Storia ed evoluzione della lingua italiana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La lingua italiana, come tutti già sapranno, deriva dal latino, che a sua volta fa parte del ceppo indoeuropeo e appartenente a popoli che approdarono nella nostra penisola circa duemila anni prima di Cristo. Dopo essere riuscito a soppiantare dialetti locali quali il ligure, l'etrusco e anche il greco, diffuso nel sud della penisola, divenne il principale linguaggio nell'epoca romana. L'evoluzione da quel periodo in poi viene supportata da testimonianze scritte, che non danno indicazioni sull'effettiva pronuncia. Ovviamente il popolo usava termini diversi da quelli dei ceti superiori. Vediamo, quindi, la storia ed evoluzione della lingua italiana.

26

Latino e volgare

Verso la fine del primo millennio dopo Cristo, le invasioni dei barbari nel nord e nel sud della penisola e il loro dominio durato circa duecento anni avrebbero dovuto introdurre dei vocaboli nuovi, cosa che però non avvenne. Nel XII secolo la Chiesa parlava un latino erudito condiviso da pochi letterati, ben diverso dalla lingua di uso corrente, il volgare, che si trovava su atti notarili e documenti vari, e gli scrittori cominciarono a farne uso.

36

L'importanza del dialetto fiorentino

La scuola poetica siciliana è precedente e diffusa oltre i confini dell'isola. Nel Trecento la lingua italiana, con pochi strascichi siculi, venne rappresentata dal dialetto toscano, più precisamente dal fiorentino, sia nel parlato che nello scritto. Una quantità considerevole di autori si susseguirono apportando il loro prezioso contributo: il primo è Dante Alighieri, al quale fanno seguito, fra gli altri, in ordine cronologico, Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio e Niccolò Machiavelli. Il legame con il capoluogo toscano non viene più menzionato. Il nuovo modo di parlare e scrivere è entrato di diritto a rappresentare l'Italia, pur con tutte le divisioni politiche ancora in atto.

Continua la lettura
46

L'introduzione dell'obbligo scolastico

Nel corso del tempo ci furono variazioni poco significative nell'uso delle parole, ma come già accaduto ai tempi dei romani fino agli inizi del Novecento, la lingua scritta non ha coinciso con quella parlata. I dialetti locali furono sicuramente i linguaggi più diffusi, l'analfabetismo raggiunse punte elevatissime e ben pochi sapevano leggere. Anche le persone con un certo livello di cultura si trovavano costrette a parlare in modo popolare per farsi capire. Ma con l'introduzione dell'obbligo scolastico fortunatamente la situazione andò pian piano migliorando, e oggi quasi tutta la popolazione si esprime in maniera corretta.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lo studio e la conoscenza sono alla base di tutto. Non esistono scorciatoie che possano in qualche modo aiutarvi. Per cui studiate con concentrazione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti: evoluzione della specie

La parola evoluzione deriva dal latino evolutionem che significa svolgimento e sta ad indicare proprio il divenire che caratterizza l'azione di un'evoluzione. In modo più specifico indica la trasformazione degli esseri viventi inferiori e rudimentali...
Università e Master

Appunti di paleografia latina

La paleografia è la scienza che studia le origini e la storia della scrittura. Grazie a questa scienza siamo riusciti a scoprire testimonianze della maggior parte della storia che, ancora oggi ci consente di avere del le certezze sul nostro passato remoto....
Università e Master

Appunti: storia della lingua italiana

I secoli dell'Alto Medioevo sono caratterizzati dalla nascita delle lingue neolatine. La lingua italiana fa parte del gruppo delle lingue romanze e della famiglia delle lingue indo-europee. È la discendente diretta del latino parlato dai Romani ed è...
Superiori

La teoria dell'evoluzione

Animali e pianti sono organismi viventi, suddivisi in ordini e in famiglie. La loro classificazione è possibile perché esistono le specie che raggruppano gli essere viventi, in modo più o meno omogeneo. Tramite la teoria dell'evoluzione della specie,...
Superiori

Appunti di greco

La lingua greca ha una storia millenaria alle sue spalle. In circa 3.500 anni, ha subito molteplici evoluzioni ed ha originato dei dialetti distinti, nel tempo e nello spazio. Precisamente, le fasi linguistiche vanno dal greco antico a quello moderno...
Università e Master

Teorema ergodico: dimostrazione

Non è facile dare una semplice definizione di teoria ergodica perché utilizza le tecniche e gli esempi da molti campi quali la teoria delle probabilità, statistica meccanica, teoria dei numeri, campi vettoriali su varietà, le azioni del gruppo di...
Superiori

Breve storia della guerra di secessione americana

Il primo esempio di conflitto totale si ebbe con la guerra di secessione americana; questo perché furono coinvolti milioni di soldati, alcuni dei quali privi di alcun tipo di addestramento, con la conseguente morte per migliaia di essi. Con l'evoluzione...
Università e Master

Herbert Spencer: i concetti base del suo pensiero

Nel 1820 nasceva nel Regno Unito Herbert Spencer, destinato a diventare uno dei più importanti filosofi sostenitori dell'evoluzionismo, corrente filosofica a cui aderì già nel 1851. La prima attività di Herbert fu quella di giornalista, diventando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.