Lezioni di inglese per le scuole elementari

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Imparare la lingua inglese sin dall'infanzia è sempre più di grandissima importanza in un mondo globalizzato. Per riuscire ad essere competitivi sul mercato del lavoro le future generazioni non potranno fare a meno di parlare almeno un'altra lingua straniera, come quella anglofona, che è la lingua mondiale, molto utile per comunicare con tutto il mondo. In questo articolo vorrei spiegarvi a riguardo delle lezioni di inglese per le scuole elementari, con delle lezioni adatte per i ragazzi dai 6 anni ai 11 anni che frequentano le scuole elementari.

24

Imparare l'inglese divertendosi

Il primo consiglio per le lezioni di inglese per le scuole elementari, è di insegnarlo divertendosi. Da giovani lo studio e l'apprendimento non dovrebbero essere solo un dovere, ma anche un piacere. Inoltre è molto più semplice imparare la lingua inglese da piccoli che farlo quando si è avanti con l'età. Imparare l'inglese divertendosi può essere un metodo particolarmente efficace per potenziare l'acquisizione di un idioma differente da quello che si parla dalla nascita. Porre delle solide basi di conoscenza dell'inglese a questa età, quindi, rende il terreno fertile per la capacità di consolidare l'apprendimento di questa lingua straniera anche in futuro.

34

Imparare l'inglese con canzoni e filastrocche

Il secondo consiglio per le lezioni di inglese per le scuole elementari è di imparare grazie a delle simpatiche canzoni e delle filastrocche. Una prima strategia utile per insegnare l'inglese in modo divertente e leggero ai bambini dai 6 agli 11 anni può essere quella di farli cimentare nell'attività del canto di canzoni e del canto di filastrocche. Canzoni e filastrocche adatte per la loro età permetteranno di apprendere quasi senza accorgersene molte nuove parole da aggiungere al proprio bagaglio lessicale grazie alla musicalità e alla ripetitività che facilita la memorizzazione. Una buona strategia da seguire è di far imparare ai bambini varie filastrocche e varie canzoncine a seconda dei periodi dell'anno e delle festività imminenti.

Continua la lettura
44

Imparare l'inglese con i programmi per bambini e con la multimedialità

Il terzo e ultimo consiglio per le lezioni di inglese per le scuole elementari riguarda i programmi per bambini e la multimedialità. Si consiglia di ascoltare dei cartoni animati o dei programmi adatti ai ragazzi giovani in cui i personaggi si esprimono in questa parlata straniera in modo semplice e adatto per i giovani. Anche il web si avvale della multimedialità e dell'interattività per garantire di imparare la lingua inglese in modo ludico per tutti i bambini.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

10 consigli per avere buoni voti alle medie

Molti bambini trovano davvero ostico il passaggio dalle scuole elementari a quelle medie. Il cambio di scuola, di compagni di classe e di insegnanti sembra avere spesso ripercussioni negativi anche sui voti a scuola. Ecco quindi una guida pratica ed utile...
Superiori

Consigli per fare ripetizioni ai ragazzi

Sempre più studenti che attraversano il periodo universitario, laureati e altre figure come ex professori ormai in pensione, cercano di arrotondare i propri guadagni mettendo le proprie competenze didattiche e culturali al servizio di bambini che frequentano...
Lingue

Come usare il genitivo sassone

Attualmente per aver successo nella vita e nel lavoro oltre ad essere preparati nel proprio settore è necessario avere un minimo di esperienza. Le aziende ricercano personale che conosce almeno una lingua straniera per allargare il proprio raggio d'azione....
Università e Master

10 errori che commettono gli studenti universitari

Ogni passaggio da un livello di studio al successivo comporta dei cambiamenti, la metodologia di studio, lo svolgimento delle lezioni, le regole interne.   E ogni bravo studente deve sapersi adattare alle nuove situazioni per riuscire a restare al passo...
Elementari e Medie

Come imparare a memoria le filastrocche

Quando siamo alle scuole elementari, gli insegnanti ci richiedono molte volte di conoscere a memoria poesie o filastrocche. Esercitare la memoria è un'operazione fondamentale, in grado di allenare il tuo cervello e che sicuramente ti servirà negli anni...
Superiori

Come risolvere gli integrali indefiniti

Siamo ben felici di proporre a tutti i nostri lettori ed anche lettrici, che sono amanti della fisica e di tutto ciò che ha a che fare con essa, una guida pratica e del tutto veloce, mediante il cui aiuto concreto poter imparare come e cosa fare per...
Superiori

Come calcolare l'integrale indefinito di funzioni semplici

L'integrale è l'operazione inversa al calcolo di derivata. Geometricamente, il calcolo della derivata di una funzione semplice (in un'unica variabile) fornisce l'area, ovvero la parte di grafico, sottesa dalla funzione stessa in un dato intervallo del...
Elementari e Medie

Come personalizzare il diario scolastico

Il diario scolastico è un'agenda particolare che tutti gli alunni di una qualsiasi classe che va dalle elementari alle medie, hanno necessità di acquistare. Oltre ad appuntare i compiti da fare a casa, le lezioni e i vari orari, il diario serve come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.