Linee guida per la stesura di una tesi

Tramite: O2O 16/04/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

La tesi segna la fine di un percorso più breve o più lungo. C'è infatti una tesi per la laurea triennale, una per la laurea magistrale, una per il master o il dottorato di ricerca. Scrivere una tesi non è facile, ma grazie a questa guida vedremo quali sono le linee guida dalle quali non possiamo assolutamente prescindere per farlo. La prima regola per scrivere una buona tesi è farsi seguire da un professore chiaro e preciso. Molti professori infatti tendono a non presentarsi agli appuntamenti con i laureandi, oppure a non dare indicazioni precise, oppure a prendere tempo quando il tempo per un laureando è prezioso. Ecco alcune linee guida per la stesura di una tesi.

27

Scegliete accuratamente la materia

La scelta della materia è la seconda scelta importante. Se vi capiterà di scrivere una tesi sul cinema americano del quale non sapete nulla o peggio, poco vi importa o niente, solo perché magari quel professore vi è parso più disponibile, dovrete cercare di rivedere i vostri obiettivi. Dopo aver parlato con il professore della docenza che vi interessa, dovete passare alla scelta dell'argomento. Fatto tutto ciò, si può redigere la tesi. Il primo passo da fare è la ricerca bibliografica. La ricerca bibliografica è importantissima perché i libri sono la fonte primaria su quell'argomento. Senza fonti, una tesi non può essere scritta. Tutti i libri di cui avete bisogno dovete cercarli sul catalogo collettivo dell'OPAC, anche se il professore dà indicazioni sui libri.

37

Procuratevi una bibliografia

Presi tutti i libri dei quali avete bisogno, dovete creare una scaletta. Redigete un piccolo schema con tutti i capitoli che volete scrivere e per ogni capitolo pensate all'argomento che volete trattare. La tesi triennale classica per le facoltà umanistiche, per esempio, generalmente consta di tre capitoli. Il primo, parla del periodo storico e poetico nel quale è inserito il poeta o lo scrittore; il secondo, della sua biografia e della sua poesia; il terzo, dei riferimenti bibliografici su quello scrittore e degli studi critici oppure di un libro in particolare di cui vi siete interessati. Creata questa scaletta, dovete passare alla segnalazione dei libri ai quali dovete rifarvi, quindi non vi resta che leggerli e studiarli.

Continua la lettura
47

Individuate le fonti

Una volta trovate le fonti ed organizzate, potete scrivere la vostra tesi. Il programma che si preferisce è il classico Microsoft Office Word. Scegliete il carattere più chiaro possibile, Times New Roman o Arial, dalle dimensioni 16 per i titoli e 14 per il corpo del testo. I margini devono essere normali, l'interlinea di 1,5. Evitate di scrivere in maniera "abbozzata", non seguendo queste linee di redazione del testo, perché potrete risparmiare tempo.

57

Correggete le vostre note

Fate attenzione anche all'aggiunta delle note. Il contenuto delle vostre dichiarazioni deve essere sempre originale ed elaborato rispetto a quello che leggete sul libro: non copiate pedissequamente le informazioni ma rielaboratele. Se quella informazione ha necessità di essere copiata così come l'avete letta, dovete scrivere le note a piè di pagina, che sono lo strumento per far capire dove avete dedotto queste informazioni, che non ve le state inventando. Evitate la prima persona, preferendo la seconda plurale o la orma impersonale.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Maturità

Come memorizzare velocemente la tesina

La stesura e la memorizzazione di una tesina sono compiti che ripetutamente si presenteranno ad ogni studente un po' in tutti i gradi scolastici fino all'università. La stesura di una tesina, oltre a testare e sviluppare le sue capacità di sintesi e...
Maturità

Come fare una tesina sulla Seconda Guerra Mondiale

Con l'approssimarsi della fine dell'anno scolastico si avvicina anche il tempo della stesura delle tesine per il conseguimento del diploma di maturità, al termine di un lungo percorso iniziato al termine della frequentazione triennale delle scuole medie....
Maturità

Come strutturare la tesina

La tesina rappresenta un lavoro di approfondimento su uno o più argomenti appresi dallo studente che la effettua nel corso dell'anno scolastico. Solitamente viene utilizzata nel corso di prove d'esame, per meglio caratterizzare il lavoro dello studente....
Maturità

Maturità: consigli per il tema

All'approssimarsi della fatidica data prevista per lo svolgimento della prima prova dell'esame di maturità, gli studenti sono alle prese con un buon numero di volumi da leggere, nozioni da acquisire, concetti da memorizzare e argomenti da approfondire...
Maturità

Come svolgere un tema di attualità

Scrivere un tema non è un compito facile come potrebbe sembrare. Non basta infatti mettere insieme qualche concetto, perché per ottenere un buon risultato bisogna essere in grado di mettere sulla carta le proprie conoscenze, le proprie idee, il proprio...
Maturità

Tesina d'esame: come impressionare la commissione

La tesina d'esame è uno degli elementi più importanti nella preparazione dell'esame di maturità, dal momento che è fondamentale per la riuscita complessiva dell'impresa. L'importante è partire con il piede giusto al colloquio. Presentando così,...
Maturità

Come iniziare la tesina di maturità

Tutti quanti prima o poi abbiamo a che fare con il tanto temuto esame di maturita', che decreta la fine di un periodo di studi forzato, e non sempre amato dagli studenti. Infatti molti non vedono l'ora di finire per poter iniziare qualcosa che piace di...
Maturità

La rappresentazione grafica dei fenomeni statistici

Ecco qui un nuovo articolo, mediante il quale poter essere in grado di capire quale sia la rappresentazione dei fenomeni statistici, nella maniera più corretta e concreta. Rappresentare graficamente un fenomeno statistico, è utile sia per gli studi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.