Matematica: il calcolo differenziale

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Chi studia una materia come la matematica, molto probabilmente si troverà a dover affrontare un approccio analitico con la questione del calcolo differenziale. Questo si occupa dello studio dell'operazione derivazione e rappresenta praticamente la variazione infinitesima di una variabile. Derivare una funzione reale, significa poter ottenere dalla prima funzione una seconda, che prende per logica il nome e l'attributo di derivata. La derivata descrive il grafico della stessa in ogni suo singolo punto. La condizione fondamentale affinché una funzione possa definirsi differenziale è rappresentata dalla condizione di continuità, che però non rappresenta l'unica condizione necessaria e sufficiente ai fini di un calcolo definito differenziale. Esistono infatti molte funzioni continue e, in certi casi, infinite, che non risultano però derivabili. Esiste poi la possibilità di ricavare la derivata di una derivata, cioè seconda della funzione iniziale. Vediamo in che cosa consiste esattamente il calcolo differenziale.

25

Le utilità

Un'applicazione come quella del calcolo differenziale può avere varie e differenti utilità. La principale e quella maggiormente importante però, è la sua connessione con lo studio delle funzioni, particolarmente per ciò che concernei grafici. Un perfetto grafico rappresentante una funzione, avrà un numero ben preciso e definito di passaggi, che lo renderanno nettamente differente da un risultato approssimativo.

35

La fisica

Il calcolo differenziale può trovare anche applicazioni pratiche nonché essere utilizzato in fisica per comprendere i fenomeni naturali che circondano l'uomo. In quest'ultimo caso, le derivate vengono calcolate in un punto, permettendoci di descrivere il range della funzione secondo l'indice di un dato vettore. Naturalmente però, come in ogni sua più varia applicazion, il calcolo differenziale ci fornisce sempre e comunque informazioni circa la funzione principalmente definita iniziale.

Continua la lettura
45

Il vettore

Mentre le derivate differenziali indicano di quanto varia la funzione lungo il vettore determinato, il differenziale rappresenta invece una data e circoscritta applicazione lineare che si collega al vettore con variazione al primo ordine. È importante comprendere questa differenza, riuscendo a non confondere due concetti ben distinti. Seguendo queste indicazioni, il calcolo differenziato non risulterà essere più una teoria così difficile da decifrare o di impossibile comprensione logica.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la pressione differenziale

Conoscere bene il funzionamento degli organi interni al corpo umano risulta importante non soltanto quando ci si iscrive ad una facoltà universitaria sulla medicina. Tutti sanno che il cuore rappresenta il motore della vita, quindi bisogna assolutamente...
Superiori

Come risolvere gli esercizi di calcolo combinatorio

La matematica, per la maggior parte delle persone, è una delle discipline più difficili da apprendere e molto spesso avremo bisogno di un aiuto per riuscire a comprenderla perfettamente. Su internet potremo trovare moltissime guide che ci spiegheranno...
Superiori

Ipotesi matematiche: calcolo statistico

Durante un'indagine statistica o una ricerca, è necessario definire un'ipotesi; anche se è certo che l'ipotesi è sempre dimostrata vera, è necessario eseguire un test di ipotesi, che si riferisce alle procedure formali predefinite, che vengono utilizzate...
Superiori

Proporzioni: calcolo del termine incognito

A sentir parlare gli studenti sembra essere la materia più ostica in assoluto. Si, è proprio lei, la matematica. Sembra che per molti questa materia inizi a dare problemi sin dall'inizio e a causa del fatto che i suoi argomenti sono tutti concatenati,...
Superiori

Come semplificare il calcolo coi numeri relativi

Se stiamo studiando alcune particolari discipline molto complesse come ad esempio la matematica o la fisica o ancora a chimica, e non riusciamo a comprendere alcuni degli argomenti trattati, non dovremo assolutamente preoccuparci. Utilizzando un computer...
Superiori

Come imparare la matematica online

La matematica è da sempre l'incubo di quasi tutti gli studenti. C'è chi è più portato e chi trova questa materia quasi incomprensibile. Per chi volesse approfondire diversi argomenti matematici, oggi grazie al web, è possibile affrontare moltissimi...
Superiori

Come fare il calcolo dell'ipotenusa

Il calcolo dell'ipotenusa di un triangolo è questione ormai dibattuta spesso alle scuole, perché non tutti riescono a capirla e ad effettuarla nella maniera corretta. L'ipotenusa è quella parte del triangolo che si trova all'opposto dell'angolo retto,...
Superiori

Calcolo Combinatorio

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di numeri, in quanto, come avrete compreso dal titolo stesso che la contraddistingue, andremo a spiegarvi il Calcolo Combinatorio. Cominciamo subito le nostre argomentazioni.Siete anche voi alle prese...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.