Storia: breve analisi de "La coscienza di Zeno"

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

In questa guida vi farò una breve analisi della storia de "la coscienza di Zeno". La coscienza di Zeno è un romanzo ambientato a fine '800 inizio '900, è una delle opere più importanti, anzi forse proprio la più importante di Italo Svevo. La prima edizione fu pubblicato per la prima volta nel 1923. La trama in realtà è molto semplice. Quest'opera si apre con la lettera di tale dr. S. Che, offeso perché il suo paziente ha improvvisamente interrotto la terapia di psicoanalisi che stava seguendo, decide di vendicarsi rendendo pubbliche le memorie che il paziente aveva scritto proprio sotto consiglio del dottore.

25

Nella prefazione il dottore espone le sue ragioni e lascia poi il posto ai racconti di Zeno. Nei primi due capitoli Zeno parla del suo rapporto conflittuale col padre, di come questo gli abbia condizionato tutta la vita e della serie di incomprensioni e delusioni che li hanno portati ad essere così distanti; ritiene inoltre proprio suo padre il responsabile del suo vizio del fumo, infatti aveva fumato per la prima volta provando un sigaro lasciato per casa dal padre. Più volte Zeno aveva cercato di smettere ma ogni volta aveva fallito, ogni volta che fumava la sua "ultima sigaretta" al pensiero che dopo non avrebbe più fumato questa sigaretta assumeva un sapore nuovo e quindi alla fine fumava nuovamente.

35

Nei due capitoli successivi Zeno racconta le vicende che lo hanno portato ad avere una moglie e un'amante. Di quattro sorelle, figlie di un suo socio di lavoro, sarà interessato alla primogenita che però è già promessa ad un uomo che ama, si dichiarerà quindi ad un'altra di loro che lo respingerà ed essendo l'ultima troppo piccola alla fine sceglierà, per paura di rimanere solo, la meno bella di loro, Augusta, la quale però si rivelerà con la sua dolcezza e col suo fare quasi materno una moglie ideale. Per sfuggire alla noia matrimoniale Zeno comincia una relazione passionale con Carla. Inizialmente era timida e insicura ma col passare del tempo diventerà una donna molto forte che lascerà Zeno per sposare un altro uomo.

Continua la lettura
45

Nel capitolo successivo e ultimo dei racconti Zeno racconta di come il marito della donna che anni prima lo aveva rifiutato (la sorella di Augusta, Ada) stia sperperando il suo immenso patrimonio azzardando in borsa. Costui, Guido, nella speranza di essere sovvenzionato dalla moglie con la sua dote simula un suicidio, dove però rimane accidentalmente ucciso. Essendo Zeno impegnato a recuperare almeno in parte il patrimonio del cognato non riesce ad andare al funerale e Ada accusa Zeno di aver fatto tutto per prendersi una rivincita sul suo vecchio rivale in amore.

55

A questo punto il romanzo sarebbe concluso ma Zeno risponde al medico con un diario nel quale spiega perché la terapia non abbia funzionato e di come lui non avesse bisogno di guarire e di essere curato perché il problema non è lui ma la società che lo circonda. Quest'opera ha uno scopo principale ovvero quello di screditare la psicoanalisi che in quel periodo prendeva sempre più successo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La coscienza di Zeno: i personaggi

Uno dei nomi più importanti della letteratura italiana è senza dubbio Italo Svevo. Svevo ha infatti profondamente influenzato la letteratura italiana con i suo scritti, primi tra tutti "La coscienza di Zeno". La coscienza di Zeno è un'opera nuova,...
Superiori

Breve analisi di "Senilità" di Italo Svevo

Italo Svevo, famoso pseudonimo di Ettore Schmitz, nacque a Trieste nel 1861. Venne mandato dal padre a studiare in Baviera. Fece ritorno nella sua città natale nel 1878 e trovò impiego in una banca, dove lavorò per vent'anni. Nel frattempo collaborò...
Superiori

Breve sintesi della letteratura del '900

Agli inizi del '900 la letteratura si colloca in un clima di profonda delusione storica e di forte crisi economica e sociale. Una crescente esigenza di introspezione si coniuga con la voglia di individuare e percorrere nuove vie alternative, sradicando...
Superiori

La figura dell'inetto in Svevo

Il filo conduttore che connette tutti i romanzi di Svevo è il tema dell'inettitudine, incapacità di vivere pienamente, che si configura come malattia da cui i protagonisti sveviani sono affetti. Il male di vivere è un tema persistente, che accomuna...
Superiori

Svevo: vita e opere

Italo Svevo è uno degli scrittori del Novecento più conosciuti e più studiati. Le sue opere furono sicuramente influenzate dalla conoscenza di importanti filosofi come Schopenhauer, Darwin, Freud e Marx: egli riteneva che non bisognasse soffermarsi...
Superiori

La produzione letteraria di Italo Svevo

Uno dei maggiori e più famosi scrittori italiani di tutti i tempi è senza ombra di dubbio Italo Svevo. Le sue opere opere vengono studiate da tutti e molte volte è stato anche scelto come traccia per gli esami di Stato; i suoi scritti svariano su molti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.