Scienze: la vista

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le cellule fotosensibili dell'occhio rappresentano il 70% dei recettori di tutto il corpo e circa un terzo delle fibre che trasportano gli impulsi al sistema nervoso centrale, derivano dall'occhio. L'occhio è formato dal globo o bulbo oculare, accolto nella cavità orbitaria e protetto anteriormente dalle palpebre e collegato posteriormente al cervello tramite il nervo ottico. Il globo oculare è formato da tre membrane (sclera, coroide, retina) e da tre lenti (umor acqueo, cristallino, umor vitro). Nella seguente guida, passo dopo passo, vi parleremo di questo importante argomento di scienze: la vista.

26

Elementi contenuti nella retina

Nella retina sono contenuti i fotorecettori (coni e bastoncelli), che sono di primaria importanza per il meccanismo della visione. La struttura dei coni e dei bastoncelli è simile: sia negli uni che negli altri si distinguono un articolo esterno ed uno interno; i due articoli sono collegati tra loro da un ristretto peduncolo. Nell'articolo esterno sono contenuti i pigmenti retinici, in grado di trasformare la luce in stimolo elettrico. I coni consentono di distinguere i colori fondamentali e si attivano solo con luce intensa. I bastoncelli funzionano solo con luce fioca, come quella del crepuscolo e percepiscono solo le varie tonalità di grigio. Perché l'immagine sia a fuoco interviene il cristallino, che grazie ai muscoli ciliari modifica la sua curvatura, mentre, sempre per intervento degli stessi muscoli lisci, la pupilla si dilata al buio e si restringe alla luce.

36

Elementi che concorrono al buon funzionamento dell'occhio

Che gli occhi siano due è estremamente importante perché permette di vedere le immagini in rilievo, i due occhi infatti hanno diverso campo di visione. Al buon funzionamento dell'occhio concorrono: le ciglia e le sopracciglia, per evitare la penetrazione del sudore e di corpi estranei; le palpebre e la congiuntiva (una sottile e sensibile membrana che ne copre la parte interna) e le ghiandole lacrimali che mantengono umida la congiuntiva.

Continua la lettura
46

Difetti della vista

Nell'occhio normale la messa a fuoco dell'immagine si forma esattamente sulla retina. Se invece il globo oculare si allunga o si accorcia in senso antero-posteriore, la messa a fuoco si realizza davanti o dietro la retina e si ha la miopia o la presbiopia. Quest'ultima si verifica al crescere dell'età quando i muscoli ciliari perdono la capacità di contrarsi per incurvare il cristallino che resta appiattito e non permette la visione ravvicinata. Sono difetti molto comuni che si correggono facilmente con l'uso degli occhiali, come anche l'astigmatismo.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Scienze: la struttura interna della Terra

Il mondo delle scienze è affascinante e ricco di tante cose tutte da scoprire! Molte cose che diamo per scontato, in realtà, sono piene di sorprese. Ad esempio, la struttura interna del nostro pianeta, è molto interessante da conoscere in quanto non...
Superiori

Scienze: guida sui pianeti

I pianeti (dal greco planetes cioè errante, vagante) sono corpi celesti di forma sferica che non brillano di luce propria ma riflettono la luce del Sole che li illumina e intorno al quale ruotano. Il moto dei pianeti intorno al Sole è detto moto di...
Superiori

Appunti di scienze: il dna

Il termine dna ricorre spesso durante le lezioni e gli appunti di scienze in ogni classe di ogni grado scolastico. Il dna è un argomento che affascina molti studenti. È inoltre al centro di ogni ricerca scientifica di biologi, medici, infermieri, genetisti,...
Superiori

Scienze: le piogge acide

Le particelle sono le molecole acide che vengono catturate dalle precipitazioni, tra cui pioggia, neve, grandine, rugiada, ecc. Perché si possa parlare di pioggia acida bisogna analizzare il pH delle particelle di cui si è parlato ed, in particolare,...
Superiori

Appunti di scienze sull'universo

Vuoi capirci di più per quanto riguarda l'universo ed i suoi misteri? Devi sapere che il discorso è estremamente ampio ma non si possono affrontare argomenti più difficili se non si conoscono le basi. Per tutti quelli che vogliono studiare l'universo,...
Superiori

Come studiare scienze

Studiare scienze, a scuola, può non essere sempre facile, anche se troviamo la materia interessante, soprattutto se non abbiamo nessuna predisposizione verso le materie scientifiche. Questo, però, non significa che siamo destinati a prendere voti bassi....
Superiori

Scienze: i fondali oceanici

Durante la seconda guerra mondiale, alcuni scienziati studiarono gli oceani al fine di cercare rotte sicure per i sottomarini americani. Durante le ricerche vennero fatte importanti scoperte: i fondali oceanici non avevano superfici piatte come si pensava,...
Superiori

Scienze: gli adattamenti all'ambiente

In questo articolo di scienze vi parlerò degli adattamenti all'ambiente. Tutti gli organismi viventi per vivere bene nell'ecosistema, hanno bisogno di adattarsi. Per fare ciò, è necessario, che ogni essere vivente, ricerchi dei metodi e delle strategie....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.