Letteratura: la critica marxista

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il marxismo rappresenta una visione del mondo, il metodo d'indagine socio-economica e socio-politica della letteratura (fondato sull'interpretazione materialistica della crescita storica), una visione dialettica del cambiamento della società ed un'analisi dei rapporti di classe sociale e della loro applicazione per l'esame e la critica dello sviluppo del capitalismo. Il marxismo comprende una teoria economica, un'altra sociologica, un metodo filosofico ed una visione rivoluzionaria della trasformazione della società: l'esame marxista venne applicato a numerosi soggetti diversi tra loro e cambiato durante il corso del proprio sviluppo, con delle conseguenti teorie contraddittorie ricadenti sotto la rubrica del marxismo o la critica marxista.

27

Occorrente

  • Wikipedia
  • Libri
  • Internet
37

Tipologia di critica

Innanzitutto, dovete sapere che quella marxista è una tipologia di critica molto particolare. Le opere letterarie vengono considerate come il risultato del lavoro di professionisti che amano sottolineare il ruolo di classe e l'ideologia. Riflettono, propagano e addirittura sfidano l'ordine sociale prevalente). Anziché vedere i testi come dei depositi di significati nascosti, i critici marxisti considerano le seguenti opere come dei prodotti materiali. Da intendersi in termini ampiamente storici. Brevemente, è possibile affermare che le opere letterarie sono viste come il risultato di un lavoro. Dunque, appartengono al ciclo della produzione e del consumo (economia).

47

I critici marxisti

Theodor Adorno, che elaborò una dialettica negativa. Polemizzò con le tendenze contemplative e idealistiche dell'esistenzialismo e della fenomenologia. Max Horkheimer, Herbert Marcuse, Walter Benjamin (che esaminò soprattutto la caduta dell'aura, causata dalla riproduzione dell'opera d'arte e della mercificazione estetica, avvistando un fenomeno complicato e misterioso, ma comunque storicamente importante) e l'italiano Antonio Gramsci.

Continua la lettura
57

La riproduzione tecnica

La riproduzione tecnica dell'opera d'arte rappresenta un aspetto del dominio della mercificazione che toglie valore e senso all'esistenza. La dissociazione e materializzazione derivanti da esso fanno del mondo un deserto, un magazzino d'oggetti morti ed uno scenario di cui è ormai impossibile l'esperienza autentica della realtà. Nella seguente situazione, l'opera d'arte riprodotta generalmente in numerose copie (e, quindi, mercificata più semplicemente) perde il proprio incanto e la sua capacità di rimozione ed esaltazione simbolica. L'arte d'avanguardia prende atto dal processo storico che, dissolvendo i rapporti sociali, spande dovunque la mancanza di senso ed inquina il medesimo prodotto estetico.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Approfondite l'argomento usando libri o internet
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Kant: Ragion Pura, Pratica e Critica del Giudizio

La filosofia è una disciplina che riflette sull'esistenza dell'uomo, sul suo "essere", sui suoi limiti di conoscenza. Sono moltissimi i filosofi che si interrogano su questi quesiti ed ognuno di loro formula un suo particolare pensiero. Generalmente...
Superiori

Letteratura: Honoré de Balzac

In letteratura, Honoré de Balzac è considerato uno dei maggiori scrittori del XIX secolo e lo si può definire senza alcun dubbio il padre del romanzo realista in lingua francese. Egli non fu solo scrittore, ma impegnò le sue energie anche nella critica...
Superiori

Il Realismo in letteratura: i principali esponenti

La nascita del realismo letterario è ancora oggi abbastanza discussa ma la maggior parte della critica tende ad associarla alla comparsa del romanzo moderno nel corso del settecento in Inghilterra e Francia, ovvero quei paesi che per primi conobbero...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Decadentismo

Il Decadentismo è un movimento letterario che si sviluppa in Europa tra la seconda metà dell'Ottocento e gli inizi del Novecento. Il termine Decadentismo proviene dalla parola francese decadent, la quale racchiude due significati: uno negativo, e con...
Superiori

Letteratura italiana: il realismo dell' Ottocento

Nella letteratura italiana, l'Ottocento rappresenta un periodo di notevole interesse. La produzione letteraria conosce il realismo ed il verismo. Queste correnti nascono dalla degenerazione del primo Romanticismo. Dopo l'Unità, si diffondono idee positivistiche....
Superiori

Come studiare gli autori di letteratura

Diciamo pure che la letteratura, sia italiana che straniera, è una delle materie più interessanti che la scuola offre, ma allo stesso tempo è motivo di sconforto e di scoraggiamento per molti studenti, che si trovano in difficoltà nello studiare....
Superiori

Letteratura italiana: il romanticismo

Il Romanticismo nasce in Germania nel 1800. Può essere considerato come un periodo storico e una corrente di pensiero, ma principalmente rappresenta uno stile letterario. Tuttavia si contrappone al secolo precedente, il 1700, dal momento che alla fredda...
Superiori

Come studiare la letteratura

Lo studio della Letteratura è uno degli argomenti più discussi dagli alunni di tutto il mondo. Esistono molte tecniche e approcci allo studio di questa materia ma ognuno di essi può adattarsi o meno al nostro stile e capacità di assimilazione dei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.