Maturità: gli errori da non fare alla prova di italiano

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La prova di italiano è una tra le più temute per gli studenti che devono affrontare la maturità. Fare passi falsi è semplicissimo e, per non sbagliare, è necessario partire da casa pronti ad ogni evenienza così da poter raggirare ogni tipo di ostacolo e riuscire a consegnare una prova dai contenuti validi e in grado di impressionare la commissione. Ma quali sono gli errori da non fare alla prova di italiano? Vediamoli insieme.

27

Prova di maturità: la scelta della traccia

Quando si affronta la prova di italiano alla maturità, la scelta più difficile da fare è proprio quella della traccia da proporre alla commissione. Ogni prova di italiano che si rispetti è composta da quattro tracce ben distinte tra loro: l'analisi di un testo, il saggio breve, il tema d'attualità e il tema storico. Si tratta in tutti e quattro i casi di tracce scelte dal ministero e dunque di complessità idonea a quelli che sono gli obiettivi di valutazione dei docenti facenti parte la commissione. Uno degli errori più frequenti fatto dai giovani ragazzi che affrontano la prova è, infatti, cercare di puntare tutto su una traccia piuttosto che su un'altra (che magari svolgerebbero meglio!) pensando che possa essere più difficoltosa e dunque impressionare la commissione. Nulla di più sbagliato! Le tracce hanno uguale difficoltà ma si basano su modalità di svolgimento diverse, inutile sforzarsi e tentare di addentrarsi nell'analisi di un testo poetico se, magari, si è molto più ferrati sul discorsivo e si otterrebbero risultati migliori affrontando la traccia d'attualità. Iniziamo a dire che, dunque, il segreto principale per non fare errori alla prova d'italiano della maturità è quello di scegliere senza troppi problemi la traccia più adatta alle proprie capacità, senza preoccuparsi di eventuali "gradi di difficoltà".

37

Errori da non fare alla prova d'italiano: gestire male il tempo

Tra gli errori da non fare alla prova d'italiano alla maturità c'è sicuramente quello di perdere troppo tempo. La prova non ha una durata infinita e all'interno del tempo consentito dovreste riuscire a comprendere la traccia, svolgere un discorso di senso compiuto, ricopiarlo in "bella copia" al netto di errori e refusi, rileggerlo e consegnarlo, sereni del fatto di aver dato il 100% delle vostre capacità. Farlo non è semplice, quindi non perdetevi in chiacchiere. Il consiglio è quello di appuntarvi sul retro di uno dei fogli a vostra disposizione le idee in ordine d'arrivo, sintetizzandole in parole chiave, così da poterle "ripescare" durante la stesura del testo e sfruttare per dar vita a brevi paragrafi di qualche riga, ma questa volta in maniera ordinata, così che il vostro scritto segua un filo logico e ordinato. Ricordate: inizio, corpo del testo, conclusione. Nulla di più, nulla di meno!

Continua la lettura
47

Errori da non fare alla prova d'italiano: essere troppo prolissi

Cercare di dilungarsi, girando attorno al nocciolo del discorso o utilizzando paroloni ricercati nel tentativo di sorprendere la commissione, è quanto di più sbagliato possiate fare. Tra gli errori da non fare alla prova d'italiano c'è sicuramente quello di volersi "vestire" di una modalità di scrittura non propria e non consona alla propria giovanissima età. State affrontando l'esame da esterni, e magari avete già più di 25/30 anni? Benissimo i discorsi articolati e i paroloni accademici. Ma se avete 18 anni e siete ancora dei ragazzi giovani e in via di formazione, non inforcate il dizionario alla ricerca del sinonimo più ricercato. I vostri concetti devono essere semplici e istintivi tanto quanto i vostri pensieri: scrivete quello che vi viene in mente senza rifletterci troppo, l'essenziale sono la correttezza e lo stile (che deve essere fluido e piacevole, non ricercato!)

