Modi per esprimere la concentrazione di una soluzione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nel campo della chimica, una soluzione deriva dall’unione uniforme di una o più sostanze. Il suo volume è omogeneo, perché le particelle si dispongono in maniera regolare. Una soluzione si compone di due elementi. Il soluto si disperde nella soluzione in forma ionica. Il solvente, invece, è il liquido in cui il soluto si propaga. La concentrazione, o titolo, ci permette di calcolare la quantità di soluto in una soluzione. A seconda delle grandezze utilizzate, esistono diversi modi per esprimere la concentrazione. Nei passi che seguono, vi indicheremo i principali.  

26

Percentuale in peso (%P/P)

Uno dei modi per esprimere la concentrazione di una soluzione è la percentuale in peso. Consiste nel calcolare il peso del soluto in relazione al peso della soluzione. Per quantificare la percentuale in peso, dovete utilizzare 100g di soluzione come campione. Da questa, dovete estrapolare il peso del soluto. Per farlo, potete utilizzare la seguente formula:
%P/P = peso del soluto / peso della soluzione ∙ 100.
L’unità di misura utilizzata è il grammo.

36

Percentuale in volume (%V/V)

La percentuale in volume si utilizza soprattutto per esprimere la concentrazione di una soluzione idro-alcolica o aeriforme. Per calcolare la percentuale in volume, dovete considerare 100ml di soluzione. La concentrazione si trova tramite la seguente regola:
%V/V = volume del soluto/volume della soluzione ∙ 100.
La percentuale in volume di una soluzione si esprime in ml.

Continua la lettura
46

Percentuale massa/volume (%m/v)

Tra i modi per calcolare la concentrazione di una soluzione, potete utilizzare il metodo della massa su volume. Ricordate che il volume si esprime solitamente in litri. L’unità di misura della massa, invece, è il grammo. Di conseguenza, la percentuale m/v permette di quantificare i grammi di soluto dispersi in 100ml di soluzione. Per eseguire il calcolo, dovete procedere così:
%m/v = massa del soluto / volume della soluzione.
Dovete indicare l’unità di misura come g/l.

56

Concentrazione molare (M)

La concentrazione molare, o molarità, rappresenta il valore delle moli del soluto (m) in 1000ml di soluzione. L’unità di misura delle moli è mol, mentre per il volume si utilizza il litro. La formula per esprimere la molarità è la seguente:
M = moli del soluto / volume della soluzione.
L’unità di misura è mol/L. Ricordate che il valore della molarità varia al variare della temperatura. Il volume di una soluzione, infatti, dipende dalle condizioni termiche.

66

Concentrazione molale (m)

La molalità è uno dei tanti modi di esprimere la concentrazione di una soluzione. State attenti a non confonderla con il concetto di molarità. Il calcolo molale, infatti, vi aiuta sempre a trovare il numero di moli di soluto. Prende, però, in considerazione 1Kg di solvente puro. Ecco come provvedere al calcolo:
m = moli del soluto / massa del solvente.
Come unità di misura, dovrete utilizzare mol/Kg.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come ricavare la concentrazione di una soluzione da misure spettrofotometriche

Una tecnica analitica largamente utilizzata sfrutta il fenomeno dell'assorbimento delle radiazioni elettromagnetiche da parte delle soluzioni. Nello specifico prende il nome di spettrofotometria oppure fotometria, a seconda delle condizioni sperimentali...
Università e Master

Come Passare Da Un Tipo Di Concentrazione Ad Un Altro

Una soluzione chimica viene definita in base alla concentrazione molecolare, e per conoscerla ci sono diversi modi. Il passaggio da un tipo di concentrazione ad un altro e il calcolo delle formule, sono dei problemi che si presentano molto frequentemente...
Università e Master

Come calcolare la Molarità di una soluzione

Una soluzione per definizione è un miscuglio omogeneo di due o più componenti ed ha la stessa composizione e le stesse caratteristiche in tutti i suoi punti. E’ identificata dal rapporto di combinazione tra il solvente, che è la sostanza presente...
Università e Master

Come ottenere una soluzione chimica Meno Concentrata

La chimica è una delle materie più importanti per tutti coloro che decidono di intraprendere gli studi scientifici, ovvero che decidono di frequentare un istituto tecnico industriale oppure un liceo scientifico. Uno degli elementi fondamentali su cui...
Università e Master

Come calcolare il PH di una soluzione chimica

Ogni soluzione acquosa presenta una sua acidità o basicità. Il calcolo del pH serve appunto a definire se una soluzione è acida o basica. Questa scala fu introdotta nel 1909 da Sorensen, un chimico danese. Potete osservare che su tutte le tipologie...
Università e Master

Come calcolare la concentrazione dall'assorbimento

Quando una radiazione luminosa viene riflessa all'interno di un mezzo trasparente una parte di essa di infrange nel pezzo. Questa radiazione luminosa comporta la diminuzione della radiazione stessa man mano che essa si propaga. Il logaritmo decimale per...
Università e Master

Come Esprimere I Confronti In Cinese

Lo studioso delle lingue dell'oriente, durante l'apprendimento della complicata lingua cinese, si ritrova certamente di fronte ad un linguaggio di elevato interesse, che associa una grammatica non eccessivamente complessa ad una ricchezza quasi illimitata...
Università e Master

Come preparare una soluzione salina

La soluzione salina è conosciuta soprattutto con il nome di soluzione fisiologica. Essa è utilizzata in tantissime situazioni: per le infusioni endovenose, per le pratiche igieniche, per la pulizia delle lenti a contatto, per l'irrigazione nasale, per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.