Storia: la ricostruzione nell'Italia reppubblicana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Guerra Fredda che si inasprì, provocò la caduta del Governo Italiano che era presieduto da Parri Ferruccio e che, nel dicembre dell'anno 1945, venne sostituito da Alcide De Gasperi, democristiano. Quest'ultimo, affidò il ministero della giustizia al comunista Togliatti Palmiro. Il 2 giugno del 1946, dopo vari rinvii, fu indetto il Referendum Istituzionale, dove l'elettorato fu a favore della Repubblica con dodici milioni di voti a maggioranza. I voti monarchici furono raccolti, in gran parte nelle isole e nel Mezzogiorno, in cui la lotta antifascista e partigiana influenzò poco le regioni del Sud. In questo periodo di storia, le forze politiche si impegnarono assai per la ricostruzione dell'Italia Reppubblicana.

26

Elezioni

Il capo provvisorio della Repubblica diventò Enrico De Nicola, poi dopo qualche incertezza, il Re Umberto di Savoia, andò via dall'Italia. Ecco che, nel dopoguerra, vi furono le prime elezioni politiche alle quali per la prima volta potevano partecipare anche le donne. L’ Assemblea Costituente, che doveva elaborare una Costituzione nuova, era composta da:
- 115 socialisti;
- 104 comunisti;
- 207 rappresentanti democristiani;
- 130 laici-risorgimentali.
Negli anni a seguire, i governi capeggiati di continuo da De Gasperi fino all'anno del 1953, si impegnarono nell’opera di ricostruzione del sistema economico e dell’ordinamento socio-politico che i protagonisti della Resistenza avrebbero voluto rinnovare profondamente, intanto alla presidenza della Repubblica venivano eletti Giovanni Gronchi ed il liberale Luigi Einaudi. Le tendenze conservatrici ebbero il sopravvento. Esse erano favorite dal clima di contrapposizione rigida del mondo in due blocchi.

36

Lotte sociali

Negli anni dal 1948 al 1953, la vita politiche si svolse in Italia con un clima di continue lotte sociali che via via si sfociarono in scontri sanguinosi tra manifestanti e polizia. Ricordiamo le tappe che segnarono la ricostruzione del Paese:
- 1° l’ adesione al Piano Marshall, anno 1948. Esso era finanziato dagli USA per sostenere le economie dei Paesi occidentali;
- 2° l'entrata dell’Italia nel Mercato Comune Europeo nel 1957;
- 3° l’istituzione della Cassa per il Mezzogiorno;
- 4° la ristrutturazione dell’IRI cioè: Istituto per la Ricostruzione Industriale;
- 5° la costituzione dell’ENI (Ente Nazionale Idrocarburi).

Continua la lettura
46

De Gasperi

In questo periodo iniziò a prendere piede l'Europa Unita e De Gasperi era tra i più sostenitori appassionati dell'idea europeista. A iniziare dall'anno 1953, iniziò un ciclo nuovo della politica centrista, tutto sotto la pressione delle forze della DC e della sinistra. A tutto questo contribuì il risultato delle elezioni fatte sempre nel 1953, dove il PSI e PCI migliorarono le loro posizione sensibilmente. Dal Parlamento, De Gasperi fece approvare una legge nuova elettorale maggioritaria, chiamata legge truffa, che dichiarava che il partito che aveva ottenuto il 50,01% dei voti avrebbe avuto di conseguenza il 65% dei seggi nella Camera dei Deputati.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Storia della Seconda Repubblica in Italia

Storia della Seconda Repubblica in Italia. Con il termine Seconda Repubblica si indica il nuovo assetto politico che si costituì in Italia a partire dal 1992-94; in questo lasso di tempo vi furono importanti novità e cambiamenti nella politica italiana....
Superiori

Parlamento: come é composto

Il Parlamento della Repubblica Italiana è il principale organo rappresentativo e legislativo dello Stato. È diviso in due Camere: la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica. Il sistema parlamentare italiano è caratterizzato da quello che si...
Superiori

Tutte le legislature della Repubblica Italiana

Non a caso la giornata del 25 aprile, detta anche giornata della Liberazione italiana, è diventata festa nazionale, fu proprio in quel giorno infatti che si riunì un'assemblea costituente. Precisamente correva l'anno 1946 e compito dell'assemblea era...
Superiori

10 date storiche da ricordare

Non tutti hanno buona memoria e sicuramente durante gli anni scolastici e universitari le date sono state un incubo un poco per tutti gli studenti. Quindi sarà sicuramente capitato a tutti di non saper rispondere alla famosa domanda "in che anno è successo...?"....
Lingue

Appunti di fonetica cinese

Il cinese (汉语汉语o, Hànyǔ) è un gruppo di varietà linguistiche correlate, molte delle quali sono mutuamente intelligibili. Originariamente il linguaggio degli Han in Cina, costituiva uno dei rami principali della famiglia linguistica sino- tibetana,...
Superiori

Storia: il Piano Marshall

L'European Recovery Program, meglio conosciuto come Piano Marshall, è un piano di interventi politico-economici varato nel 1947 dagli Stati Uniti e diretto a coinvolgere direttamente Washington nella ricostruzione dell'Europa post bellica. In effetti...
Superiori

I principali compiti del Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica è il capo dello stato italiano. È un organo costituzione che viene eletto dal Parlamento e da tre rappresentati per ogni regione (fa eccezione la Valle d'Aosta con uno solo delegato). La carica durata sette anni a partire...
Superiori

Breve storia sulla Costituzione italiana

La Costituzione della Repubblica Italiana è stata emanata il 22 dicembre 1947 tramite una votazione. Il risultato è stato: 453 voti a favore e 62 contro. Il testo è stato modificato successivamente per ben 15 volte ed è stato promulgato con un'edizione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.