Regole fondamentali dei numeri relativi

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La matematica è una materia vasta e complessa che richiede molti anni di studio per essere appresa e capita. Ma con le giuste basi e l'esercizio costante, sara' possibile imparare la materia, o perlomeno alcune parti di essa in maniera veloce e in tempi ragionevoli. Dovrete solo trovare un metodo id studio efficace e metterci il giusto impegno, oltre a trovare notizie ed informazioni che vi aiutino a capire cio' che state studiando.
Studiare la matematica, qualche volta, potrebbe sembrare abbastanza faticoso a causa di tutte le regole connesse alle varie operazioni matematiche.
I numeri relativi sono quei numeri che hanno segno "+" o segno "-" e sono raggruppati in un insieme denominato Z. Un numero relativo è composto di due parti: la prima è il segno (+/-) e la seconda è un numero (detto modulo). Possono essere divisi in quattro categorie: concordi quando hanno lo stesso segno, discordi quando hanno segno diverso, uguali quando hanno stesso segno e stesso modulo e opposti quando hanno sia il segno che il modulo diverso. Ecco dunque alcune regole fondamentali dei numeri relativi.

24

Addizione

Addizionando due numeri concordi il risultato sarà un numero dato dallo somma dei due moduli con il segno concorde con i dati.
Es. (+4)+(+6) = +10; addizionando due numeri discordi, invece, il risultato sarà un numero dato dalla differenza dei due moduli con il segno del modulo maggiore.
es. (-4)+(+6) = 2 o (-8)+(+6)= -2
N. B.: L'Addizione e la sottrazione di numeri relativi viene chiamata somma algebrica.

34

Moltiplicazione

Moltiplicando due numeri concordi si ottiene un numero dato dal prodotto dei due moduli sempre di segno positivo.
Es. (-4) x (-2)= +8 o (+4) x (+2) = +8; moltiplicando due numeri discordi si ottiene un numero dato dal prodotto dei due moduli sempre di segno negativo.
Es. (-6) x (+2)= -12.

Continua la lettura
44

Potenza

Elevando a potenza un numero positivo si otterrà un numero positivo che ha per modulo la potenza del modulo.
es. (+2)^2 = (+2) x (+2) = +4; elevando a potenza un numero negativo si otterrà un numero che ha per modulo la potenza del modulo, mentre per il segno ci sono due differenti casi: se l'esponente è pari il segno sarà positivo (+), per esempio (-2)^2=(-2)*(-2)=+4. Se l'esponente è dispari il segno è sarà negativo (-), per esempio (-2)^3=(-2)*(-2)*(-2)=-8.
Una potenza che ha come base zero ed esponente diverso da zero è uguale a zero.
Una potenza che ha come esponente 1 è uguale alla base.
Una potenza che ha come esponente zero è uguale a (+1).
Una potenza che ha come base zero ed esponente zero è una forma indeterminata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere una divisione tra numeri relativi

I numeri relativi sono molto utili in matematica. L'insieme dei numeri relativi è denotato con la lettera Z e racchiude l'insieme dei numeri naturali, ovvero: 1,2,3.., quello dei reali negativi, ovvero -1, -2, -3... E in più lo 0. Anche se questi numeri...
Superiori

Come moltiplicare traloro 3 o più numeri relativi

La moltiplicazione di due numeri relativi ha per risultato un numero relativo, il cui segno è determinato dalla aritmetica dei segni, e ha come valore assoluto il prodotto dei valori assoluti dei due numeri. Un numero relativo moltiplicato per zero ha...
Superiori

Come Risolvere Una Moltiplicazione Tra Due Numeri Relativi

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire ed imparare come e cosa fare per poter risolvere una moltiplicazione tra due nimeri relativi, senza sbagliare ed incorrere in errori. Iniziamo subito a dire che la moltiplicazione è...
Superiori

Come Risolvere Una Sottrazione Tra Due Numeri Relativi

La matematica ed in particolare l'algebra per molti studenti rappresentano dei metodi che non si riescono a concepire in modo ottimale e quindi diventano una sorta di incubo. Tuttavia con qualche accorgimento è possibile invece cavarsela senza problemi,...
Superiori

Come risolvere le espressioni con i numeri relativi

Per numero relativo si intende una qualsivoglia cifra compresa nell’intervallo che va da -∞ a +∞. L’insieme viene generalmente indicato con la lettera Z. In matematica l’uso è davvero frequentissimo e la risoluzioni di espressioni che contengono...
Superiori

Come semplificare il calcolo coi numeri relativi

Se stiamo studiando alcune particolari discipline molto complesse come ad esempio la matematica o la fisica o ancora a chimica, e non riusciamo a comprendere alcuni degli argomenti trattati, non dovremo assolutamente preoccuparci. Utilizzando un computer...
Superiori

Matematica: regole fondamentali delle derivate

Quando in matematica si parla di algebra di derivate si fa riferimento ad una base, di natura sia teorica che pratica, attraverso la quale è possibile calcolare la derivata di qualsiasi funzione; chiaramente, per poter procedere, è fondamentale conoscere...
Superiori

Come ricavare numeri primi a partire da numeri quadrati

Non avete a portata di mano una tabella con la schiera di numeri primi? Niente panico: esiste una tecnica, oltre quella algebrica su carta, per ricarvare e stilare da se i numeri primi e tutto questo senza un grande sforzo cognitivo, ma attraverso semplicissimi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.