Scienze: le comete e le meteore

Tramite: O2O 08/06/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Nel sistema solare, come è noto, sono presenti 9 pianeti, tra cui la Terra, che ruotano intorno al Sole. Oltre ai pianeti, però, bisogna sapere che esistono migliaia, milioni o forse anche miliardi di altri corpi che ruotano intorno ad esso. Questi sono naturalmente corpi minori, oggetti di piccole dimensioni, ma di natura diversa. I principali sono: asteroidi, comete, meteore e meteoriti. Le scienze si impegnano continuamente per studiare questi corpi e per scoprirne sempre di nuovi.

25

Le comete

Le comete sono costituite da una massa solida di poche decine di chilometri di diametro e tale massa è definita "nucleo", contenente acqua ed anidride carbonica congelate, frammenti rocciosi e metano. Proprio grazie alle componenti di cui è fatta, una cometa è in gergo astronomico definita anche come "una palla di neve sporca". Quando le comete si trovano abbastanza vicine al Sole diventano visibili ad occhio nudo e la motivazione è che l'elevata temperatura di cui esse sono composte causa l'evaporazione di una parte dei materiali che le costituiscono, con la formazione di una "chioma" luminosa intorno al nucleo e di una "coda" lunga milioni di chilometri, disposta sempre dalla parte opposta rispetto al Sole a causa dell'influenza del vento solare.

35

Le meteore

Le meteore sono conosciute più frequentemente come "stelle cadenti" e sono un fenomeno luminoso provocato dall'impatto con l'atmosfera di frammenti di comete o asteroidi che si incendiano per l'attrito, consumandosi completamente. In alcuni periodi dell'anno la Terra entra in zone dello spazio in cui sono presenti sciami di queste particelle, con effetti spettacolari: l'esempio più famoso è quello della notte di San Lorenzo, il 10 Agosto, durante cui diventa visibile lo sciamo delle Perseidi. Vi sono, poi, le meteoriti, che hanno la medesima origine delle meteore, ma non bruciano completamente e quindi riescono a raggiungere il suolo, al contrario delle meteore.

Continua la lettura
45

Nube di Oort

Le comete del sistema solare provengono dalla "nube di Oort", costituita da miliardi di frammenti e situata agli estremi limiti del sistema solare. Di tanto in tanto una perturbazione gravitazionale provocata da una stella limitrofa fa in modo che una cometa si metta in movimento verso il Sole, ma questo "viaggio" non sempre è diretto: a volte, infatti, uno dei pianeti giganti cattura una cometa immettendola in un'orbita più breve. Esiste, inoltre, una zona intermedia detta fascia di Kuiper, che è situata oltre l'orbita di Plutone ed in essa stazionano sia asteroidi che comete, forse discese dalla nube di Oort. Il passaggio delle comete in prossimità del Sole è un fenomeno periodico e proprio per questo motivo si distingue tra "comete a lungo periodo", che provengono direttamente dalla nube di Oort e possono impiegare anche milioni di anni a compiere il loro tragitto, e "comete a breve periodo", che derivano dalle prime, ma sono ormai interne al sistema solare e si ripresentano all'osservazione al massimo ogni 200 anni. Caratteristica delle comete a breve periodo è che ripetono il loro tragitto più volte, fino ad esaurirsi. Il passaggio di una cometa nel cielo terrestre è un fenomeno piuttosto frequente, ma solo ogni 30-40 anni ne appare una molto luminosa. La più famosa tra le comete a breve periodo è la Cometa di Halley.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Scienze: guida sui pianeti

I pianeti (dal greco planetes cioè errante, vagante) sono corpi celesti di forma sferica che non brillano di luce propria ma riflettono la luce del Sole che li illumina e intorno al quale ruotano. Il moto dei pianeti intorno al Sole è detto moto di...
Superiori

Scienze: le piogge acide

Quello della pioggia è un fenomeno atmosferico davvero affascinante. Che sia inverno o estate, le precipitazioni a carattere temporalesco ci portano sempre un gran quantitativo di acqua. Ma se le piogge sono acide, ci troviamo dinanzi ad un fenomeno...
Superiori

Scienze: i fondali oceanici

Durante la seconda guerra mondiale, alcuni scienziati studiarono gli oceani al fine di cercare rotte sicure per i sottomarini americani. Durante le ricerche vennero fatte importanti scoperte: i fondali oceanici non avevano superfici piatte come si pensava,...
Superiori

Scienze: gli adattamenti all'ambiente

In questo articolo di scienze vi parlerò degli adattamenti all'ambiente. Tutti gli organismi viventi per vivere bene nell'ecosistema, hanno bisogno di adattarsi. Per fare ciò, è necessario, che ogni essere vivente, ricerchi dei metodi e delle strategie....
Superiori

Come studiare scienze

Studiare scienze, a scuola, può non essere sempre facile, anche se troviamo la materia interessante, soprattutto se non abbiamo nessuna predisposizione verso le materie scientifiche. Questo, però, non significa che siamo destinati a prendere voti bassi....
Superiori

Scienze della Terra: la tettonica a zolle

Se siete appassionati di geografia astronomica, di scienze o di geologia, e siete degli studenti delle scuole superiori che si avvicinano per la prima volta a queste materie, la guida presente nei passi successivi è sicuramente adatta per voi. In riferimento...
Superiori

Appunti di scienze

Attraverso l’articolo “appunti di scienza” cercherò di darvi delle buone informazioni connesse ad uno dei capitoli più importanti del programma di scienza indicato in tutte le scuole.Parlerò della principale unità funzionale degli esseri viventi,...
Superiori

Scienze: la stratificazione delle rocce

La scienza della Terra è una disciplina che si occupa della morfologia, struttura interna e atmosfera del nostro bellissimo pianeta. Tuttavia succede di trovare qualche difficoltà nella comprensione di alcuni particolari argomenti. In questi casi sarà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.