Stechiometria: come risolvere gli esercizi

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nell'ambito della chimica, con la stechiometria si individuano i rapporti quantitativi fra reagenti e prodotti di una reazione. Questo tipo di relazioni si determina con degli appositi calcoli, definiti "stechiometrici". La loro esecuzione avviene tramite la disponibilità dell'equazione chimica bilanciata. Qui di seguito vedremo come è possibile risolvere gli esercizi di stechiometria.

27

Occorrente

  • Nozioni di base di chimica
37

Calcolare le masse molari

Per risolvere gli esercizi di stechiometria, si devono determinare le masse molari. Ad esempio quella del cloruro di calcio: CaCl2. Basterà sommare le masse molari dei suoi elementi. Pertanto: Mm (CaCl2) = 40,08 + (2 x 35,45) = 110,98 g/mol. Ugualmente avviene per il cloruro di sodio: NaCl. Gli esercizi si potranno risolvere nel seguente modo: Mm (NaCl) = 23 + 35,45 = 58,45 g/mol. Se poi si divide la massa in grammi per il valore della massa molare, si otterrà la quantità chimica di CaCl2. Il tutto adottando la formula qui di seguito specificata. Ovvero: n (CaCl2) 0 g/Mm = 150/110,98 = 1,35 mol. Si noterà, dai diversi coefficienti stechiometrici della reazione, una particolarità. Ossia per ogni 3 moli circa di CaCl2 reagenti fra di loro, si ricavano 6 moli di NaCl. Quindi si può stabilire la seguente proporzione: 3 :6 = 1,35: x. Con la formula che poi ne scaturisce: X = 6 x 1,35 / 3 = 2,70 mol. Da questi calcoli si ottiene la massa di NaCl. Ecco la formula: m (NaCl) = n x Mm = 2,70 mol x 58,45 g/mol = 157, 8 g. Con questo calcolo si avrà il valore della massa di NaCl ottenuto dalle moli e dalla massa molare.

47

Eseguire tutti i passaggi

Come dai suddetti esempi, per risolvere gli esercizi di stechiometria sono necessari dei precisi dati. Questa branca della chimica richiede infatti degli elementi e delle particolari caratteristiche. Tutti i calcoli ed i valori devono legarsi all'elemento analizzato. Per risolvere gli esercizi di stechiometria, occorre eseguire scrupolosamente tutti i passaggi. È il procedimento più sicuro per pervenire alla loro corretta risoluzione.

Continua la lettura
57

Applicare le equazioni chimiche

Per risolvere gli esercizi di stechiometria, le equazioni chimiche offrono la disponibilità delle adeguate informazioni. Disponendo di coefficienti stechiometrici, essi consentono la possibilità di previsioni legate alle quantità. Sono delle relazioni ponderali derivanti dal concetto delle formule chimiche. Ad esempio, ecco la reazione chimica CaCl2 + Na3PO4 = Ca3 (PO4)2 + NaCl. Si noterà subito come reagiscono gli elementi CaCl2 e Na3PO4. Di solito gli esercizi richiedono delle particolari soluzioni. Con l'ultima equazione chimica si ottiene infatti la quantità di grammi di NaCl facendo reagire 150 grammi di CaCl2. https://www.scienzeascuola.it/lezioni/equazioni-chimiche/la-stechiometria.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Applicarsi nello studio della chimica significa entrare in un mondo affascinante.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare i coefficienti stechiometrici di una reazione chimica

All'interno di questa breve guida vi illustrerò, con molta attenzione e cura, come riuscire ad calcolare i coefficienti stechiometrici di una determinata reazione chimica. Tale operazione, chiamata anche bilanciamento di una reazione chimica, viene eseguita...
Università e Master

Come risolvere le reazioni chimiche con i rapporti ponderali

In natura nulla si crea e nulla si distrugge: è un principio incontrovertibile che governa tutte le reazioni chimiche dell'universo. Nella natura delle stesse c'è una trasformazione, ma il peso iniziale degli elementi coinvolti dovrà corrispondere...
Superiori

Come calcolare il rapporto stechiometrico

La stechiometria studia le relazioni quantitative che si instaurano tra i reagenti ed i prodotti di una data reazione chimica. Si tratta di veri e propri calcoli che permettono di ottenere dei rapporti attraverso un'equazione chimica bilanciata. In questa...
Superiori

Come calcolare le moli usando la molalità

Chi studia chimica si trova ad utilizzare una grande varietà di termini al fine di andare a descrivere le concentrazioni delle varie soluzioni. Uno di questi è appunto la mole e serve a descrivere un quantitativo di particelle presenti all'interno di...
Superiori

Come calcolare la resa di una reazione chimica

In una reazione chimica può capitare che i reagenti siano presenti in una percentuale non sufficiente per creare i prodotti. È quindi necessario scoprire quale sia il reagente limitante, così da poter calcolare la resa totale della reazione. La resa...
Superiori

Come calcolare la concentrazione delle forme ioniche

Le forme ioniche sono una categoria di sostanze chimiche che, quando disciolte in acqua, si dissociano completamente dagli ioni, in base alla loro solubilità. Calcolare la concentrazione di tutti gli ioni in una soluzione permette ai chimici di prevedere...
Università e Master

Appunti di chimica: il legame ionico

Il legame ionico è un legame che si forma per il trasferimento di elettroni da un atomo ad un altro, formando quindi due ioni di carica uguale e contraria: un catione ed un anione. Tra i due ioni si stabiliscono quindi forze di natura elettrostatica...
Università e Master

Come Effettuare Una Titolazione Acido-base

Una titolazione acido-base, è un procedimento che permette di determinare la quantità di acido (o base) presente in una soluzione misurando il volume di una soluzione a concentrazione nota di base (o acido), necessario per raggiungere la neutralizzazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.