Regole da seguire per il frontespizio della tesi

Tramite: O2O 08/06/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Finalmente sei giunto alla fine di un ciclo. Gli esami sono, ormai, quasi finiti e non ti resta che scrivere la tesi! Purtroppo, però, scrivere una tesi di laurea non è una passeggiata e ci vorranno tra i due e i sei mesi per completare il lavoro. Nella maggior parte dei casi, ti verrà chiesto di scegliere il titolo della tua tesi e di comunicarlo in segreteria ben sei mesi prima della seduta di laurea. Dopo aver svolto la parte burocratica ed aver scelto il Relatore, potrai dedicarti interamente al tuo lavoro: la primissima cosa da fare è impostare il frontespizio. Ecco, quindi, le regole da seguire per avere il frontespizio perfetto!

27

Le regole della tua Università

Alcune Università e, più nello specifico, alcune Facoltà impongono dei rigidi parametri da rispettare sia per quanto riguarda il corpo del testo che per il frontespizio. Informati, quindi, su quali siano i campi obbligatori da esplicitare nel frontespizio e quali no. Un esempio è la materia: non tutte le Facoltà vogliono che venga scritta la materia da cui nasce la tesi sul frontespizio.

37

La struttura

Molto spesso, l'impostazione della struttura del frontespizio viene lasciata al tesista. È importante, però, posizionare le informazioni con criterio: il nome dell'Università ed il logo vanno messi in alto e devono essere ben centrati. Al centro della pagina deve essere scritto il titolo, mentre, il nome del relatore e del tesista devono essere posti più in basso. L'ultima riga del foglio è, invece, dedicata all'anno accademico.

Continua la lettura
47

Il colore

L'Università può imporre regole e limitazioni anche nella scelta del colore della tesi. In ogni caso, il fondo rosso con le scritte dorate darà, sicuramente, maggior lustro al lavoro. Molto carina è, anche, la rilegatura in beige con le scritte blu. È importante giocare con il contrasto tra il colore del fondo e quello della parte scritta in modo da far risaltare subito, all'occhio di chi legge, tutte le informazioni presenti sul frontespizio.

57

Gli epiteti

Sul frontespizio il nome del relatore deve essere introdotto da un epiteto. Gli epiteti cambiano in base al ruolo che ha il relatore all'interno della Facoltà: se si tratta del rettore la dicitura giusta sarà "Magnifico", mentre, "Chiarissimo" viene usato per i professori ordinari. Se il relatore non è un professore ordinario andrà bene anche l'appellativo di "Dottore".

67

Il front

Il front è il carattere del testo. Il carattere presente nel frontespizio deve essere, assolutamente, lo stesso per tutte le informazioni. Ciò che deve variare sono le dimensioni: ogni informazione ha una sua dimensione. In ogni caso, è consigliabile non scendere mai al di sotto di 14, altrimenti, il risultato potrebbe essere veramente deludente, essendo le scritte troppo piccole.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Cosa non deve mancare in una tesi

Il percorso accademico regala emozioni diverse in tutte le sue fasi, dai primi esami alla preparazione dell'elaborato finale. Al termine degli studi è importante presentare una tesi che tratti un argomento interessante e inerente al corso di laurea scelto....
Università e Master

Come scrivere le note in una tesi di laurea

Preparare la tesi è un lavoro di grande impegno. La tesi di laurea infatti è il risultato di anni di sacrifici ed impegno e deve essere un lavoro dettagliato e preciso non solo per ottenere una soddisfazione personale maggiore ma anche per soddisfare...
Università e Master

Come impaginare una tesi di laurea

Dopo tanta fatica e stress, dopo essere riusciti a concludere tutti i vostri esami, siete anche voi giunti al momento dell'impaginazione della propria tesi di laurea? Risulta fondamentale impaginarla in maniera corretta perché l'impaginazione stessa...
Università e Master

I 10 errori da evitare nella stesura di una tesi di laurea

La stesura di una tesi di laurea non è affatto semplice in quanto è importante eseguirla nel modo più corretto. In questa utilissima guida dedicata a tutti gli studenti universitari vi indico con parole molto semplici quali sono i 10 errori da evitare...
Università e Master

Come impostare Word per la tesi di laurea

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire ed imparare come poter impostare Word del nostro Office, per poter scrivere la nostra tesi di laurea, nella maniera più semplice e veloce possibile, senza rischiare di incorrere in errori...
Università e Master

Come scrivere l'Indice della tesi di Laurea

Se siete finalmente giunti alla fine del percorso accademico e state terminando la stesura della tesi di laurea, dovrete pensare anche alla schematizzazione dell'indice di tutti i capitoli di tale tesi. Alla fine di un lungo ed impegnativo lavoro come...
Università e Master

Come scrivere l'elenco fonti in una tesi

Tutti gli studenti universitari si trovano prima o poi alle prese con la stesura di una tesi. E non solo loro. Capita agli studenti del liceo, agli studiosi, ai letterati, ai professori. Una tesi ha una struttura molto simile a quella di un libro di testo....
Università e Master

Come impostare una tesi sperimentale

La tesi è il compendio finale dello studio universitario. La scrittura di una tesi sperimentale richiede un paio d'anni di duro lavoro. Logicamente bisogna anche tener presente che eventuali esami arretrati oppure il tirocinio obbligatorio allungano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.