Storia dell'arte: la decorazione delle catacombe

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I popoli del mondo antico mediterraneo, soprattutto i primi cristiani, crearono una serie di cunicoli sotterranei e gallerie, utilizzate per la sepoltura dei loro cari. Di gran lunga il gruppo più importante si trova a Roma e soprattutto nei dintorni, e il termine catacomba deriva dal latino Catacumbas, che significa "cavità", una definizione che si riferisce a camere in una cava a sud di Roma. In questa guida, a tale proposito ci sono degli appunti di storia dell'arte, che ci parlano della decorazione che veniva fatta all'interno delle antichissime catacombe cristiane.

25

I Romani in un primo momento seppellivano i loro morti in catacombe di famiglia, che venivano scavate fuori appena dalle mura della città, ma successivamente scelsero la cremazione. I cristiani continuarono invece la pratica della sepoltura dei morti nelle catacombe, che chiamarono "kiometaria" (posti letto), a dimostrazione che per i cristiani, la morte era solo un modo di dormire prima della resurrezione. Dal 3° secolo le catacombe furono requisite dalla chiesa che ne sfruttò i riti e le immagini, per la divulgazione del cristianesimo.

35

Nella sua più semplice forma, una catacomba era costituita da gallerie sotterranee e camere rettangolari di circa 90 metri in cui vi erano dei loculi tagliati nelle pareti, e posti uno sopra l'altro, atti ad ospitare da uno a quattro membri di una famiglia. Le persone più distinte venivano tuttavia sepolte in bare di pietra o sarcofagi scolpiti, e collocati in loculi ad arco. Quando un primo livello non era più sufficiente ad ospitare i corpi, la catacomba veniva ampliata, e quindi si scavavano altri livelli, che spesso raggiungevano il quarto o addirittura il quinto. Molte delle catacombe, soprattutto quelle dei cristiani più facoltosi, venivano decorate con affreschi raffiguranti immagini attinenti alla religione cristiana, e tra i principali vi era il pesce, l'agnello, la barca o le scene bibliche, mentre altre sono state ritrovate scolpite sulle pareti con diversi simboli. Quando i cristiani venivano perseguitati, e le chiese bruciate, le catacombe rappresentavano un rifugio sicuro oltre che luogo di culto. Nel 4° secolo, quando l'imperatore Costantino riconobbe il Cristianesimo (anno 313), ponendo fine alla persecuzione, il Papa Damaso, diede l'ordine di far iniziare un restauro monumentale delle catacombe, che erano state saccheggiate e distrutte negli anni precedenti.

Continua la lettura
45

Con l'avvento del 5° secolo, tutte le sepolture furono trasferite sulla superficie, dove vennero creati i primi cimiteri annessi alla chiesa cattolica. Le catacombe che in precedenza contenevano le tombe dei martiri, divennero dei luoghi di pellegrinaggio, e durante i frequenti periodi di disordini che interessavano la città di Roma, venivano sigillate, mentre i resti dei martiri, trasferiti, per proteggerli dalle invasioni barbariche. Soltanto 11 secoli dopo e precisamente nel 16°, il restauro divenne una priorità da parte della chiesa cattolica, e le catacombe attraverso i secoli successivi sono state rinvenute in moltissime zone, e il più importante ed esteso complesso è quello venuto alla luce nei pressi di Roma, risalente al periodo compreso tra il primo e il quarto secolo.

55

Le catacombe romane sono oggi luogo di culto e all'interno si possono ammirare tombe decorate con immagini e simboli cristiani, e su molte pareti intonacate, sono presenti ancora intatte decorazioni ed in particolare affreschi. La più importante delle catacombe visitabile oggi nei pressi di Roma è senza dubbio quella di San Callisto, dove nel 3° secolo alcuni papi furono sepolti. Tra le decorazioni più belle vi è senza dubbio una scena coloratissima in cui si possono notare degli uccelli su dei rami, un vero e proprio capolavoro di arte popolare. Vicino alle catacombe di San Callisto e precisamente sull'Appia antica, troviamo invece il complesso di San Sebastiano, dove si ritiene che San Pietro e San Paolo siano stati sepolti per diversi mesi. Anche in questo luogo non mancano affreschi, graffiti e testimonianze di un'epoca, che ha segnato per sempre la storia dei popoli, ed in particolare di quello cristiano.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Gli animali nella storia dell'arte

Gli animali hanno da sempre avuto un ruolo di primo piano nell'arte. Le raffigurazioni di animali sono sempre presenti in tutti i periodi storici ed hanno dei significati differenti. Infatti si va dalla semplice raffigurazione della natura in modo classico,...
Superiori

La luce nella storia dell'arte

La luce è vita. Quanto siamo fortunati di poter godere di questa immensa luce e, come volgere ogni tanto lo sguardo verso quelle persone meno fortunate di noi che non possono vedere e, quindi non rendersi conto ci quanta bellezza li circondi. Spesso...
Superiori

Storia dell'arte: le caratteristiche del barocco

Di etimologia tuttora incerta, il termine Barocco è stato a lungo usato in senso spregiativo per indicare un qualcosa di ridondante, eccessivo e stravagante, tanto che tutt'ora, nell'uso comune, può essere utilizzato a questo scopo. Entra nella storiografia...
Superiori

Appunti sul realismo nella storia dell'arte

In storia dell'arte, il periodo del realismo rappresenta il momento in cui gli artisti si lasciano alle spalle i canoni romantici per abbracciare l'idea della bellezza del mondo esattamente per come lo si vede. Mentre nel periodo romantico si cercavano...
Superiori

Storia dell'arte: Picasso e il Cubismo

Nei primi anni del 1900, Parigi è il maggior centro culturale e artistico dell'epoca, in cui confluiscono artisti di ogni nazionalità. Grazie a questo grande movimento di artisti che si confrontano quotidianamente su tipi di arte diversa, nasce una...
Superiori

Appunti di storia dell'arte: il rinascimento

I periodi che caratterizzano la storia culturale in generale sia in Italia che in Europa sono diversi, e comprendono fasi di vitale importanza quali ad esempio Umanesimo, Risorgimento, Rinascimento. Proprio del Rinascimento andremo a parlare in questa...
Superiori

Guida all'arte del Rinascimento

L'arte del Rinascimento prende vita a Firenze, all'inizio del XV secolo, per poi essere riconosciuta sia in Italia che in Europa. In quest'epoca l'uomo scoprì di essere dotato di una mente potente in grado di ragionare, strumento indispensabile per costruirsi...
Superiori

Rinascimento nell'arte: appunti

Il Rinascimento, è un periodo fondamentale su diversi e interessanti aspetti, di cui uno  di questi riguarda in primis l'arte. Il Rinascimento, è un fenomeno nato a Firenze agli inizi del Quattrocento, che si diffuse solo successivamente nelle altre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.