Sociologia: Tocqueville e la democrazia

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Alexis de Tocqueville nacque a Parigi nel 1805 e spirò a Cannes nel 1859. Fu un filosofo, sociologo, giurista e magistrato ed è considerato fra i maggiori ispiratori della sociologia moderna. Crebbe in una famiglia di origini nobili che supportava la legittimità della monarchia., ma durante la Rivoluzione francese i suoi genitori vennero arrestati e giustiziati; la sua adolescenza trascorse fra le letture di Montesquieu, Rousseau e Voltaire, che contribuirono ad allontanarlo dai valori che gli erano stati inculcati e lo convinsero dell'opportunità del tracollo dell'aristocrazia e dell'affermazione di una democrazia che lui definì liberale.

26

Durante l'aprile del 1831 Tocqueville decise di recarsi negli Stati Uniti per analizzare la bontà del sistema penitenziario americano e di prelevarne degli spunti buoni a migliorare quello francese in crisi. Probabilmente l'allontanamento dalla madrepatria è da ricercarsi anche nell'opportunità di scrutare la fragile e pericolante situazione politica francese dall'esterno.

36

Per Tocqueville l'unica tendenza comune dei popoli è la democrazia e l'uguaglianza sociale. I tre punti salienti del suo concetto di democrazia sono: l'uguaglianza di ognuno di fronte alla legge (nobiltà e clero in molti stati erano esentati dalle imposte e godevano di una legislazione particolare); l'aspirazione del popolo all'uguaglianza; una totale mobilità sociale (ogni persona ha il diritto di aspirare ad un ruolo e ciò non deve essergli precluso da alcuna costrizione sociale legata al censo).

Continua la lettura
46

Secondo lui la società fondata sulla democrazia è destinata al trionfo, non fosse altro per il fatto che è l'unica in grado di condurre alla felicità il maggior numero di persone possibili. Il popolo deve partecipare alla stesura delle leggi attraverso l'elezione dei suoi rappresentanti e l'apparato legislativo deve essere espressione del popolo. Bisogna apprezzare il progresso individuale e non quello assicurato dalla nascita.

56

Tocqueville tuttavia passò in rassegna anche i difetti della democrazia. Fra i più grandi rischi riconobbe il dispotismo della maggioranza. Ciò fa in modo che non vi sia spazio per coloro che dissentono ed il risultato è una società completamente conformista e massificata. La minoranza non ha voce in capitolo e non ha altra scelta che piegarsi al volere comune. Inoltre, ogni individuo che delega il potere decisionale ai suoi rappresentati, non ha nessun modo per poter partecipare alla vita politica e alle discussioni.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Un'attenta conoscenza del pensiero di Tocqueville è fondamentale per chi vuole intraprendere studi sociologici o giuridici

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Sociologia: la piramide di Maslow

La sociologia è una scienza che studia che studia i fenomeni ed i mutamenti della società umana. Il suo studio come ben saprete non è di origine recente, infatti l'uomo ha da sempre avuto la curiosità di capire il comportamento umano e quelli che...
Università e Master

Sociologia: la società dell'informazione

Nuove tecnologie informatiche e telematiche caratterizzano quella che da alcuni anni viene definita "knowledge society", ovvero società della conoscenza, contraddistinta da un enorme flusso di messaggi, immagini, testi, filmati e altri veicoli di informazione....
Università e Master

Karl Mannheim: pensiero e opere

Tra i sociologi e filosofi più importanti della storia, troviamo senza ombra di dubbio l'ungherese Karl Mannheim (1893-1947), uno dei massimi esponenti della cultura europea della prima metà del Novecento. A Londra Mannheim ottiene la docenza di sociologia...
Università e Master

Auguste Comte: i concetti base del suo pensiero

Il fondatore della sociologia è sicuramente Auguste Comte. Inizialmente egli chiamò questa disciplina "filosofia sociale". La sua corrente di pensiero è molto vicina a quella del positivismo a causa della sua esaltazione della scienza e del progresso...
Università e Master

Lo Stato democratico: un'analisi

La democrazia è alla base dei governi attuali, ma è un concetto nato diversi secoli fa nelle grandi cvilta' come quella Romana e Greca. Fin dall'antichità si sono succedute nel tempo diverse forme di governo politico. Ognuna ha mostrato con il passare...
Università e Master

Weber: pensiero sociologico

Max Weber, nato nel 1864, fu un giovane molto attivo nella sua epoca e si interessò molto di tutti i cambiamenti che animavano la società. Visse, infatti, nell'epoca delle grandi rivoluzioni e delle grandi svolte che hanno segnato la storia degli anni...
Università e Master

Il principio di uguaglianza costituzionale

Con il passare del tempo stiamo assistendo ad una progressiva crisi di valori che investe la società civile. Il valore della libertà molto spesso viene calpestato in favore di azioni puramente individualistiche. Per questo motivo la nostra società...
Università e Master

La Teoria dell'Agenda Setting

La Teoria dell'Agenda Setting è una conoscenza inerente la comunicazione di massa. Formulata negli Anni '70 da Maxwell McCombs e Donald Shaw. Tale teoria analizza l'influenza che i mass-media hanno sulle conoscenze degli individui. Secondo la Teoria...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.