Ortografia: guida all'uso delle preposizioni

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La grammatica è una materia importantissima che viene insegnata a partire dalle scuole elementari fino ad arrivare alle superiori, ma nonostante ciò, ci sono molti diplomati che commettono ancora degli errori a livello di ortografia. L'ortografia è molto importante al fine dell'apprendimento della lingua italiana e a tal proposito le preposizioni giocano un ruolo di fondamentale importanza. Queste si dividono in semplici ed articolate. Le preposizioni semplici vengono poste sempre prima di un nome, un pronome, un aggettivo, un avverbio o un verbo all'infinito; le preposizioni articolate, invece, sono composte da una preposizione semplice accompagnata da un articolo determinativo. Premesso questo, ecco una breve guida all'uso delle preposizioni.

26

Occorrente

  • Libri di testo
36

Le preposizioni semplici

Le preposizioni sono uno degli argomenti più semplici della nostra lingua, perché non hanno tutte quelle particolari eccezioni che invece ci sono nella coniugazione dei verbi. La macrodistinzione delle preposizioni, almeno in italiano, è tra due grandi categorie: le preposizioni semplici e quelle articolate. Le preposizioni semplici sono soltanto nove e si imparano a memoria ripetendo la filastrocca in rima che si insegna in ogni classe di italiano: di-a-da-in-con-su-per-tra-fra. Ripetendole più e più volte le impareremo molto facilmente e ancor più semplice sarà inserirle nei contesti delle frasi, visto che quasi ogni cosa che pronunciamo o scriviamo contiene all'interno una delle nove preposizioni semplici.

46

Preposizioni articolate

Leggermente più complesso è il discorso da fare per le preposizioni articolate, ma nulla di trascendentale. Per ottenere le preposizioni articolate non dobbiamo far altro che unire una delle nove preposizioni semplici ad uno degli articoli determinativi. Ricordiamo quindi le nove preposizioni semplici, che sono: di-a-da-in-con-su-per-tra-fra. Dobbiamo aggiungere una di queste preposizioni agli articoli determinativi, che sono nello specifico: il-lo-la-i-gli-le. Capendo il meccanismo di base, formare le preposizioni articolate diverrà quasi automatico.

Continua la lettura
56

Composizione delle preposizioni articolate

Dall'unione della preposizione "a" più l'articolo "il" otterremo la preposizione articolata "al"; dall'unione della preposizione "da" più l'articolo determinativo "la" otterremo la preposizione articolata "dalla". Le apposite tabelle capire il meccanismo della formazione delle preposizioni articolate. Ricordiamo solo le piccole eccezioni della formula "con+il": in questo caso la preposizione articolata risultante sarà la preposizione "col".

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ripetete più e più volte tutte le preposizioni: le imparerete più rapidamente
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Pronomi personali: guida all'uso

Un pronome è quella parte del discorso che si utilizza per sostituire un elemento citato nella stessa frase. I pronomi possono essere: possessivi, dimostrativi, relativi ed indefiniti. Quelli personali possono avere una successiva classificazione: personali...
Elementari e Medie

Ortografia: i migliori trucchi per le doppie

Una delle sfide da affrontare sui banchi di scuola è l'apprendimento corretto della grammatica italiana. Essa si compone di mille nozioni, regole e particolarità che da piccoli sembra impossibile infilare in testa. In realtà il cervello è ben predisposto...
Elementari e Medie

Guida al corretto uso di maiuscole e minuscole

La lingua italiana è molto antica, figlia del latino, che ha attraversato oltre due millenni, evolvendosi e acquisendo poi regole ortografiche non sempre univoche e semplici. In particolare, ha una sua notevole complessità in riferimento al corretto...
Elementari e Medie

Grammatica italiana: le preposizioni

Possiamo definire proposizione quella parola invariabile che poniamo davanti a diverse 3 cose. Un nome, un pronome o ad un verbo per definire una relazione che intercorre tra questo nome e la parola che precede. Possiamo trovare anche le preposizioni...
Elementari e Medie

Grammatica: come capire l'uso dell'h

La lingua italiana è un vero e proprio patrimonio culturale che contiene una ricchezza lessicale sorprendente e meravigliosa. Eppure, è una lingua anche complessa, piena di sfumature e con una grammatica talvolta ostica anche per gli stessi italiani....
Elementari e Medie

Regole d'uso dell'accento

L'accento rappresenta un tratto importantissimo dell'ortografia della lingua italiana, e non solo. I differenti accenti, infatti, conferiscono un diverso significato, semplicemente grazie alla loro presenza o meno in una parola. Storicamente, l'accento...
Elementari e Medie

Grammatica: l'uso del congiuntivo

La grammatica italiana, presenta numerose sfaccettature e regole ben precise. Per tale ragione essere in grado di scriverla e parlarla in modo corretto, specialmente per persone di lingua diversa, non è un impresa molto semplice! In questa breve guida,...
Elementari e Medie

Regole d'uso dell'apostrofo

Utilizzare correttamente la lingua italiana è davvero molto importante. Bisogna rispettare tutte le regole grammaticali se si vuole scrivere e parlare bene questo linguaggio. Un uso corretto della lingua aiuta ad ottenere valutazioni positive in ambito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.