Storia della Seconda Repubblica in Italia

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Storia della Seconda Repubblica in Italia. Con il termine Seconda Repubblica si indica il nuovo assetto politico che si costituì in Italia a partire dal 1992-94; in questo lasso di tempo vi furono importanti novità e cambiamenti nella politica italiana. La situazione economica del Paese era negativa, le imprese italiane perdevano competitività, vi era un aumento dell’immigrazione, vi era un aumento della criminalità organizzata in Sicilia, Campania, Calabria. Sul piano politico, la novità di quegli anni fu caratterizzata dalla trasformazione del partito comunista nel nuovo Partito democratico della sinistra (Pds), dal segretario Achille Occhetto. Sull’opposto versante politico, si consolidò, nel Settentrione, i movimenti regionalisti, come la Lega Lombarda, fondata da Umberto Bossi. Fonte (G. Sabbatucci - V. Vidotto, Il mondo contemporaneo, dal 1848 a oggi. Editori la terza, 2006, Roma-Bari).

24

Amato

Il governo Amato si impegnò a moralizzare la politica e cercò di introdurre un nuovo sistema maggioritario uninominale, ma vide l’opposizione dei partiti; così nell’aprile del 1993, i cittadini approvarono con un referendum a larghissima maggioranza, il sistema uninominale maggioritario al Senato e alla Camera, che prevedeva una quota di seggi pari al 25%. Ma la novità politica di quegli anni fu, l’entrata nella scena politica dell’imprenditore televisivo Silvio Berlusconi, il quale poteva contare sulla sua larghissima popolarità legata ai suoi successi di imprenditore. Nel giro di qualche mese, fondò un proprio partito, Forza Italia; le elezioni del marzo del ’94 decretarono il successo di Berlusconi e delle forze politiche alleate come: la Lega, Alleanza nazionale (G. Fini), del Ccd e altri esponenti del centro. Ma l’anomalia di un presidente del Consiglio grande imprenditore e proprietario della maggiori reti televisive private, lo costrinsero a dimettersi. Fonte (G. Sabbatucci - V. Vidotto, Il mondo contemporaneo, dal 1848 a oggi. Editori la terza, 2006, Roma-Bari).

34

Lamberto Dini

Nel gennaio del ’95, venne nominato Lamberto Dini nuovo presidente del Consiglio. Nel febbraio dello stesso anno, scende in campo Romano Prodi, che si candidò come antagonista di Berlusconi e leader di una nuova alleanza di centro-sinistra (l’Ulivo). Le elezioni del ’96 videro la vittoria del centro-sinistra di Prodi, che cercò di risolvere l’insieme dei problemi irrisolti del paese, per far sì che l’Italia potesse rientrare nel Sistema monetario europeo alla fine del ’96. Nell’ottobre del ’98 Rifondazione Comunista sfiduciò il governo Prodi che fu costretto a dimettersi, e il nuovo governo di centro-sinistra fu presieduto da D’Alema. Nel 2000, dopo la sconfitta elettorale nelle regionali, a D’Alema succedette G. Amato, che fece approvare un importante legge costituzionale che ampliò i poteri decisionali alle regioni ed enti locali. Le elezioni politiche del 2001 videro come vincitori nuovamente la coalizione guidata da Silvio Berlusconi. Fonte (G. Sabbatucci - V. Vidotto, Il mondo contemporaneo, dal 1848 a oggi. Editori la terza, 2006, Roma-Bari).

Continua la lettura
44

Stabilità del governo

Le forze politiche presero in considerazione, l’idea di una nuova legge elettorale capace di dare maggiore stabilità al governo. Un grande riformista fu il presidente della repubblica Cossiga, che nel febbraio del 1992, decise di sciogliere le Camere con un lieve anticipo dalla fine della legislatura. Le elezioni, registrarono molte novità, come la sconfitta del Dc (Democrazia Cristiana) e il Pds (Partito democratico della sinistra), mentre sancirono la vittoria di nuove forze politiche come la Lega Nord che ottenne l’8,6% dei voti. Il 25 maggio del 1992 con un ampia maggioranza venne eletto il presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, democristiano, conosciuto per il suo rigore morale. In quell’anno un gravissimo scandalo (Tangentopoli) stava per abbattersi su un numeroso gruppo di politici del (Dc e Psi), accusati di aver preteso e ottenuto tangenti per la concessione di appalti pubblici. Dopo le dimissioni del presidente del consiglio Craxi (a causa delle indagini che lo avevano investito), Scalfaro affidò l’incarico di formare il nuovo governo a un altro socialista, Giuliano Amato. Fonte (G. Sabbatucci - V. Vidotto, Il mondo contemporaneo, dal 1848 a oggi. Editori la terza, 2006, Roma-Bari).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Storia: La Repubblica di Venezia

La Repubblica di Venezia possiede una storia affascinante. Tutti gli storici italiani ed internazionali hanno cercato di comprendere come questa città avesse conseguito enormi successi in un'epoca buia per l'Italia e l'Europa, corrispondente al Medioevo....
Superiori

Storia: la Seconda Repubblica Francese in breve

La storia francese è ricca di avvenimenti che hanno mutato profondamente il Paese e dei quali ancora oggi se ne risentono i colpi. Uno di questi eventi fu l'instaurazione della seconda repubblica. Si parla di seconda repubblica anche se in effetti questa...
Superiori

Storia: la dominazione spagnola in Italia

La storia della dominazione spagnola in Italia iniziò ufficialmente nel 1559 con la pace di Cateau-Cambrésis attraverso la quale fu dichiarata la fine delle guerre tra Spagna e Francia e alla prima fu riconosciuta la sovranità in alcune zone d'Italia...
Superiori

Storia: la ricostruzione nell'Italia reppubblicana

La Guerra Fredda che si inasprì, provocò la caduta del Governo Italiano che era presieduto da Parri Ferruccio e che, nel dicembre dell'anno 1945, venne sostituito da Alcide De Gasperi, democristiano. Quest'ultimo, affidò il ministero della giustizia...
Superiori

Storia: il Comunismo in Italia

Il Partito Comunista Italiano fu una delle maggiori fazioni che dominarono il panorama politico italiano del secondo dopoguerra. Ma che cos'è il Comunismo? Come e perché cambiò il modo di pensare degli italiani? Nella seguente guida potrete trovare...
Superiori

Storia: gli "Anni di Piombo" in Italia

Con il termine "anni di piombo" si è soliti intendere il periodo della storia italiana segnato da una escalation di terrorismo e lotta armata da parte di gruppi eversivi politicizzati, a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta. Fu uno dei periodi storici...
Superiori

Storia: la prima guerra d'indipendenza in Italia

1848. La storia della prima guerra d'indipendenza in Italia inizia con l'insurrezione dei democratici e repubblicani italiani, a seguito della notizia della caduta di Metternich e dei fatti di Vienna. Venezia si ribellò agli austriaci il 17 marzo, Milano...
Superiori

Storia del brigantaggio in Italia

L'Italia è un paese con una storia piuttosto lunga e travagliata. L'enorme quantità di eventi che si sono susseguiti durante i secoli, hanno contribuito a rendere il paese ciò che è adesso, a crearne l'identità attuale. Uno dei periodi più importanti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.