Storia: il primo concilio di Costantinopoli

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il primo Concilio di Costantinopoli (381), noto anche come il Concilio Ecumenico, fu un raduno di 150 vescovi per lo più orientali, convocati dall'imperatore Teodosio I per confermare il suo precedente decreto a sostegno della dottrina del Concilio di Nicea, che era caduta sotto i regni dei suoi predecessori. Il Consiglio ha trattato ha fondamentalmente risolto la controversia trinitaria che aveva diviso l'impero fin dai tempi di Costantino il Grande. Anche se il Consiglio ha rappresentato il trionfo della storia nicena sull'arianesimo per quanto riguarda la dottrina della Trinità, non è stato in grado di creare l'unità teologica; e presto nuove questioni emersero, in particolare quelle sulla cristologia. Quello di Costantinopoli è riconosciuto come un concilio ecumenico legittimo della Chiesa Assira d'Oriente, degli ortodossi orientali, dei cattolici romani e di una serie di altri gruppi cristiani occidentali.

24

Quando Teodosio salì al trono imperiale nel 380 d. C., iniziò una campagna per portare la Chiesa d'Oriente al credo niceno-cristiano. Egli voleva unificare ulteriormente l'intero impero dietro la posizione ortodossa, così decise di convocare un concilio per risolvere le questioni della fede e della disciplina. Gregorio Nazianzeno, vescovo di Costantinopoli, era dello stesso parere, volendo unificare il Cristianesimo. Così, nella primavera del 381, fu convocato il Concilio Ecumenico di Costantinopoli.

34

Il concilio ha promulgato 4 canoni disciplinari: il primo canone era contro l'eresia ariana e le sue sette; il secondo era volto a limitare il potere dei vescovi entro i confini fissi; il terzo classificava la sede di Costantinopoli come una "seconda Roma"; il quarto canone invalidò la condanna di Massimo e dei suoi seguaci. Il secondo ed il quarto canone miravano a porre fine alla esaltazione da parte della sede di Alessandria. I seguenti due canoni furono istituiti al sinodo che si era riunito a Costantinopoli nel 382. Infine, il settimo canone era un estratto di una lettera che la chiesa di Costantinopoli inviò al Martirio di Antiochia.

Continua la lettura
44

In particolare, questo Concilio ha esteso il terzo articolo del Credo che ha fare con lo Spirito Santo, affermando che lui è "il Signore che dà la vita e viene dal Padre, con il Padre e il Figlio che è adorato e glorificato". La decisione del Concilio sullo Spirito Santo ha dato l'approvazione ufficiale al concetto della Trinità. Il Primo Concilio di Costantinopoli si concluse il 9 luglio 381.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

I 10 papi più influenti della storia

Nel corso della storia della Chiesa si sono succeduti centinaia di papi (ben 266!) che, nel bene o nel male, hanno influito a volte in profondità nel decorrere degli eventi dell'uomo. Papi che sono stati in grado di creare un rapporto molto forte con...
Elementari e Medie

Appunti di storia: la prima guerra balcanica

All'interno di questa guida, andremo a trattare un tema molto importante all'interno della Storia del 1900, le guerre balcaniche. Nello specifico, ci dedicheremo alla prima guerra balcanica, cercando di fornire un riassunto che abbia all'interno tutti...
Elementari e Medie

Appunti di storia: il regno visigoto

Tra il V e l'VIII secolo d. C. In Europa occidentale, precisamente tra il sud-ovest della Francia e il nord-ovest della Penisola Iberica, si sviluppò il regno visigoto. Esso fu uno degli stati che succedettero all'Impero Romano e fu inizialmente creato...
Elementari e Medie

Come studiare la storia

Se si incontrano delle difficoltà nello studio della storia perché è difficile ricordare date, nomi di battaglie, generali e politici non bisogna disperare in quanto esiste una soluzione per tutto. La storia è molto importante; essa permette di conoscere...
Elementari e Medie

I principali errori in un tema di storia

Quando si scrive su di un qualunque argomento non è mai così semplice come appare. Infatti capita molte volte di conoscere bene il fatto da descrivere, ma nel momento in cui le idee o i ricordi devono essere espressi con la scrittura, i dubbi e le incertezze...
Elementari e Medie

Come aiutare i bambini a studiare storia

Aiutare i bambini a studiare ed a svolgere i compiti per la scuola non è sempre necessario: alcuni bambini riescono, fin dai primi anni della scuola elementare, a sviluppare un proprio, semplice metodo di studio, con il supporto e le direttive dell'insegnante....
Elementari e Medie

Come inventare una storia fantastica

Quello fantastico è un genere letterario che ci concede una moltitudine di libertà a livello narrativo. Il contenuto di un racconto di questo tipo può prevedere una serie di elementi irreali e paradossali che compongono una storia misteriosa e magica....
Elementari e Medie

Come memorizzare una lezione di storia

Studiare non è di certo un compito semplice, ma nonostante tutto si tratta di un impegno con cui tutti voi avrete dovuto fare i conti almeno una volta nella vita. Come ben saprete non si finisce mai di imparare, e dunque di studiare, al fine di imparare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.