Marcel Proust: poetica

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Marcel Proust nasce nel 1871 da una famiglia dell'alta borghesia francese, sin dai primi anni di vita dimostra una salute cagionevole e malaticcia, con frequenti attacchi di asma che ne segneranno l'intera vita. La poetica di Proust si ritrova nel suo monumentale romanzo: "Alla ricerca del tempo perduto", uno sforzo narrativo che lo impegnò per molti anni e che delinea un quadro dei vizi e delle virtù del tempo, un romanzo che analizza la profondità dei sentimenti umani.

27

Occorrente

  • "Alla ricerca del tempo perduto"
37

Proust, vive la sua adolescenza durante il periodo del decadentismo, una corrente letteraria che esalta le forme brevi e frammentarie, il mistero e l'interiorità della condizione umana. In questi anni pubblica " I piaceri e i giorni" ispirato alle tesi decadenti, una raccolta di racconti brevi, ambientati nei salotti dell'aristocrazia francese, un libro che contiene alcuni temi cari allo scrittore come la gelosia, l'omosessualità e la memoria. Lo stile narrativo è ripreso dagli autori classici del seicento, caratterizzato da periodi brevi e da un linguaggio ancora acerbo.

47

Per comprendere il pensiero e la filosofia proustiana, l'analisi del suo unico romanzo è la chiave di volta per conoscere intimamente la psicologia di un fragile uomo, che combatte quotidianamente con il senso di colpa e la tristezza. Il romanzo "Alla ricerca del tempo perduto", inizia con un ricordo di una vacanza trascorsa nella campagna di Combray, un ricordo doloroso e sofferente di una madre che si reca dal figlio per il bacio della buonanotte, perché segna la fine di un tempo ed il passaggio ad una fase adulta; è da questo ricordo involontario e nostalgico che scaturisce la sua analisi delle "intermittenze emotive", un solo attimo della propria infanzia riesce a far rivivere i momenti dimenticati in una chiave "ritrovata".

Continua la lettura
57

Uno dei temi più importanti dell'opera è la memoria che viene descritta come memoria volontaria e memoria spontanea. Il primo tipo di memoria, scatena ricordi logici e realistici, mentre la seconda ci fa rivivere le sensazioni intorno a quel ricordo, una sorta di creazione della realtà che ci permette di entrare in contatto con il proprio Io. La ricerca proustiana mira a ritrovare la felicità, il tempo perduto in un contesto extratemporale che sfugge alle leggi logiche del passato e del presente, Il racconto autobiografico narra le vicende della società francese del tempo, un ritratto cinico, che analizza la psicologia dei personaggi tramite i loro drammi.
Proust usa un linguaggio complesso e forbito, con locuzioni lunghe ed articolate, che possono risultare difficili da analizzare e comprendere.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Guida alla poetica di Giuseppe Ungaretti

Giuseppe Ungaretti è un poeta italiano dell’inizio del Novecento. Le sue opere sono molto importanti per lo studio della letteratura italiana in quanto è considerato il padre fondatore della corrente dell’ Ermetismo. In questa guida andremo ad approfondire...
Superiori

La poetica di Giosuè Carducci

Giosuè Carducci nacque nel 1835 in Versilia. Durante gli studi condotti presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove si laureò in Filosofia e Filologia, dette vita alla "Società degli Amici pedanti", che criticava il Romanticismo e sperava nel...
Superiori

Pirandello: La poetica

Luigi Pirandello costituisce un nome di spicco della storia della letteratura italiana la cui poetica comprende una vasta gamma di generi letterari, fra cui romanzi, novelle, opere teatrali, poesie e anche raccolte di saggi. Il suo pensiero ha senza dubbio...
Superiori

Breve guida alla poetica di Pascoli

Giovanni Pascoli è tra i poeti più importanti della letteratura italiana del Novecento. La sua poetica è conosciuta come le sue opere, in quanto rientra tra gli autori del novecento più studiati. Trattandosi di uno dei letterati più moderni, le sue...
Superiori

La poetica di Fabrizio De Andrè

“Dio ci salvi dal maledetto buon senso” se tutti fossero normali e se fossero dotati esclusivamente di buon senso non esisterebbero gli artisti e probabilmente neppure i bambini.Fabrizio De Andrè, cantautore contemporaneo si dedicò alle classi...
Superiori

Letteratura: la poetica di Gabriele D'Annunzio

Gabriele D'Annunzio, nato Pescara nel 1863 e morto nel 1938 al Vittoriale, è considerato uno dei maggiori scrittori e poeti delle letteratura italiana. Egi infatti è uno dei più significativi esponenti del Decadentismo, perché è riuscito a interpretare...
Superiori

Come recensire una silloge poetica

Effettuare la recensione di un'opera letteraria è certamente un lavoro molto complesso che richiede principalmente una conoscenza specifica e dettagliata. Potersi cimentare in tale opera può in un certo qual modo provocare non pochi problemi. Infatti...
Superiori

Ungaretti: vita e opere

La poesia diviene uno scavo interiore in cui si esprime l'essenziale e tramite un meccanismo ascensionale l'inconscio diviene conscio. Oggi vogliamo approfondire l'argomento ed anche la vita e le opere, di un noto poeta, il caro Ungaretti. Essendo appartenuto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.