Pedagogia: educazione permanente

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'educazione permanente, trattasi di un processo costante di apprendimento comportamentale e nozionistico che deve riguardare tutta l'intera vita di una persona. Non è solo una prima fase dell'esistenza, in cui attraverso la scuola e la famiglia, la persona apprende la propria “educazione”. È una lunga fase che praticamente non ha mai fine. Tuttavia, L'educazione permanente in pedagogia rientra quindi nel campo dell’ educazione degli adulti, operando attraverso forme e modi molto diversi. Per saperne di più sull'educazione permanente secondo i concetti di Pedagogia basterà seguire attentamente i passi a seguire.

26

Ciascuno entra in contatto con agenti e fenomeni diversi

Gli elementi comuni a tutte le forme di educazione permanente riguardano, innanzitutto, lo sviluppo soggettivo di un individuo. Ciascuno di noi infatti entrerà in contatto con agenti e fenomeni diversi a seconda dell'ambiente in cui opereremo. I soggetti di solito scelgono consapevolmente il proprio ruolo sociale sia come cittadini che come lavoratori inglobati in una società civile. Inoltre non si può non tenere nel debito conto anche lo sviluppo oggettivo e dinamico della società. L’incontro di queste potenzialità soggettive e oggettive produce specifici comportamenti individuali e collettivi, che si manifestano in famiglia, associazioni o luoghi di lavoro.

36

L'apprendimento deve persistere nelle fasi successive della vita

In pratica lo scopo dell’ educazione permanente in pedagogia è quello di aumentare in ogni persona la consapevolezza della diversità del proprio ruolo individuale e sociale. Il primo risultato di questa consapevolezza deve essere quello che “non si finisce mai di imparare”. L'apprendimento non è solo quello che si acquista nel periodo della frequentazione scolastica, ma deve continuare anche nelle fasi successive della vita. In conseguenza di ciò, più l'individuo è consapevole di apprendere e di poter migliorare il proprio ruolo nella società e più migliorano le condizioni di benessere sociale e civile.

Continua la lettura
46

Esistono istituzioni italiane che si occupano di educazione permanente

La conoscenza è un fatto comune a tutti gli uomini per il solo fatto di esistere. In altre parole la conoscenza è la prima forma, quella più importante, di educazione in grado di elevare l’individuo. Proprio per arrivare a questo nobile risultato finale, negli ultimi anni, all'educazione permanente sono stati dedicati molti studi. Anche le Istituzioni italiane che si occupano di educazione permanente in pedagogia sono molte. Ricordiamo l’ Università Popolare, che opera attraverso centinaia di sedi in tutto il territorio Nazionale e che ha ottenuto numerosi riconoscimenti dal Ministero dei beni culturali e dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Sociologia: storia dell'educazione e dell'istruzione

La sociologia dell'educazione e dell'istruzione non è altro che un ramo della sociologia che si occupa dello studio di come i sistemi scolastici influenzano la nostra società. Tale definizione può sembrare riduttiva, dato che la sociologia dell'educazione...
Università e Master

Come prepararsi all'esame di sostegno

Tra le diverse figure presenti nella scuola dell'obbligo, l'insegnante di sostegno oltre ad essere una tra le più importanti svolge un ruolo fondamentale. Grazie alle persone che svolgono questo ruolo, infatti, è possibile promuovere lo sviluppo, l'apprendimento...
Università e Master

Karl Mannheim: pensiero e opere

Tra i sociologi e filosofi più importanti della storia, troviamo senza ombra di dubbio l'ungherese Karl Mannheim, che è stato uno dei massimi esponenti della cultura europea della prima metà del Novecento. Egli a Londra ottiene la docenza di sociologia...
Università e Master

Come Rappresentare La Strizione Nel Caso Di Materiali Fragili

Affinché un materiale risulti resistente o quantomeno per testara fino a quanto un materiale può resistere a certe pressioni prima di cedere, è bene calcolare la strizione attraverso vari esperimenti e calcoli.La strizione è un fenomeno che si manifesta...
Università e Master

Come Dire I Numeri In Cinese

La civiltà della Repubblica Popolare Cinese è sicuramente una tra le più affascinanti sia grazie alla sua storia millenaria, ma anche grazie alla sua lingua. Il cinese, infatti, è decisamente distante da tutte le lingue occidentali ed è dotata di...
Università e Master

Come scegliere una facoltà ad indirizzo umanistico

La scelta dell'università è un problema che turba molti ragazzi. Si ritrovano davanti ad una miriade di corsi di laurea e hanno l'imbarazzo della scelta su quale scegliere, molti si rassomigliano davvero tantissimo e il problema diventa ancor più grande....
Università e Master

Appunti di filosofia teoretica

La filosofia teoretica è una disciplina che si impegna a trovare il senso della conoscenza. Ha origini antiche: furono, infatti, i greci a dare avvio a questo percorso, ritenendo che il sapere non è qualcosa di parziale o settoriale, ma è universale....
Università e Master

Max Weber: il pensiero in pillole

Max Weber è stato un economista, filosofo e sociologo tedesco, nato ad Erfurt nel 1864 e morto a Monaco di Baviera il 14 giugno 1920.  Negli anni in cui opera la concezione di alcune discipline del sapere cambia completamente volto: psicologia, sociologia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.