Lezioni di inglese per le scuole elementari

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Imparare la lingua inglese sin dall'infanzia è sempre più di grandissima importanza in un mondo globalizzato. Per riuscire ad essere competitivi sul mercato del lavoro le future generazioni non potranno fare a meno di parlare almeno un'altra lingua straniera, come quella anglofona, che è la lingua mondiale, molto utile per comunicare con tutto il mondo. In questo articolo vorrei spiegarvi a riguardo delle lezioni di inglese per le scuole elementari, con delle lezioni adatte per i ragazzi dai 6 anni ai 11 anni che frequentano le scuole elementari.

24

Imparare l'inglese divertendosi

Il primo consiglio per le lezioni di inglese per le scuole elementari, è di insegnarlo divertendosi. Da giovani lo studio e l'apprendimento non dovrebbero essere solo un dovere, ma anche un piacere. Inoltre è molto più semplice imparare la lingua inglese da piccoli che farlo quando si è avanti con l'età. Imparare l'inglese divertendosi può essere un metodo particolarmente efficace per potenziare l'acquisizione di un idioma differente da quello che si parla dalla nascita. Porre delle solide basi di conoscenza dell'inglese a questa età, quindi, rende il terreno fertile per la capacità di consolidare l'apprendimento di questa lingua straniera anche in futuro.

34

Imparare l'inglese con canzoni e filastrocche

Il secondo consiglio per le lezioni di inglese per le scuole elementari è di imparare grazie a delle simpatiche canzoni e delle filastrocche. Una prima strategia utile per insegnare l'inglese in modo divertente e leggero ai bambini dai 6 agli 11 anni può essere quella di farli cimentare nell'attività del canto di canzoni e del canto di filastrocche. Canzoni e filastrocche adatte per la loro età permetteranno di apprendere quasi senza accorgersene molte nuove parole da aggiungere al proprio bagaglio lessicale grazie alla musicalità e alla ripetitività che facilita la memorizzazione. Una buona strategia da seguire è di far imparare ai bambini varie filastrocche e varie canzoncine a seconda dei periodi dell'anno e delle festività imminenti.

Continua la lettura
44

Imparare l'inglese con i programmi per bambini e con la multimedialità

Il terzo e ultimo consiglio per le lezioni di inglese per le scuole elementari riguarda i programmi per bambini e la multimedialità. Si consiglia di ascoltare dei cartoni animati o dei programmi adatti ai ragazzi giovani in cui i personaggi si esprimono in questa parlata straniera in modo semplice e adatto per i giovani. Anche il web si avvale della multimedialità e dell'interattività per garantire di imparare la lingua inglese in modo ludico per tutti i bambini.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Obiettivi e funzioni delle scuole paritarie

Una scuola paritaria è sostanzialmente una scuola privata. Viene cioè gestita da Enti che non appartengono allo Stato, quindi da privati italiani o comunque dell'Unione Europea oppure da Enti religiosi appartenenti alla Santa Sede o che comunque ne...
Elementari e Medie

Come proporre laboratori nelle scuole

Insegnare una materia in modo pratico e dinamico è un metodo davvero innovativo. I bambini e i ragazzi, mettendo in pratica ciò che studiano sui libri, riescono ad apprendere al meglio la materia e ciò che essa spiega; appassionandosi anche maggiormente...
Elementari e Medie

Come usare i verbi modali in inglese

La conoscenza delle lingue straniere, oggi ha un importanza rilevante. Fin dalle scuole elementari, infatti il suo insegnamento è parte integrante dei programmi scolastici. In modo particolare l'inglese gode di un ottimo vantaggio rispetto alle altre...
Elementari e Medie

Come proporre un progetto nelle scuole primarie

Quando si deve proporre un progetto nelle scuole primarie è fondamentale descriverlo nel miglior modo possibile per avere la possibilità che venga approvato. In questo tutorial vengono dati alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come...
Elementari e Medie

Consigli di letture per bambini delle elementari

La formazione per un bambino è la parte più importante nel processo di crescita. Sapergli trasmettere la passione per la lettura fin da piccoli è fondamentale per un genitore, affinché il proprio bambino cresca con una curiosità smisurata e una voglia...
Elementari e Medie

Consigli per il primo giorno di elementari

La preparazione al primo giorno di scuola elementare inizia fin dai mesi precedenti. Già durante l'ultimo anno di asilo il bambino viene preparato ad affrontare quella che sarà la sua prossima esperienza scolastica. Anche se il genitore può percepire...
Elementari e Medie

Come realizzare un orto didattico nelle scuole

La scuola è il luogo in cui ogni alunno impara diverse cose. Ogni docente ha la possibilità di utilizzare vari strumenti didattici per l'apprendimento di differenti materie. Gli strumenti didattici possono essere tecnologici e pratici, ma possono anche...
Elementari e Medie

Norme per la sicurezza nelle scuole

Ogni settore lavorativo ha delle particolari normati che riguardano la sicurezza che deve necessariamente rispettare, in modo da rendere il posto di lavoro un luogo sicuro sia per i lavoratori che per tutte le persone che frequentano tale posto. Se siamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.