Mestieri e professioni nell'antica Roma

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'Antica Roma era una società altamente produttiva.
Le fonti del I e del II secolo. D. C. Testimoniano la grande varietà delle professioni degli uomini romani. Uomini sì, poiché le donne si occupavano principalmente della casa e dei familiari.
La forza lavoro dell'Antica Roma produceva perlopiù in settori come l'artigianato e l'edilizia.
Inoltre a Roma il commercio era una delle maggiori fonti di redditto.
Analizzeremo in questo testo i principali mestieri di chi ci ha preceduti 2000 anni fa, partendo proprio dalla condizione femminile.

24

La figura femminile

Le donne, come detto in precedenza, si dedicavano alle faccende all'interno delle mura domestiche. Bisogna tuttavia sottolineare il fatto che le nobili romane potevano utilizzare il loro tempo liberamente, poiché il loro compito era svolto dai servi; esse, per esempio, si recavano alle terme o in visita alle amiche. Ricordiamoci inoltre che "la prostituzione è il lavoro più antico del mondo". Nell'Antica Roma erano infatti presenti le cosiddette "lupanare" (dal latino lupa = prostituta), chiamate anche bordelli. Uomini, anche patrizi, ci si recavano dato il basso prezzo per le prestazioni. Inoltre, c'è da dire che la prostituzione non era considerata come qualcosa di negativo - anzi - era assolutamente naturale.

34

La figura maschile

Passiamo ora agli uomini. Partiamo dicendo che consistente era la presenza a Roma dei clientes. Il cliens (singolare di clientes) era il cittadino che, non facendo parte di un alta classe sociale, era costretto a richiedere la protezione di un patronus (o di un'intera gens) per integrare il suo redditto. In cambio egli offriva favori di ogni tipo. Inoltre, anche a Roma erano presenti i disoccupati a vita. Essi vivevano "di rendita", dato che ricevevano dall'annona dell'Urbe il necessario per la sopravvivenza.

Continua la lettura
44

L'attività

L'intensa attività produttiva romana è attestata da varie fonti, le quali ci portano a una ricostruzione dell'Antica Roma. Dai campi arrivavano le derrate alimentari, mentre in città erano presenti numerosi magazzini che si occupavano della produzione e della vendita di varie merci. Per quanto concerne quest'ultima, subentravano i mercanti. I magazzini (horrea) davano lavoro ai negozianti "al minuto", come ad esempio i mercanti di frutta ai manovali che si occupavano della manuntenzione dell'edificio del magazzino e agli artigiani, i quali lavoravano e raffinavano le materie prime.
Esempi di mestieri tipici romani sono: falegnami, muratori e carpentieri.
A Roma era inoltre presente una fitta rete commerciale che si estendeva per tutto l'Impero. Arrivavano quindi merci dall'oriente, come la seta (in figura, la via della seta), le varie spezie, gli unguenti ed altro.
Per terminare, è importante sottolineare che la forza dell'economia romana sia stata per secoli sostenuta dall'incessante lavoro degli schiavi (detenuti di guerra, ad esempio).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Guida sulla persecuzione dei cristiani nell'Antica Roma

In questo articolo, passo dopo passo, provvederò a redigere una guida sulla persecuzione dei cristiani nell'Antica Roma. Queste persone, considerate veri e propri nemici dell'Impero, erano oggetto di vere e proprie persecuzioni con l'accusa di crimine...
Superiori

I giochi olimpici nell'antica Grecia

Nell'antica Grecia, lo sport, all'ora chiamati giochi, occupavano un posto fondamentale nella vita sociale e dell'intrattenimento. Dall'altro lato, invece, c'erano i ginnasi, con l'atletismo, che, era diventato parte integrante dell'educazione dei giovani....
Superiori

La storia di Roma in breve

Roma, come è ben noto, possiede una storia antichissima. Secondo la tradizione la città si fondò il 21 aprile 753 a. C. e, nel corso dei suoi tre millenni di storia, può considerarsi la prima grande metropoli dell'umanità. La sua importante ed antica...
Superiori

Come usufruire delle biblioteche del Comune di Roma

Come Usufruire delle Biblioteche del Comune di Roma? Se ti piace leggere scoprirai un mondo meraviglioso dove perderti nell'immenso patrimonio librario. Il gusto di leggere un libro è un piacere che, fin dall'antichità, permette all'uomo di viaggiare...
Superiori

Parmenide e la filosofia antica

Parmenide fu il fondatore della scuola di Elea. Se Eraclito si è espresso attraverso dei frammenti, Parmenide sceglie di esprimersi attraverso la poesia. Il suo "Poema sull'Essere" ci è giunto in frammenti e non nella sua interezza, e pare proprio che...
Superiori

Il sacco di Roma in breve

Le azioni che portarono alla distruzione della culla della cultura latina furono molteplici: tra questi quello che ricordiamo è il Sacco di Roma, un'azione di saccheggio e barbarie ad opera dei Lanzichenecchi discesi in Italia, guidati da Carlo V, nella...
Superiori

Rinascimento nell'arte: appunti

Il Rinascimento, è un periodo fondamentale su diversi e interessanti aspetti, di cui uno  di questi riguarda in primis l'arte. Il Rinascimento, è un fenomeno nato a Firenze agli inizi del Quattrocento, che si diffuse solo successivamente nelle altre...
Superiori

Caio Giulio Cesare in pillole

La figura di Caio Giulio Cesare (100 - 44 a. C.) è una delle più importanti e affascinanti della storia dell’antica Roma; apparteneva alla gens giulia, nobile famiglia romana ma solo di origine perché in realtà era nè particolarmente ricca nè...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.