Lingua giapponese: espressioni da usare in dogana

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il Giappone è uno tra i paesi più belli e misteriosi di sempre, soprattutto in ambito linguistico! Infatti, la loro lingua, totalmente differente dalla nostra sia per la scrittura che per la pronuncia, può causare ad un visitatore problemi di comunicazione. L’inglese, in questo caso, può aiutare in parte: nonostante il popolo nipponico impari la lingua anglosassone durante il proprio corso di studi, questa viene praticata molto poco a causa di ragioni strettamente patriottiche. Ma come possiamo farci capire nel caso in cui ci farmino in aeroporto per qualche controllo di routine prima di iniziare la nostra gita? Tramite questa guida trattereremo la lingua giapponese: espressioni da usare in dogana.

25

Sii cordiali con gli agenti

Nel caso in cui si è sottoposti a controlli doganali non farti trovare indisposto; anzi cerca di farti vedere educato e cordiale. I giapponesi, nonostante non amino il contatto fisico, apprezzano molto la gentilezza. Quindi le frasi che potresti adoperare in questo caso potrebbero essere: ‘Konnichi wa’ (ossia ‘buongiorno’); “Italiaji desu” (‘sono di nazionalità italiana’) e, a colloquio finito, concludi con un “Arigato Sayonara” (che corrisponde al nostro “grazie ed arrivederci”).

35

Chiedi quanto costa

Una volta giunto in paese sarai sottoposto ad un’ispezione del bagaglio. Nel caso in cui quest’ultimo non rispecchia le normative o presenta del materiale che non può essere introdotto, verrai sottoposto a sanzione tramite una multa. In questo caso si potrà utilizzare l’espressione “Ikura desu ka? ” che corrisponde al nostro “quanto costa? ”. Ti ricordiamo che, per evitare spiacenti multe, devi dichiarare il contenuto soprattutto se si tratta di tabacco importato, animali e piante. Per quest’ultimi è bene avere con se la carta di possesso: senza non potranno essere ammessi con voi in viaggio.

Continua la lettura
45

Chiedi chi parli inglese

Nel caso in cui non ti senti pronto ad usare la lingua giapponese puoi sempre chiedere se vi è presente un traduttore, anche di lingua inglese. In questo caso le frasi da adoperare possono essere due: “Nihongo ga hanasemasan” (che tradotto vuol dire “io non parlo giapponese”) e “Eigo o hanasu hito wa imasuka? ” (“C’è qualcuno che parla inglese? ”). Per una maggiore sicurezza ti consigliamo di munirti di dizionario cartaceo bilingue o di traduttore elettronico in modo tale da poter cercare le parole, formare frasi, o addirittura farle leggere all’ispettore di dogana per avere una comprensione veloce senza bisogno di interpreti.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non ti senti capace di parlare adopera un traduttore elettronico o un dizionario cartaceo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

10 curiosità sulla lingua giapponese

La lingua giapponese è davvero una delle più affascinanti e apprezzate nel mondo. Ciò è dovuto non solo alla millenaria storia della civiltà giapponese, quanto più che altro sull'influsso che la sua cultura continua ad apportare ancora d'oggi. Moltissimi...
Lingue

Storia della lingua giapponese

こんにちは! Sapete cosa significa? È il “ciao” generico in giapponese. Questa lingua è tra le più affascinanti del mondo. Come quella cinese, la sua scrittura è fondata sugli ideogrammi (i Kanji), quindi è molto diversa dalle lingue del...
Lingue

Lingua giapponese: gli aggettivi

Generalmente l'aggettivo in giapponese va a qualificare il nome a cui è preposto, ha un uso ben diverso dalla lingua italiana e può costruire un predicato, senza l'aiuto di un verbo. Vi sono ben sei forme di coniugazione che vengono utilizzate, ciascuna...
Lingue

Lingua russa: espressioni da usare in un hotel

A quanti di voi non è mai venuta voglia di fare una vacanza all'estero? Generalmente a tutti noi. Uno dei tanti problemi però quando si sbarca in un paese nuovo è la nuova lingua. Come ci faremo capire da chi non usa le nostre stesse parole o non ha...
Lingue

Lingua spagnola: espressioni da usare in un hotel

Hai intenzione di fare un viaggio nei paesi latini, ma non hai la minima idea di come rapportarti con gli abitanti? Grazie a questa guida riceverei dei piccoli consigli sulla lingua spagnola: le espressioni da usare in un hotel. La lingua della popolazione...
Lingue

Lingua giapponese: i verbi

Una delle difficoltà più grandi che si possono incontrare nello studio della lingua giapponese sono i verbi. Questi infatti non prevedono né genere, né numero. I modi e i tempi, si ottengono aggiungendo particelle ausiliarie a radici verbali invariabili....
Lingue

Lingua tedesca: espressioni da usare in un hotel

Nella pratica delle conversazioni in lingua straniera spesso ci si confronta con l'esempio del dialogo in albergo. Pur essendo una situazione molto comoda e all'apparenza semplice, però, questo schema di conversazione raccoglie moltissimi casi e svariati...
Lingue

Lingua giapponese: come memorizzare i kanji

I kanji sono dei caratteri ideografici originari della Cina ed impiegati nella lingua giapponese: essi vengono utilizzati per rappresentare le parti invariabili delle espressioni linguistiche, dal punto di vista morfologico. Ciascuno di questi caratteri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.