Storia: fascismo e nazismo

Tramite: O2O 15/08/2015
Difficoltà: media
15
Introduzione

Nazismo e fascismo nascono basandosi sulle stesse ideologie e pertanto mostrano alcune caratteristiche comuni. Erroneamente spesso i termini vengono utilizzati come sinonimi l'uno dell'altro, le differenze tra le due ideologie sono determinanti e li rendono due correnti di pensiero completamente differenti. Di seguito brevi cenni della storia delle due ideologie.

25

Il NAZISMO nacque in Germania e nel 1933 l'esponente massimo di questa ideologia salì al potere: Adolf Hitler. Sebbene ponesse le sue basi sul pensiero fascista, il nazismo non considerava lo Stato come ente supremo, bensì come un mezzo che potesse permettere il raggiungimento della supremazia della razza. Come ben deducibile da motto "Ein Völk, Ein Reich, Ein Führer" (un solo popolo, un solo stato, un'unica guida politica), il nazismo puntava all'unificazione dei popoli germanici sotto la guida della dittatura di Hitler, che considerava le piccole comunità religiose, gli stranieri, le minoranza etniche, etc. Come elementi che rendevano "debole" il paese e che andavano quindi eliminati. In seguito l'ideologia della razza suprema si evolse esplodendo nella ricerca di una razza pura, la razza ariana, con i noti tratti fisici nordici, gli occhi azzurri ed i capelli biondi.

35

Il razzismo, nato nella Germania nazista si diffuse anche in Italia verso la fine degli anni '30. Mussolini continuò ad esprimere pubblicamente la sua benevolenza nei confronti ebrei residenti in Italia, descrivendoli come cittadini modello e valorosi soldati e accolse i profughi ebrei fuggiti dallo sterminio e dalle persecuzioni in atto in Germania, nonostante su alcuni giornali fascisti iniziarono a comparire tesi secondo le quali gli ebrei volevano "conquistare il dominio del mondo". La questione ebraica rimase ambigua per molti anni, finché nel 1938 anche lo stato italiano prese la sua posizione emanando una serie di leggi discriminatorie nei confronti degli ebrei, sostenendo che gli italiani appartenevano alla razza ariana e che non doveva essere "contaminata" dagli ebrei, allineandosi con il pensiero nazista.

Continua la lettura
45

Il FASCISMO nacque in Italia nel XX secolo come partito sindacale promosso e ideato da Benito Mussolini. Con la "Marcia su Roma" (1922) e in seguito a pressioni e ricatti sul governo e la monarchia, al fascismo fu riconosciuta l'identità di partito da Re Vittorio Emanuele III. Dopo alcuni anni il fascismo si impose come dittatura (1925), utilizzando la forza e la violenza per mantenere il controllo sulla popolazione: secondo l'ideologia fascista lo Stato era un'entità suprema ed il popolo era obbligato ad omologarsi alla cultura dominante, rinunciando alla propria individualità, ai propri pensieri e alle proprie idee. Lo Stato si pose anche come forza economica, eliminando le attività private e rendendole pubbliche.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

I personaggi del Fascismo

Il Fascismo è stato un movimento politico italiano che si è formato in partito nel 1921 e è diventato un regime totalitario dal 1922 fino al 1943.Sicuramente l'esponente del fascismo più famoso è il suo fondatore e capo indiscusso Benito Mussolini,...
Superiori

Le conseguenze della caduta del fascismo in Italia

Le conseguenze della caduta del Fascismo in Italia furono dapprima molto gravi visto che coincidevano con le conseguenze di una guerra catastrofica che fu la Seconda Guerra Mondiale. Il Fascismo cadde ufficialmente nel 1943 con l'arrivo degli Alleati...
Superiori

Storia: il patto di Londra

Il Patto di Londra fu un trattato segreto, stipulato il 26 Aprile 1915, tra l'Italia e i governi della Triplice Intesa (Gran Bretagna, Francia, Russia) poco dopo lo scoppio della Prima Guerra Mondiale (luglio 1914). Con tale documento, l'Italia tradiva...
Superiori

Le 5 battaglie più sanguinose della storia

La storia dell'umanità è bagnata dal sangue dei suoi caduti. Guerre, scaramucce e assedi riempiono i libri di storia e non sembrano destinate a scomparire nel breve periodo. Cercare di stilare una classifica delle 5 battaglie più sanguinose della storia...
Superiori

La storia di Roma in breve

Roma, come è ben noto, possiede una storia antichissima. Secondo la tradizione la città si fondò il 21 aprile 753 a. C. e, nel corso dei suoi tre millenni di storia, può considerarsi la prima grande metropoli dell'umanità. La sua importante ed antica...
Superiori

Come studiare storia dell'arte

La storia dell'arte tratta le espressioni artistiche in relazione ai vari periodi storici. La prima volta che lo studente si approccia alla materia può trovarla difficile ed al tempo stesso noiosa. Lo studio della storia dell'arte può avvenire con metodi...
Superiori

Storia: la repubblica romana

Per storia della Repubblica Romana si intende il periodo storico in cui la forma di governo adottata da Roma fu la Repubblica. Tale periodo storico va dal 509 a. C. fino al 31 a. C., quando Ottaviano diede inizio all'Impero. Prima di quell'evento già...
Superiori

Breve storia dell'Impero romano

L'Impero Romano costituisce una delle fasi finali che riguardano la storia di Roma. Questo periodo storico si snoda per diversi secoli, durante i quali si susseguono numerose dinastie e tappe fondamentali che culminano poi nella caduta di Roma nel 476...