Matematica: peso lordo, peso netto e tara

Tramite: O2O 24/09/2018
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La matematica è una materia alla quale ci si approccia sin dai primi anni di vita. Essa fa parte della vita quotidiana e tratta diversi argomenti. Il livello di difficoltà ovviamente aumenta man mano che si va avanti con la scuola. I bambini che frequentano le elementari vengono istruiti su nozioni semplici che via via acquaisiscono una maggiore complessità alle medie. Uno degli argomenti maggiormente trattati alle scuole elementari è quello relativo ai concetti di tara, peso lordo e peso netto. Essi vengono spesso menzionati per la risoluzione di alcuni comunissimi esercizi. Il peso lordo, quello netto e la tara si incontrano frequentemente in cucina, nel mondo del commercio ed in altri settori, poiché sono delle unità di misura valide per gli alimenti o per altri oggetti d'uso quotidiano. Ma vediamo nel dettaglio cos'è che differenzia tra loro il peso lordo, il peso netto e la tara in matematica. Seguendo le indicazioni del presente tutorial, chiariremo i nostri dubbi anche con qualche esempio pratico. In questo modo potremo fare mente locale su questi concetti e aiutare i nostri bimbi con i compiti per casa.

27

Occorrente

  • Bilancia
  • Prodotto
  • Contenitore
  • Carta
  • Penna
  • Calcolatrice
37

Tara

Quando si parla di tara, si fa sempre riferimento ad un contenitore. Che si tratti di una cassetta in legno, oppure di un contenitore in plastica, un piatto o qualunque altro recipiente, il suo peso in grammi si otterrà sottraendo il peso netto dal peso lordo. Quando ci rechiamo al supermercato o dal salumiere, ad esempio, notiamo subito una cosa. Il rivenditore poggia sulla bilancia il contenitore, al fine di individuare il valore relativo alla tara. Quando poi aggiunge il prodotto da vendere, calcola direttamente il peso netto escludendo la tara. Per capire meglio, facciamo un esempio. Stiamo acquistando una vaschetta di gelato. Se leggiamo attentamente sulla confezione, troviamo il peso del prodotto. Vogliamo conoscere la tara? Niente di più semplice. Quando siamo a casa, pesiamo il gelato ancora nel contenitore. Sottraiamo il peso indicato sulla vaschetta a quello riportato dalla bilancia. Ed ecco che troveremo il peso della vaschetta in plastica. In sintesi, Pertanto: T (tara) = PL (peso lordo) - PN (peso netto).

47

Peso netto

Poc'anzi abbiamo fatto riferimento al peso netto, in relazione alla definizione di tara. Quando si parla di peso netto, ci si riferisce al peso dell'oggetto che si trova nel contenitore. Solitamente questo valore ci viene indicato su tutte le confezioni dei generi alimentari che acquistiamo. Su alcuni packaging troviamo anche la tara indicata subito dopo il peso netto. Qualora non fosse presente questo valore, poco male. Se dobbiamo preparare una torta ci basta sapere quanto pesa ciascun ingrediente. L'unica accortezza da avere consiste nel pesare il prodotto ancora chiuso. Questo per controllare a quanto corrisponde il peso lordo. Avremo così la certezza che il peso netto indicato sulla confezione non include la tara. In cucina soprattutto è importante non sbagliare le quantità, altrimenti le ricette non riusciranno. Quando vengono indicati specifici valori, anche un grammo di troppo può fare la differenza e rovinare un piatto. Per questo dobbiamo sempre controllare a quanto corrisponde effettivamente il peso netto di un prodotto. Pertanto: PN (peso netto) = PL (peso lordo) - T (tara).

