Storia: la presa della Bastiglia

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La presa della Bastiglia, avvenuta in Francia, fu un punto cruciale per la storia francese. Si tratta di un evento che ebbe un enorme impatto, dando di fatto il via alla rivoluzione violenta conosciuta ai giorni d'oggi. Infatti la Bastiglia, che era una fortezza-prigione, diventò ben presto il simbolo dell' Ancien Régime. Nella seguente guida, passo dopo passo, vi daremo maggiori informazioni in merito al suddetto evento storico: la presa della Bastiglia.

25

Evento scatenante

Anche se la presa della Bastiglia avvenne il 14 Luglio 1789, ci furono dei fatti nei giorni antecedenti che causarono questa rivolta. L'11 luglio infatti, Luigi XVI, nonostante avesse eseguito il giuramento della pallacorda, nel quale fu stabilito che gli Stati Generali si sarebbero dovuti riunire per stendere la nuova Costituzione, cercò di ottenere lo scioglimento di questi ultimi. Sempre lo stesso giorno il Re destituì il ministro delle finanze Jacques Necker, inviso da parte di alcune persone della corte, a causa di alcune sue idee filo-popolari, accrescendo così il malcontento nella popolazione.

35

Presa della Bastiglia

Una volta che il popolo penetrò nella Bastiglia, parte delle guardie ostili trovate sulla strada vennero trucidate e la stessa sorte la dovette subire anche Bernard-René Jordan de Launay, il quale venne linciato e decapitato (la sua testa venne portata in giro per le vie della città come trofeo). La presa della Bastiglia finì per decretare, per la prima volta nella storia, l'entrata della violenza all'interno della lotta politica. Il giorno successivo venne creata infine la Guardia Nazionale, che ebbe il compito di impedire ogni tentativo anti-rivoluzionario, difendendo al tempo stesso l'Assemblea e l'ordine pubblico. Con la presa della Bastiglia ebbe anche inizio il periodo storico, che è conosciuto come La Grande Paura, dal momento che i conventi, i palazzi nobiliari e i castelli vennero presi d'assalto dalla popolazione proletaria.

Continua la lettura
45

Conseguenze dell'evento

A seguito della mossa del re di schierare le truppe tutte intorno alla Bastiglia, il popolo nella notte tra il 12 ed il 13 luglio, bruciò le caselle dei dazi. La mattina del 14 Luglio, il popolo invase l''Hôtel des Invalides per procurarsi delle armi, senza riuscire però a trovare la polvere da sparo, che era stata gelosamente custodita all'interno della Bastiglia. Per riuscire ad ottenere la polvere da sparo, il popolo decise di assalire la Bastiglia, (che era da sempre vista come simbolo del potere monarchico) e fu così che, verso le 13.30, il popolo stava penetrò al suo interno. Nel frattempo all'interno Bernard-René Jordan de Launay cercò di negoziare con i rappresentanti del popolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Storia: Enrico IV di Borbone

Enrico IV di Borbone è stato il primo discendente della dinastia francese dei Borboni. Questo personaggio è nato nel 1533 nella località di Pau, ed è morto assassinato a Parigi nel 1610. È soprannominato Enrico il Grande, nonché il "vert galant"....
Superiori

L'Unità d'Italia in breve

L'Unità d'Italia non fu facile e, gli avvenimenti storici che portarono a questa unione, si protrassero per gran parte del 1800. Caduto Napoleone, si riunì il Congresso di Vienna (1814-1815) per dare all'Europa un nuovo assetto. Esso si propose di...
Superiori

Storia: il papato di Avignone

Come voi lettori e lettrici probabilmente ben saprete, Avignone è una bellissima ed antica città della Francia, dall’aspetto in gran parte antico ed è celebre per essere stata (durante il lontano quattordicesimo secolo dopo Cristo) residenza dei...
Superiori

Il medioevo in Europa: appunti

Per molto tempo il Medioevo è stato considerato un periodo buio della storia europeo, tormentato da guerre, epidemie e regresso scientifico: in realtà, quanto questa affermazione sia sbagliata lo dimostra il fatto che, proprio durante il Medioevo, si...
Superiori

Cesare: vita e opere

Caio Giulio Cesare è stato uno stratega e generale romano che affascinava il popolo con il suo carisma e la sua abilità oratoria. Insieme alla bravura nell'arte della guerra, il condottiero Cesare fu anche un abilissimo scrittore e un esperto dell'amministrazione...
Elementari e Medie

Appunti di storia: i franchi e il feudalesimo

In questa guida, vogliamo proporvi dei veri e propri appunti di storia e nello specifico vogliamo aiutarvi a capire ed anche a studiare, nella maniera più corretta possibile, i Franchi ed anche il Feudalesimo, in modo da poterlo memorizzare con estrema...
Superiori

Le cause della Prima Guerra Mondiale

La pace e la spensieratezza della bella époque purtroppo si basavano su un equilibrio politico instabile. Numerosi motivi di rivalità creavano divergenze tra le grandi potenze europee. I popoli dei grandi imperi etnici, erano in tumulto, perché desideravano...
Superiori

Appunti di storia: i Fenici

I Fenici furono uno dei popoli principali dell'area del Mediterraneo, che si stanziò grossomodo intorno al 1200 Avanti Cristo nel territorio dell'attuale Libano. Ancora oggi, usufruiamo di tante invenzioni dei Fenici, che si videro inglobati dalla conquista...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.