Linguistica italiana: le lingue neolatine

Tramite: O2O 06/09/2017
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Le lingue neolatine in generale, presentano una grammatica abbastanza vasta, di cui è necessario eseguire uno studio approfondito, per capirne appieno il significato. In questo tipo di lingue, sono presenti diverse decadenze e accenti differenti, che oltre a cambiare il suono alle parole, ne cambiano addirittura il significato. Molti sono i sinonimi e le locuzioni verbali presenti sia nel linguaggio scritto, che in quello orale. L'italiano è una lingua neolatina, dunque per poterla parlare e scrivere al meglio, è necessario uno studio base della lingua latina, che è la lingua madre. In questa guida saranno descritte le lingue neolatine e saranno riportate varie nozioni della linguistica italiana.

25

La storia

Le lingue neolatine, anche chiamate lingue romanze, sono delle lingue che rappresentano, oggi, una sorta di seguito della lingua latina antica.
La storia delle lingue neolatine è molto vasta, ed essa ha inizio proprio con l'espansione economica, militare e politica dell'antica Roma. Il potere dell'antica Roma portò non soltanto ad una espansione territoriale, economica e politica, ma anche culturale, grazie alla diffusione della lingua latina in molti territori conquistati dai romani. Le regioni conquistate grazie all'espansione dell'antica Roma abbandonarono, così, le loro lingue d'origine, adottando principalmente il latino.

35

I dialetti locali

Naturalmente, però, le lingue d'origine dei paesi conquistati e sottomessi all'antica Roma continuarono ad emergere, mescolandosi alla lingua ufficiale: il latino e dando vita a specifici dialetti locali, tutti diversi a seconda del territorio e della popolazione. Ed è proprio così che si verificò la nascita delle lingue neolatine, ancora oggi in uso nel mondo. Si tratta, dunque, di lingue che ebbero origine da una contaminazione tra il latino e le lingue degli altri paesi. Questo è il motivo per cui le lingue neolatine presentano così tante somiglianze con il latino antico che viene studiato a scuola. Quest'ultimo è la loro base di partenza!

Continua la lettura
45

Le lingue principali

Le lingue neolatine oggi sono principalmente: l'italiano, il francese, il rumeno, lo spagnolo, il catalano ed il portoghese. All'interno delle prime due, l'italiano ed il francese, vi sono, secondo la linguistica, anche delle sottocategorie rappresentate dal ladino, dal sardo, dal francese provenzale). Tutte queste lingue, scritte e parlate, presentano numerosissimi punti in comune con la lingua latina ed anche tra di esse. Le lingue neolatine sono, al giorno d'oggi, le lingue più parlate nel mondo ed hanno influenzato, nella storia antica, persino lo sviluppo dell'attuale lingua inglese.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Linguistica italiana: morfologia lessicale

La morfologia è la branca della linguistica italiana che studia come sono strutturate le parole. Ogni parola viene associata ad uno o più morfemi, mentre ogni morfema lessicale è associato ad una sequenza di uno o più fonemi, che costituiscono la...
Lingue

Le 5 cinque lingue più utili per trovare lavoro

Al giorno d'oggi, risulta alquanto complicato trovare lavoro, soprattutto per chi non ha una buona conoscenza, sia scritta che parlata, delle lingue. Le cinque lingue più utili per trovare lavoro sono quelle che vengono maggiormente parlate nel mondo...
Lingue

Laurea in lingue e letterature straniere: i maggiori sbocchi professionali

Quando si frequenta un percorso di studio, ogni studente si chiede la solita domanda: Cosa fare dopo aver conseguito la laurea? Ogni facoltà universitaria ha i suoi sbocchi sul mondo del lavoro. Maggiore però è la preoccupazione degli studenti che...
Lingue

Come fare l'analisi linguistica di un testo

Di norma, fare un'analisi linguistica del testo significa dover leggere e comprendere a fondo un testo ben preciso. Questo tipo di esercizio porterà lo scrivente ad analizzare il testo per intero, quindi dovrà dar prova di aver ben assimilato le tematiche...
Lingue

10 modi di salutarsi in diverse lingue

Nel pianeta ci sono tantissimi modi di parlare, infinite lingue e numerosissime tradizioni che rendono ogni popolazione, ampia o ristretta che sia, unica. Una cosa però accomuna tutte le popolazioni: il saluto. Ogni persona che si rispetti all'incontro...
Lingue

Francese: la forma negativa

Tutte le lingue neolatine ovvero quelle che derivano dal latino, hanno una forma negativa che si è sviluppata dagli avverbi di negazione "ne" e "non". Come in tutte le lingue la costruzione e la comprensione della forma negativa è estremamente semplice...
Lingue

Storia della lingua giapponese

こんにちは! Sapete cosa significa? È il “ciao” generico in giapponese. Questa lingua è tra le più affascinanti del mondo. Come quella cinese, la sua scrittura è fondata sugli ideogrammi (i Kanji), quindi è molto diversa dalle lingue del...
Lingue

Grammatica francese: il superlativo

Al pari dello spagnolo e del portoghese, il francese appartiene al vasto gruppo delle lingue neolatine e presenta varie affinità con la grammatica italiana, che proprio dal latino trae la propria origine. Nelle regioni a statuto speciali e in determinate...