Lingua giapponese: come memorizzare il katakana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La lingua giapponese è veramente interessante da imparare, in quanto non assomiglia alle altre. A prima vista può sembrare difficile da imparare e memorizzare, ma in realtà con un po’ di impegno si riesce ad imparare. Non ci sono plurali, articoli o generi ed esistono solo due tempi dei verbi e più precisamente il presente e passato.
L’alfabeto principale del giapponese è composto dai caratteri del Hiragana, mentre il Katakana è un sillabario moderno, introdotto principalmente per i nomi e le parole straniere. Ogni carattere dell'alfabeto Hiragana corrisponde ad uno nel sillabario Katakana. Con impegno e costanza, riuscirete a memorizzare in breve tempo gli elementi essenziali del Katakana per leggere e scrivere in giapponese. Ecco come fare!

26

Il Katakana è composto da 48 caratteri, alle quali sono da aggiungere 20 sillabe dette impure, altre 5 dette semipure ed infine 36 dette contratte. Quindi se volete entrare nel mondo giapponese, dovete imparare un totale di 107 sillabe.
Per memorizzare i caratteri non è necessario concentrarsi sull’ordine dei caratteri, ma sulla figura stessa del carattere. Si inizia da quelli più semplici, concentrandosi sulla loro somiglianza rispetto ad un disegno che vi è familiare. Ogni carattere può essere facilmente associato ad un disegno o immagine. Le prime volte dovrete perdere un po’ di tempo per fare questi collegamenti, poi con la pratica, diventeranno automatici. Quando si inizia lo studio del giapponese alcuni caratteri potrebbero dare maggiori problemi, perché molto simili tra loro, come SHI シ; TSU ツ; SO ソ e N ン. Ci sono alcuni trucchi che possono agevolare la memorizzazione di tali caratteri.

36

Cominciando con i caratteri SHI e TSU, il modo in cui si può capire la differenza tra i due è osservare la posizione delle due linee più piccole. Se, rispetto alla linea più lunga, si trovano allineate verticalmente lungo il bordo sinistro della linea, allora sicuramente il carattere è un SHI. Altra caratteristica di riconoscimento è che la linea lunga ha la parte inferiore più larga, in quanto nell’azione di scrittura si inizia dal basso, spingendo di più sul foglio. Se, invece, le due linee minori sono allineate orizzontalmente, rispetto alla linea più lunga, allora si tratta del carattere TSU. La linea più lunga, inoltre, ha la parte superiore più larga, perché l’azione di scrittura parte dall’alto.

Continua la lettura
46

Altri caratteri particolari da distinguere sono N e SO. Queste hanno il disegno di una faccina con un occhio, quindi occorre guardare dove si trova la linea più piccola, rispetto a quella più lunga. Se la linea singola più piccola è allineata verticalmente con il bordo sinistro della linea lunga, allora si tratta del carattere N. Se la linea singola più piccola, è allineata orizzontalmente con il bordo superiore destro rispetto alla linea lunga, allora vi trovate davanti al carattere SO.

Memorizzate con allegria come se fosse un gioco, provate a scrivere le varie sillabe su un foglio, ritagliatele e piegatele. Mettetele in un'urna ed estraendone una per una, provate a pronunciare la sillaba. Vedrete che saranno poche quelle che non ricorderete.

56

Katakana è usato principalmente per le parole importate da lingue straniere. Può anche essere utilizzato per enfatizzare certe parole simili alla funzione di corsivo. Per un elenco più completo di usi, consultare la voce di Wikipedia su katakana. Katakana rappresenta lo stesso insieme di suoni fonetici come Hiragana ad eccezione di tutti i personaggi sono diversi. Dal momento che le parole straniere devono inserirsi in questa serie limitata di [consonanti + vocale] suoni, subiscono molti cambiamenti radicali con conseguente nei casi in cui gli anglofoni non riescono a capire le parole che dovrebbero essere derivato da Inglese! Di conseguenza, l'uso di Katakana è estremamente difficile per chi parla inglese perché si aspettano le parole inglesi per suonano come... Beh... Inglese. Invece, è meglio dimenticare completamente la parola inglese originale, e trattare la parola come una parola giapponese completamente separata, altrimenti è possibile eseguire l'abitudine di dire parole inglesi con pronunce inglesi (dopo di che una persona giapponese può o non può capire quello che si hanno da dire).

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Appunti di lingua giapponese

Il Giappone è una delle mete più ambite e la cultura giapponese è tra le più affascinanti al mondo, complici manga, film, la celebre fioritura dei ciliegi e la futuristica Tokyo che tutti vorrebbero visitare. Per passione, esigenze lavorative o interesse...
Lingue

Come esercitarsi nella pronuncia della lingua giapponese

Se si ha l'intenzione di imparare la lingua giapponese, sia per lavoro che per hobby, in quanto amanti della cultura del Sol Levante, o semplicemente perché appassionati di libri, di fumetti e di film sui manga, è necessario apprendere in modo corretto...
Lingue

Come memorizzare più vocaboli possibili di una lingua straniera

Imparare una lingua straniera è spesso un ostacolo ostico per molti studenti. In realtà, per memorizzare più vocaboli possibili di un idioma differente da quello della propria lingua basta utilizzare un appropriato metodo. Con una giusta tecnica è...
Lingue

10 curiosità sulla lingua giapponese

La lingua giapponese è davvero una delle più affascinanti e apprezzate nel mondo. Ciò è dovuto non solo alla millenaria storia della civiltà giapponese, quanto più che altro sull'influsso che la sua cultura continua ad apportare ancora d'oggi. Moltissimi...
Lingue

Lingua giapponese: come studiare l'hiragana

Il giapponese è senza dubbio una lingua piuttosto complessa. Essa adopera tre diversi tipi di scrittura: katakana, kanji e hiragana. Quest'ultimo insieme al katakana costituisce la scrittura autoctona fonetica detta kana. L'hiragana si distingue facilmente...
Lingue

Lingua giapponese: gli aggettivi

Generalmente l'aggettivo in giapponese va a qualificare il nome a cui è preposto, ha un uso ben diverso dalla lingua italiana e può costruire un predicato, senza l'aiuto di un verbo. Vi sono ben sei forme di coniugazione che vengono utilizzate, ciascuna...
Lingue

Lingua giapponese: il passato

Il giapponese è una lingua molto antica e che può risultare molto complessa, specialmente per gli occidentali (e tutti coloro che non appartengono alla cultura asiatica) che possono incontrare varie difficoltà, soprattutto per quanto riguarda la pronuncia...
Lingue

Lingua giapponese: i verbi

Una delle difficoltà più grandi che si possono incontrare nello studio della lingua giapponese sono i verbi. Questi infatti non prevedono né genere, né numero. I modi e i tempi, si ottengono aggiungendo particelle ausiliarie a radici verbali invariabili....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.