essere aggirato in un sentiero di montagna; inoltre fu intrappolato e annientato durante il passaggio dalle retroguardie.

Continua la lettura
45

Fine della guerra

Alla conseguente battaglia di Platea, la fanteria greca dimostrò la sua superiorità, infliggendo una sconfitta severa sui Persiani e uccidendo Mardonio. Lo stesso giorno attraversò il Mar Egeo una marina alleata, che distrusse i resti della flotta persiana nella battaglia di Micale. Con questa doppia sconfitta, l'invasione terminò. I greci passarono all'offensiva e la guerra giunse alla fine nel 479 a. C.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

I più grandi imperatori della storia

Fin dalle epoche più remote l'uomo è sempre stato spinto da un irrefrenabile istinto di conquista, espansione, ed esplorazione. Solo alcuni grandi sovrani e condottieri riuscirono a distinguersi per la grandezza delle loro gesta e a far emergere il...
Elementari e Medie

Storia: l'impero persiano

L'Impero Persiano era vastissimo, era composto da ben ventotto paesi ma, quello che conta di più, era civile, ben organizzato e consapevole di occupare una posizione essenziale nel mondo di allora. Non a caso gli studiosi lo hanno definito il primo impero...
Superiori

L'origine della tragedia greca

Quando si parla di tragedia greca, sono tre gli autori principali che anche chi non conosce approfonditamente l'argomento è portato a citare: Eschilo, Sofocle ed Euripide. Ma la tragedia greca è un fenomeno incredibilmente più ampio, che abbraccia...
Superiori

Appunti sulle guerre puniche

Le guerre puniche furono combattute in tre momenti diversi e videro opporsi due tra le più potenti città del mondo antico: Roma e Cartagine, con la vittoria degli italici, che spianerà loro la strada alla conquista di tutto il mediterraneo e del mondo...
Superiori

Appunti di Storia: la fine della prima guerra mondiale

In questa guida illustreremo gli Appunti di Storia inerenti la fine della prima guerra mondiale. La prima guerra mondiale finì nel 1918. I cambiamenti territoriali e politici impressi da questo primo conflitto segnarono in maniera determinante le nazioni...
Superiori

La tragedia greca: Eschilo

Momento di sviluppo, cultura e condivisione, l'avvento del teatro rappresentò un momento di svolta per la popolazione ateniese. Grazie alle opere teatrali, infatti, l'individuo veniva messo in scena e i suoi sentimenti condivisi, le credenze religiose...
Superiori

L'Unità d'Italia in breve

L'Unità d'Italia non fu facile e, gli avvenimenti storici che portarono a questa unione, si protrassero per gran parte del 1800. Caduto Napoleone, si riunì il Congresso di Vienna (1814-1815) per dare all'Europa un nuovo assetto. Esso si propose di...
Superiori

Storia: l'impero di Alessandro Magno

Tutti i libri di storia narrano le gesta epiche di un personaggio che ancora oggigiorno è considerato e ricordato come uno dei più guerrieri valorosi e conquistatori di tutti i tempi. Stiamo parlando di Alessandro Magno. Egli nacque a Pella, che era...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.