57

Errori da non fare alla prova d'italiano: essere troppo accademici

Gli scritti in modalità accademica, impersonale, fredda e aspra vanno bene soltanto quando si fa cronaca nera, non di certo all'esame di maturità. Per superare la prova d'italiano brillantemente, quindi, qualunque sia la traccia che abbiate scelto (incluso il tema storico), non abbiate paura di metterci del vostro, di esprimere pareri e opinioni e di far capire alla commissione che il testo è vostro e di nessun altro. La personalità è sempre ben accetta, soprattutto quando viene fuori da ragazzi giovani e pronti ad affacciarsi al mondo della vita adulta e che è quindi giusto abbiano i propri ideali, gusti e pareri.

67

Errori da non fare alla prova d'italiano: perdersi d'animo

Tra gli errori da non fare assolutamente alla prova d'italiano è quello di perdersi d'animo. Può capitare, lo sappiamo. Capita di trovarsi di fronte a tracce cucite addosso a noi e capita, invece, che non ce ne vada a genio al 100% nessuna. È questione di fortuna e non c'è nulla che possiamo fare per cambiare le cose. Se dovesse capitarvi, preso atto della cosa, provate a dare il 100% anche su una traccia che vi piace al 50. Lo sforzo verrà apprezzato, cosa che invece non accadrà se vi fascerete la testa prima di rompervela e entrerete nel panico. Parola d'ordine? Un respiro profondo e mettete nero su bianco i pensieri!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Maturità

Errori da evitare durante la prima prova di Maturità

L’esame di maturità è un traguardo importante che segna il passaggio all’età adulta per entrare nel mondo del lavoro o dell’università. In questa guida entreremo nel merito della prima prova scritta, l’unica uguale per tutte le scuole. Attualmente...
Maturità

Cose da sapere sulla terza prova di Maturità

Gli esami di maturità si avvicinano e come ogni anno gli studenti delle scuole superiori si stanno già preparano in vista delle prove scritte. La prima prova è come sempre il tema di italiano, la seconda e la terza prova, invece, possono variare a...
Maturità

5 errori da evitare con i commissari esterni alla Maturità

Gli esami di maturità aleggiano nell'aria, come ogni anno, e incutono timori e preoccupazioni negli studenti del quinto anno, che ne sono coinvolti. Che si tratti di liceo, di scuola professionale o di qualsiasi altro tipo di istituto, vediamo insieme...
Maturità

Gli errori più comuni d'italiano

L'italiano è una lingua abbastanza complessa; essa infatti presenta diverse specificità. Queste ultime sono legate a parole, verbi, punteggiatura e sintassi. Per evitare di commettere imprecisioni è fondamentale acquisire una corretta conoscenza linguistica....
Maturità

Come calcolare il punteggio dell'esame di maturità

Ciò che andremo a sviluppare nei passi che comporranno questa guida, che per la precisione saranno tre, si dedicherà all'esame di maturità. Questo è un periodo perfetto per trattare questo tema, dato che ci sono stati gli esami scritti pochi giorni...
Maturità

Tesina Maturità. '1948'

Il 1948 può considerarsi un anno di svolta per le sorti mondiali, una svolta degli equilibri internazionali, quindi, è più che evidente che è un tema molto proficuo e pieno di collegamenti, adatto ad una tesina per la maturità, senza dover faticare...
Maturità

5 idee per festeggiare la Maturità

La maturità è un traguardo davvero importante per gli studenti delle scuole superiori, i quali per tutto l'ultimo anno si sono preparati per sostenere gli esami ed ottenere il fantomatico diploma. Purtroppo questo è uno dei periodi più stressanti...
Maturità

Ripasso per l'esame orale di maturità: 10 consigli

Affrontare l'esame di maturità non è affatto semplice. L'esame di maturità prevede una fase scritta, le cui tematiche possono variare da istituto ad istituto, ed una fase orale, che prevede l'interrogazione su tutte le materie del corso di studi e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.