Continua la lettura
57

Peso lordo

Ora che abbiamo chiarito quali sono le differenze tra tara e peso netto, passiamo al peso lordo. Quest'ultimo altro non è che il valore risultante dalla somma della tara più il peso netto. Questo valore non si trova quasi mai specificato sulle confezioni dei vari prodotti. Pertanto dobbiamo ricavarlo da noi sfruttando gli altri valori conosciuti. Premesso che quasi tutte le confezioni riportano il peso netto, possiamo trovare il peso lordo in vari modi. Se conosciamo anche la tara, dovremo semplicemente aggiungervi il peso netto. Altrimenti ricorreremo alla nostra cara fidata bilancia. In questo caso possiamo rimuovere il prodotto dal contenitore e pesare quest'ultimo. Conosceremo così la tara. Pesiamo poi l'alimento o l'oggetto rimosso dalla scatola e troveremo il peso netto. Ora ci serve il peso lordo, quindi sommiamo i due valori appena individuati. Per fare ancora prima, abbiamo modo di trovare subito il peso lordo di un oggetto collocandolo così com'è sulla bilancia. Il valore su cui si soffermerà l'ago corrisponderà quindi al peso lordo. Ricapitolando: PL (peso lordo) = T (tara) + PN (peso netto).

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per comprendere al meglio il concetto e farlo proprio, eseguire una serie di esercizi con i valori dei prodotti acquistati al supermercato.
  • Annotare le formule per ricavare peso lordo, peso netto e tara su un foglio, in modo tale da fare pratica e memorizzare istantaneamente la regola in questione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come ricavare il netto dal lordo

Per poter acquistare oggetti, cibo, frutta, verdura e altro dobbiamo conoscere alcuni principi fondamentali. Le basi sono il peso netto, il lordo e la tara. Tramite queste riusciamo a sapere realmente ciò che abbiamo acquistato che peso ha. Il peso netto...
Elementari e Medie

Come si misurano la massa e il peso di un corpo

Nella fisica la massa e il peso di un corpo sono due elemento estremamente importanti che molto spesso vengono confusi tra di loro. Quando si parla di peso, sostanzialmente si intende la forza con la quale un corpo viene attratto verso il centro della...
Elementari e Medie

Come fare le equivalenze: misure di peso

Spesso vi sarà sicuramente capitato di dover portare in chili una misura originariamente in grammi. Questo potrebbe accadervi se siete a scuola per un compito in classe oppure per una interrogazione. Ma potrebbe anche accadervi nel corso della preparazione...
Elementari e Medie

Come dimostrare che l'aria ha un peso con un esperimento

L'aria è una miscela di sostanze aeriformi che costituisce l'atmosfera terrestre. È un componente essenziale per la vita della maggior parte degli organismi animali e vegetali e in particolare per la vita umana, per cui la sua salvaguardia è fondamentale...
Elementari e Medie

5 consigli per imparare velocemente la matematica

La matematica è una delle materie fondamentali che si studiano a scuola. E la ritroviamo in tutte le scuole di ogni ordine e grado, almeno fino alla fine della scuola media superiore. Da sempre, per molti, ha sempre costituito una materia ostica. E addirittura...
Elementari e Medie

Come evitare di fare errori in matematica

Tra le materie più complesse sin dai primi anni scolastici, vi è sicuramente la matematica. La matematica è una disciplina molto contorta e complessa, basata su ragionamenti, verifiche e calcoli e molto spesso, risulta complessa per moltissimi alunni...
Elementari e Medie

Come interessare gli alunni alla matematica

La matematica è una materia fondamentale nel percorso scolastico, ma è anche una delle più difficili da affrontare poiché richiede molta pazienza e applicazione costante. Interessare gli alunni a questi argomenti è semplice se conosciamo le strategie...
Elementari e Medie

10 app per insegnare la matematica a bambini e ragazzi

Ai tempi di oggi anche l'insegnamento deve comunque collegarsi a qualcosa di più moderno e funzionale. È possibile infatti aiutare i bambini a capire una materia difficoltosa come la matematica attraverso l'utilizzo di alcune applicazioni molto utili....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.