Sigmund Freud: pensiero generale

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Sigmund Freud nacque a Pribor, nell'attuale Repubblica Ceca, il 6 maggio 1856, ma si trasferì a Vienna insieme con la sua famiglia all'età di 4 anni. Durante i suoi studi ricevette grosse soddisfazioni grazie alle sue spiccate capacità intellettuali, culminate con una menzione d'onore al raggiungimento del diploma di maturità. Da uno studio approfondito del suo pensiero generale, può considerarsi l'antesignano della psicoanalisi moderna.

28

Biografia

Laureatosi in Medicina a Vienna, Freud cominciò a specializzarsi nello studio della neurologia, concentrandosi in particolare sull'isteria delle donne, considerata all'epoca una patologia, ed ogni tipo di problema neurologico. Nell'ambito di questi studi, grazie anche all'incontro con Breuer, risolse il problema dell'isteria utilizzando la tecnica dell'ipnosi, cercando, simultaneamente, una soluzione alternativa che potesse superare la stessa.

38

I studi

Approfondendo gli studi in materia, Freud trovò nell'autoanalisi (successivamente ribattezzata "psicoanalisi") il mezzo che permettesse agli studiosi di far emergere quell'"errore" che causava i disturbi psicologici dei pazienti. In sostanza affermava che il fatto stesso di parlare di un proprio problema e di sviscerarne le cause, magari raccontandole ad una persona esterna, poteva aiutare il paziente a portare a galla ricordi sopiti, che l'avrebbero aiutato a guarire dai propri problemi e dalle sue fissazioni.

Continua la lettura
48

Scritti

Nel 1900, Freud scrisse forse il suo saggio più conosciuto, "L'interpretazione dei sogni", individuabile come la prima vera opera riguardante il tema della psicoanalisi. Si tratta di uno scritto misto tra autobiografia e saggio scientifico, il cui scopo è quello di rivalutare la soggettività, in contrapposizione al periodo storico in cui vive, quello del "positivismo" e del trionfo dell'oggettività. In quest'opera, il nostro ribadisce il concetto secondo il quale non esiste un pensiero puro (grazie anche all'analisi effettuata sulla vita dei nevrotici), ma sostiene che nel pensiero ci siano più spinte, descritte dalla nuova scienza del soggetto, ossia proprio la psicoanalisi.

58

Scoperte

Nella stessa opera, scopre i meccanismi che regolano i sogni, aprendo una via che conduca all'inconscio della persona analizzata, portando così, questo metodo, anche alle altre manifestazioni psichiche. In questa opera afferma che la psiche umana non è unica ma divisa in tre comparti, che lui chiamò Es, Io e Super-Io. Ognuno di questi comparti è responsabile di una parte delle azioni umane, in particolare l'Io fa riferimento alla parte più razionale, l'Es all'inconscio e alla parte delle pulsioni e il Super io riguarda le convenzioni sociali che una persona deve rispettare. Freud avanza l'ipotesi che una persona, per non avere disturbi comportamentali, debba avere un completo equilibrio tra queste tre parti, altrimenti subisce uno squilibrio che lo porta a entrare nel mondo della psicosi.

68

Sessualità

Negli stessi anni, egli porta i suoi studi anche nella dimensione della sessualità: attraverso l'applicazione del metodo analitico in questo campo, riesce a spiegare anche tutti gli altri concetti fondamentali della psicoanalisi, come ad esempio le pulsioni, la rimozione volontaria, l'inconscio, il sogno e la malinconia. Spiega in questo modo, o perlomeno cerca di giustificare, buona parte dei problemi comportamentali legati al sesso, legandolo a ricordi o esperienze passate, che vengono involontariamente e inconsciamente rimossi.

78

Applicazione

L'applicazione dei suoi concetti nell'ambito della sessualità lo portano, inoltre, a formulare una teoria che resterà nella storia della psicologia: quella del "complesso di Edipo", ossia un insieme di affetto e di ostilità che il bambino nutre nei confronti dei genitori. Nella sua forma positiva, il complesso riproduce il mito di Edipo Re, cioè desiderare la morte del rivale, ossia il padre per il figlio maschio, per conquistare il cuore della madre. In quella negativa, invece, è il bambino che ama il genitore del proprio sesso, mentre nutre ostilità per quello di sesso opposto. Questo concetto viene anche allargato da Freud ai confronti della società umana. Egli cerca di spiegare così, come se fosse un rapporto conflittuale tra padre e figlio, il continuo rinnegamento dei valori che avviene tra una generazione e l'altra, il quale fa si che la generazione attuale si creda sempre un po' superiore rispetto a quella precedente.

88

Il suo lascito

Il pensiero di Freud non è rappresentato unicamente dai concetti esposti, ma egli ha continuato a studiare fino alla sua morte ed i suoi studi sono stati portati avanti ed affinati da uno dei suoi discepoli, Carl Gustav Jung. Grazie però ai suoi studi sulla psicanalisi e sulla dimensione del sogno Freud è considerato il fondatore della moderna psicanalisi e molti passi sono stati compiuti in questa disciplina, da allora ai giorni nostri, proprio grazie alle sue analisi azzeccate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

L'interpretazione dei sogni di Freud

La guida che andremo a sviluppare nei passi che comporranno la comporranno, andrà a occuparsi di psicologia, in quanto ci ricollegheremo a un'opera molto nota di Freud. Infatti, come avrete compreso dal titolo che accompagna la nostra guida, ora andremo...
Università e Master

Come riconoscere i meccanismi di difesa

Nel corso della storia, il disagio mentale e psichico è sempre stato oggetto di interesse anche se gli approcci ad esso talvolta si sono mostrati contrastanti tra loro: spesso, infatti, i malati mentali erano emarginati e trattati come esseri inferiori,...
Università e Master

Come diventare psicoanalista

Sebbene tratteggiata in modo sempre più realistico all'interno di film, fiction o serie tv, la figura dello psicoanalista resta avvolta da un alone di mistero soprattutto per i non addetti ai lavori e per chi non ne ha un'esperienza diretta. In questo...
Superiori

Psicologia: il pensiero di Jung

Carl Gustav Jung durante la sua vita ha fatto si da dedicarne molta ad aiutare i suoi tanti pazienti, mostrando così la sua bravura e facendo capire anche il suo estro nella psicanalisi. In merito a ciò, molti praticanti nel campo della psicologia ricorrono...
Superiori

L'origine della tragedia greca

Quando si parla di tragedia greca, sono tre gli autori principali che anche chi non conosce approfonditamente l'argomento è portato a citare: Eschilo, Sofocle ed Euripide. Ma la tragedia greca è un fenomeno incredibilmente più ampio, che abbraccia...
Superiori

Storia della psicologia: appunti

Molto spesso quando studiamo alcune materie, potremmo aver bisogno di approfondire ulteriormente un particolare argomento in modo da riuscire a comprenderlo in maniera più semplice e corretta.Su internet potremo trovare molto facilmente tantissime informazioni...
Superiori

Svevo: vita e opere

Italo Svevo è uno degli scrittori del Novecento più conosciuti e più studiati. Le sue opere furono sicuramente influenzate dalla conoscenza di importanti filosofi come Schopenhauer, Darwin, Freud e Marx: egli riteneva che non bisognasse soffermarsi...
Superiori

Greco: la tragedia di Sofocle

Insieme ad Eschilo ed Euripide, Sofocle è l'unico autore tragico greco di cui si siano conservate opere intere. Visse ad Atene nel V secolo a. C., epoca cruciale per la democrazia della polis attica, e fu protagonista non soltanto sulle scene ma anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.