Storia: i popoli della Mesopotamia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Mesopotamia è quella parte di territorio compresa tra due fiumi, ovvero il Tigri e l'Eufrate. In tempi veramente antichi godeva di una posizione privilegiata e favorì la nascita delle prime comunità agricole della storia. Le civiltà mesopotamiche fiorirono in una zona del Vicino Oriente e più precisamente in quella parte di territorio, meglio conosciuta con il nome di "mezzaluna fertile". Vediamo a tal proposito, nella guida che segue, alcuni appunti su quattro popoli che diedero vita alle cosiddette civiltà mesopotamiche.

26

Occorrente

  • Libro di storia
36

I Sumeri si insediarono in Mesopotamia

I Sumeri, popolo la cui origine risulta tuttora sconosciuta vissero tra il IV e il III millennio a. C. Proprio in Mesopotamia. Nonostante la scoperta della civiltà sumera sia avvenuta in epoca piuttosto recente, grande fu l'importanza di questo popolo. Il territorio ricco e fecondo contribuì infatti al loro rapido sviluppo e alla nascita di una vera e propria civiltà urbana, che di lì in poi avrebbe caratterizzato anche le successive popolazioni. Ben presto essi impararono a controllare le piene dei fiumi, costruendo argini e canali, e trasformarono così le zone limitrofe in campagne fiorenti. Ciò favorì la nascita delle prime città della storia: Ur e Uruk, luoghi simbolo della civiltà sumera, erano città-stato basate sull'autonomia e all'autogoverno dei singoli centri.

46

I Babilonesi succedettero gli Accadi

Gli Accadi furono un'antica popolazione semita che si stanziò in Mesopotamia nel III millennio a. C., dopo aver invaso il territorio abitato dai Sumeri. Essi diedero vita ad un potente impero che minò la tradizionale indipendenza che aveva caratterizzato fin dagli albori le città sumere. I Babilonesi, i cui re raccolsero l'eredità lasciata dai Sumeri, durante il II millennio a. C. Diventarono un popolo ricco e potente, estendendo il loro dominio non solo sull'intera Mesopotamia, ma anche sulla Siria. Uno dei sovrani più rappresentativi di questo popolo fu Hammurabi, che riuscì nel 1800 a. C. A costituire un grande regno grazie anche alla stesura del suo celebre codice, ovvero una raccolta completa di leggi incisa in una colonna di marmo nero di inestimabile valore.

Continua la lettura
56

Infine si collocarono in Mesopotamia gli Assiri

Alla fine del III millennio a. C. La regione dell'Assiria, corrispondente all'odierna Iraq, fu colonizzata da una popolazione semitica imparentata con i Babilonesi, che presero il loro nome dall'antica città di Assur. L'impero assiro fu uno dei più imponenti dell'intera "mezzaluna fertile", andando a dominare anche sull'Egitto e sull'Anatolia. Gli Assiri sono tutt'ora noti per la loro ferocia in combattimento e per le trucidazioni compiute sugli sconfitti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Storia: i barbari

Il termine barbari ha assunto nel corso della storia, diversi significati. In Grecia, per esempio, era riferito a quelle persone che parlavano la lingua in un modo un po' impacciato, quasi balbettando, senza alcuna connotazione dispregiativa. Nell'impero...
Elementari e Medie

Appunti di storia: i Sumeri

Studiare la storia è sicuramente per chi piace un qualcosa di molto bello ed appassionante. In molte infatti sono le civiltà degne di stima e considerazione che hanno portato un proprio contributo al progresso dell'umanità, tra di queste spicca certamente...
Elementari e Medie

Storia: le invasioni barbariche

Le invasioni barbariche sono state un periodo storico che si sviluppò dal terzo secolo dopo Cristo per più di trecento anni. I barbari erano popoli provenienti dalle aree nord Europee della Francia e della Germania che scesero in Italia a caccia di...
Elementari e Medie

I principali errori in un tema di storia

Quando si scrive su di un qualunque argomento non è mai così semplice come appare. Infatti capita molte volte di conoscere bene il fatto da descrivere, ma nel momento in cui le idee o i ricordi devono essere espressi con la scrittura, i dubbi e le incertezze...
Elementari e Medie

Storia: il declino dell'Impero Romano

In questa guida più che occuparci della storia e delle vicissitudini più varie dell'Impero romano ci occuperemo del suo declino, delle cause che hanno portato al dissolvimento di questo enorme potere, che ci ha lasciato però strascichi positivi in...
Elementari e Medie

Appunti di storia: i Medi

I Medi erano un antico popolo iraniano che vivevano in una regione conosciuta come "media". Precisamente, questa zona corrisponde all'attuale nord-ovest dell'Iran ed al sud-est della Turchia. Questa popolazione parlava una lingua iranica nord-occidentale,...
Elementari e Medie

Storia: l'impero degli Asburgo

L'aquila simbolo della forza militare di Roma antica e poi del potere di Carlo Magno restauratore del Sacro Romano Impero e dei suoi successori, campeggio sullo stemma degli Asburgo, la cui storia si intreccia con quella dei principali stati europei dal...
Elementari e Medie

Come studiare la storia

Se si incontrano delle difficoltà nello studio della storia perché è difficile ricordare date, nomi di battaglie, generali e politici non bisogna disperare in quanto esiste una soluzione per tutto. La storia è molto importante; essa permette di conoscere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.