Lingua cinese: la struttura della frase

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Come tutti sapranno, oggigiorno conoscere linguaggi differenti rispetto alla propria madrelingua risulta davvero fondamentale. Ciò non solo permette di interagire al meglio con tutte le popolazioni del mondo incontrate durante i propri viaggi di piacere. Essere multilingue consente inoltre di trovare più facilmente lavoro all'estero o nel Paese originario con un'azienda avente rapporti internazionali. Qualora si intenda lavorare presso una realtà globale, è quindi necessario imparare bene almeno una lingua straniera. I linguaggi che attualmente si possono ritenere di maggiore importanza sono certamente l'inglese, il russo ed il cinese (nelle sue tante varianti linguistiche). Quest'ultima si presenta in maniera totalmente diversa rispetto alla lingua italiana dal punto di vista della pronuncia, degli accenti e della scrittura dei caratteri. Il primo aspetto che risalta immediatamente all'occhio riguarda l'impiego di un alfabeto nettamente differente rispetto a quello italiano. Tuttavia il cinese ha qualche somiglianza con la nostra lingua e l'inglese, per quanto concerne la forma grammaticale. Uno dei presenti casi di similitudine viene rappresentato dalla modalità attraverso la quale viene costruita ogni singola locuzione. All'interno dei passaggi successivi di questo tutorial verrà esaminata la struttura della frase nella lingua cinese. Considerata nella totalità dei gruppi dialettali esistenti (quale ad esempio il mandarino), tale linguaggio risulta parlato da quasi 1.400.000.000 di individui.

27

Occorrente

  • Libro di grammatica cinese
  • Dizionario italiano-cinese
  • Impegno nello studio
  • Tanto esercizio pratico
  • Viaggio in Cina
37

Soggetto, verbo e complemento oggetto

Come già accennato nell'introduzione di questo tutorial, la struttura grammaticale delle frasi in lingua cinese ha somiglianze con quelle italiana ed inglese. La forma grammaticale che predomina viene costituita dalla sequenza richiedente l'utilizzo iniziale del soggetto, poi del verbo ed infine del complemento oggetto. Per formare una proposizione nelle situazioni più elementari, bisogna quindi mettere inizialmente colui che esegue l'azione. Successivamente occorre introdurre il predicato verbale ed aggiungere il complemento oggetto. Va assolutamente ricordato che il verbo non deve risultare connesso al genere o numero del soggetto. Questo perché nella lingua cinese i verbi rimangono invariati, facilitando parecchio la costruzione della frase rispetto all'italiano. Le locuzioni "Io bevo cappuccino" e "Voi bevete cappuccino" hanno la medesima sequenza di vocaboli e la stessa costruzione del verbo. A cambiare in queste due affermazioni risulta pertanto la tipologia di soggetto. Nella lingua cinese, le rispettive traduzioni sono "Wǒ hē kǎ bù jī nuò kāfēi" e "Nǐ hē kǎ bù jī nuò kāfēi".

47

Aggettivi ed articoli

All'interno di una frase in lingua cinese è necessario introdurre qualche aggettivo? Bisogna tenere a mente che essi vanno collocati sempre prima del complemento oggetto o del soggetto. Nella frase "Voi bevete il cappuccino amaro" si dovrà tradurre in "Nǐ hē kǔ kǎ bù jī nuò kāfēi". Un altro rilevante aspetto da considerare riguarda il fatto che la frase in lingua cinese appare generalmente più snella e facile rispetto all'italiano. Questo avviene perché il cinese non richiede l'impiego degli articoli e dei connettori. Per fare maggiore chiarezza sull'esempio, anche mettendo la locuzione "Voi bevete il cappuccino amaro" la resa in lingua cinese non presenterebbe alcuna modifica. Di conseguenza, la frase "Voi bevete il cappuccino amaro" rimane "Nǐ hē kǔ kǎ bù jī nuò kāfēi".

Continua la lettura
57

Frasi interrogative e locuzioni negative

Le regole viste in precedenza sono valide esclusivamente per le locuzioni affermative. Con riferimento alle frasi interrogative o negative, la situazione diventa lievemente più complessa. Per fare una domanda in lingua cinese esistono tre modalità diverse. La decisione finale al riguardo va eseguita secondo la tipologia di questione oppure il contesto di riferimento. La struttura della proposizione interrogativa resta comunque la medesima rispetto alla frase affermativa. Bisognerà però aggiungere in fondo le particelle grammaticali "mǎ" o "ne", oppure ripetere doppiamente il verbo impiegato. La costruzione delle locuzioni negative richiede invece l'introduzione delle particelle grammaticali "bú" o "mèi", prima del verbo basilare. Ecco quindi illustrata la struttura della frase in lingua cinese.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Lingua cinese: la frase passiva

Al giorno d'oggi, conoscere diverse lingue straniere è diventato quasi indispensabile per entrare a far parte del mondo del lavoro, specialmente se si intende scegliere un lavoro che richiede di intraprendere rapporti con colleghi che svolgono le proprie...
Lingue

La struttura della frase tedesca

Il tedesco rappresenta una lingua indoeuropea, più specificamente si tratta di un idioma di origine germanica. In quanto tale, differisce sotto diversi punti di vista dalle lingue romanze o neolatine, come l'italiano. Anche l'inglese è una lingua di...
Lingue

La struttura della frase inglese

Se pensiamo alle lingue più parlate nel mondo, la prima che ci viene in mente è senza alcun dubbio quella inglese. A scuola ormai rientra a pieno titolo tra le materie d'insegnamento e ci serve per comunicare quando siamo in viaggio all'estero. Per...
Lingue

Storia della lingua cinese

La lingua cinese è molto particolare perché differisce sia nel metodo di scrittura e lettura che nei caratteri, da quella occidentale. Per chi non ha studiato tale tipo di scrittura è impossibile leggerla. Un carattere può indicare un suono, una parola...
Lingue

Lingua cinese: le basi

Come voi lettori e lettrici ben saprete, la lingua cinese è una fra le più antiche lingue di tutto il mondo e fa parte di quelle lingue asiatiche che vengono definite come "sino-tibetane". Infatti il cinese non è solo una lingua, ma un insieme di dialetti...
Lingue

Lingua cinese: espressioni da utilizzare in dogana

La cultura cinese è molto incentrata sul concetto di rispetto. Il concetto è pervasivo e varia sia nelle tradizioni popolari e sia nella vita quotidiana. La maggior parte delle culture asiatiche presentano una forte associazione del rispetto nei saluti....
Lingue

Lingua cinese: appunti di grammatica

La lingua cinese è una delle più difficili in assoluto da imparare perché stravolge tutte le regole che noi italiani conosciamo sul linguaggio. Si scrive con caratteri diversi, definiti ideogrammi, che non hanno nulla a che vedere con l'alfabeto che...
Lingue

come imparare i toni della lingua cinese

La lingua cinese è costituita da sillabe. Ogni sillaba costituisce un carattere e uno o più caratteri possono costituire una parola. Ogni sillaba è costituita da una parte iniziale, una finale e dal tono. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.