Matematica: il criterio di Leibniz

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

In questa guida verranno dati utili consigli su come capire bene ed apprendere al meglio uno dei principi della matematica più studiati: il criterio di Leibniz. Esso si tratta di un argomento di calcolo aritmetico basato su una successione di numeri di segni alterni. Dovete sapere che esso prende il nome dallo studioso e filosofo tedesco citato prima. Il suo enunciato e la sua spiegazione sono collegati in maniera diretta con altri argomenti di algebra come per esempio i limiti, le serie in successione e le funzioni. Il principio di base fa riferimento ad una specie di criterio di convergenza riguardante soltanto alcune particolari e definite successioni. È complicato da comprendere inizialmente, ma attraverso questo articolo potrete avere maggiori informazioni a riguardo. Prendete carta e penna e segnatevi le cose che vi possono interessare.

26

Occorrente

  • Libro di matematica
36

Prima di tutto chiariamo cosa si intende per convergenza: è la proprietà di una successione la quale presenta un limite finito al tendere dell' indice verso l' infinito. A questo punto, tale successione di cui si parla, deve essere monotona, non crescente e infinitesima. E’ bene ricordare che una espressione algebrica è monotona quando per ogni "x1" minore o uguale a "x2" anche f (x1) è minore o uguale a f (x2). L’aggettivo non crescente significa che per ogni termine numerico, l’assunto "X (i +1)" deve essere inferiore, o al massimo uguale, e non superiore a quel dato valore stesso.

46

Il criterio di cui stiamo parlando afferma che, considerando una serie numerica convergente data dalla successione di cifre decrescenti di segno alterno, allora ne seguirà che le due serie nate dalla scomposizione della serie iniziale, risulteranno identiche tra di loro e sommandole si otterrà risultato uguale a zero. Inoltre una delle serie ha pedice pari e l'altra lo ha dispari. Se si decide di apprendere una funzione allo scopo di dare conferma a tale teoria, si deve inizialmente controllare se questa rispetta o meno i due punti seguenti: la successione deve essere infinitesima, cioè il limite di An per "n" che tende a infinito esiste ed è uguale a zero, ed è necessario che sia decrescente. Deciso che questi due requisiti sono rispettati, la nostra funzione è convergente.

Continua la lettura
56

Infine, sarebbe utile passare a qualche esempio concreto. I valori A0, A1, A2 e A3 costituiscono una successione di numeri reali. La serie, ottenuta tramite la sommatoria, è costituita da numeri di "k" che vanno da zero a infinito. Tale serie è convergente. Detto questo, si può concludere che il limite di "An" è pari a zero stabilendo che l'incognita "x" tende al valore di infinito. Ricordate che ogni "n" è appartenente all'insieme dei numeri naturali.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ripassare le regole di algebra

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Concetti chiave del pensiero di Leibniz

Leibniz nacque a Lipsia il 21 giugno 1646, fu un uomo di vasti e grandiosi progetti e si applicò alla soluzione dei più diversi problemi. I suoi scritti concernono la giurisprudenza, la politica, la storia, la teologia, la matematica e la fisica. Gli...
Superiori

Diritto: il criterio di equità

La giustizia procedurale è l'idea di equità nei processi che risolvono le controversie. L'aspetto principale della giustizia procedurale è correlato alle discussioni dell'amministrazione della giustizia e del giudizio, al fine di ottenere un giusto...
Superiori

Come prepararsi per le olimpiadi di matematica

Nel corso delle olimpiadi di matematica, gli studenti italiani si confrontano fra loro e con altrettanti fenomeni europei. Gli alunni ed i professori valutano le conoscenze acquisite durante l'anno scolastico. I docenti sperimentano anche nuove tecniche...
Superiori

Come migliorare in matematica

La guida si svilupperà su una tematica che ha sicuramente interessato tutti noi nel periodo degli studi: la matematica. I problemi in matematica affiorano nel momento in cui un concatenarsi di dubbi si susseguono fino a far perdere il filo logico che...
Superiori

10 consigli per prepararsi al meglio ad un compito di matematica

Prepararsi a svolgere un compito di matematica è sempre un motivo di stress per gli studenti. La prima regola è sempre quella di studiare il più possibile per arrivare preparati, ma esistono anche tanti piccoli trucchi che possono aiutarvi a svolgere...
Superiori

Come affrontare un compito di matematica

Ci sono delle materie scolastiche davvero ostiche e, per un buon 60% degli studenti italiani, una tra queste è la matematica. Tutti quei numeri e quelle formule sembrano proprio non voler entrare in testa: rientrate anche voi in questa percentuale? Se...
Superiori

Come risolvere problemi di matematica online con Mathway

La matematica è sicuramente una delle materie più ostiche e antipatiche che si studiano a scuola. Si passano ore interminabili cercando il risultato corretto di un problema o di un'espressione e non sempre si trova una soluzione. Ma sul web c'è qualcosa...
Superiori

Come migliorare il tuo rendimento in matematica

Molti di voi si saranno sicuramente imbattuti in avventure complesse che riguardano la matematica. Questa disciplina è difficoltosa per parecchi ragazzi che, si trovano a dover capire determinati e complessi problemi che riguardano questa materia. La...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.