Obiettivi e funzioni delle scuole paritarie

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Una scuola paritaria è sostanzialmente una scuola privata. Viene cioè gestita da Enti che non appartengono allo Stato, quindi da privati italiani o comunque dell'Unione Europea oppure da Enti religiosi appartenenti alla Santa Sede o che comunque ne richiedono l'abilitazione. Le scuole paritarie sono in grado di rilasciare titoli e diplomi riconosciuti dallo Stato perché seguono i programmi e le regole che il Ministero dell'Istruzione definisce. In questa guida vi illustreremo quali sono gli obiettivi e le funzioni delle scuole paritarie.

25

Struttura

Le scuole paritarie vanno da quelle dell'infanzia ai licei. Sono scuole non statali dove per iscriversi e frequentare le lezioni bisogna pagare una retta mensile. Hanno gli stessi programmi della scuola pubblica e alla fine degli studi rilasciano i medesimi diplomi. Le scuole paritarie non devono solo seguire gli stessi programmi delle scuole pubbliche ma devono rispettare ed essere in armonia con i dettami della Costituzione Italiana in tutto ciò che trasmettono agli studenti.

35

Scopo

Fanno parte delle scuole paritarie anche quelle scuole cosiddette serali, vale a dire le scuole che permettono alle persone, ormai adulte che non hanno avuto la possibilità o il tempo di studiare a loro tempo di riprendere gli studi dove li avevano lasciati per conseguire un diploma, di solito di terza media oppure di liceo. Queste scuole hanno l'obiettivo di dare il diritto allo studio a tutti i cittadini che lo desiderano. Ovviamente ciò avviene dietro compenso. Il compenso non serve precisiamolo a "comprare" il titolo desiderato ma a pagare le lezioni che ci permetteranno di arrivare preparati all'esame.

Continua la lettura
45

Obiettivi

Gli obiettivi che le scuole paritarie si pongono, sono quelli di essere una scuola di "elite". Quindi la presenza di un numero minore di alunni in ogni classe, fa in modo che ogni singolo ragazzo venga seguito più da vicino e con maggiore attenzione. Inoltre ogni scuola paritaria ha un differente metodo di insegnamento, basato sulla tipologia di istituto. Ad esempio, una scuola paritaria gestita da un ente religioso, presta maggior attenzione ad una educazione religiosa da impartire agli alunni. Gli stessi insegnanti devono seguire la "filosofia" di insegnamento dettata dalla scuola, che può in qualche modo differire dalla scuola pubblica. Altri tipi di scuole paritarie, invece, sono orientate a differenti categorie di studenti, come ad esempio a coloro che hanno bisogno di recuperare degli anni persi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Lezioni di inglese per le scuole elementari

Imparare la lingua inglese sin dall'infanzia è sempre più di grandissima importanza in un mondo globalizzato. Per riuscire ad essere competitivi sul mercato del lavoro le future generazioni non potranno fare a meno di parlare almeno un'altra lingua...
Elementari e Medie

Come proporre laboratori nelle scuole

Insegnare una materia in modo pratico e dinamico è un metodo davvero innovativo. I bambini e i ragazzi, mettendo in pratica ciò che studiano sui libri, riescono ad apprendere al meglio la materia e ciò che essa spiega; appassionandosi anche maggiormente...
Elementari e Medie

Come riconoscere le diverse funzioni del CHE in italiano

Nella lingua italiana, la particella "che" può svolgere tre diverse funzioni principali: aggettivo, congiunzione o pronome. Imparare a riconoscere queste tre funzioni è importante per poterne fare un uso corretto, sia nell'italiano parlato che scritto....
Elementari e Medie

Come realizzare un orto didattico nelle scuole

La scuola è il luogo in cui ogni alunno impara diverse cose. Ogni docente ha la possibilità di utilizzare vari strumenti didattici per l'apprendimento di differenti materie. Gli strumenti didattici possono essere tecnologici e pratici, ma possono anche...
Elementari e Medie

Norme per la sicurezza nelle scuole

Ogni settore lavorativo ha delle particolari normati che riguardano la sicurezza che deve necessariamente rispettare, in modo da rendere il posto di lavoro un luogo sicuro sia per i lavoratori che per tutte le persone che frequentano tale posto. Se siamo...
Elementari e Medie

Come organizzare una recita per le scuole elementari

Se siete delle maestre delle scuole elementari e per fine anno vorrete organizzare una recita per i vostri ragazzi, siete nel posto giusto. In questa semplice guida, troverete dei consigli utili su come preparare una bella recita da fare piacere, oltre...
Elementari e Medie

Le funzioni del coordinatore di classe

All'interno della scuola c'è un'organizzazione gerarchica ben determinata. In particolare c'è il consiglio di classe che si presenta come un organo collegiale costituito dal Dirigente scolastico, due rappresentanti dei genitori e il corpo docente, tra...
Elementari e Medie

Teorema di Pitagora: dimostrazione e funzioni

Fin dalle elementare, con il primo approccio alla geometria, ci viene illustrato il Teorema di Pitagora, uno dei più antichi teoremi che tutt'oggi conosciamo. Riproposto in ogni scuola dopo le primarie, sia alle medie che alle superiori, rappresenta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.