Letteratura italiana: il realismo dell' Ottocento

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nella letteratura italiana, l'Ottocento rappresenta un periodo di notevole interesse. La produzione letteraria conosce il realismo ed il verismo. Queste correnti nascono dalla degenerazione del primo Romanticismo. Dopo l'Unità, si diffondono idee positivistiche. Tuttavia, vengono affrontati i problemi sociali e politici dell' Italia nella loro crudezza.

27

Occorrente

  • Volumi di letteratura italiana realista
37

Nell'Ottocento, gli scrittori italiani descrivono e rappresentano nelle loro opere il mondo reale. La letteratura italiana conosce una nuova tecnica. Il narratore onnisciente si afferma in storie verosimili. In questo modo gli scrittori dell' Ottocento narrano scorci di realtà quotidiana. Affrontano tematiche sociali. Parlano dei più poveri e meno agiati. Il narratore presenta i personaggi nella loro interezza e svela aneddoti importanti. La trama viene narrata con flashback (o analessi) e prolessi. Lo scrittore anticipa gli eventi e li svilupperà successivamente. Si esprime in prosa e poesia.

47

Nella letteratura italiana, spiccano Alessandro Manzoni e Giovanni Verga, i preculsori del realismo. Il Manzoni stupisce ed appassiona con "I promessi sposi". Il romanzo viene ambientato in Lombardia, sul lago di Como. Narra la storia di Renzo e Lucia, due futuri sposi, vittime di un prepotente signorotto locale. Il romanzo regala un toccante scorcio storico sulla grande peste del 1630. Inoltre, descrive vari personaggi e caratteri (la Monaca di Monza, Don Abbondio, l'Innominato). Queste storie verosimili catturano il lettore e lo appassionano. Giovanni Verga, scrittore Catanese, è il precursore del verismo. Nei suoi romanzi "I Malavoglia", "Mastro Don Gesualdo", "Storia di una Capinera" e "Rosso Malpelo" racconta drammi e la vita delle famiglie meno fortunate. Sono capolavori della letteratura italiana. Vengono ambientati nel territorio e nella cultura siciliana dell' Ottocento.

Continua la lettura
57

L'Ottocento vanta le straordinarie poesie di Giacomo Leopardi. Il realismo in questo caso sfocia nel pessimismo. La difficile infanzia, la cattiva salute e le delusioni amorose incidono sulla sua letteratura. Questi temi ricorrono in "A Silvia", del 1828. Fa riferimenti alla giovinezza, alle illusioni ed alla fiducia in un futuro vago. Ne "L'Infinito" si trovano tutte le figure retoriche tipiche dell'Ottocento: enjambement, straniamento, enfasi, allitterazioni e assonanze. Il realismo poetico si ritrova anche in: "La ginestra", "Le ricordanze", "La quiete dopo la tempesta" e "Il sabato del villaggio".

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per comprendere maggiormente il realismo in letteratura, analizzare il contesto sociale nelle varie sfaccettature
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Decadentismo

Il Decadentismo è un movimento letterario che si sviluppa in Europa tra la seconda metà dell'Ottocento e gli inizi del Novecento. Il termine Decadentismo proviene dalla parola francese decadent, la quale racchiude due significati: uno negativo, e con...
Superiori

Letteratura italiana: il neorealismo

Molto più che una corrente letteraria ben precisa o un movimento culturale definito, il Neorealismo è un clima, un’influenza intellettuale che permea il tessuto artistico, in particolare quello della letteratura italiana, da cui si origina, tra gli...
Superiori

Letteratura italiana: il teatro di Eduardo De Filippo

Oggi tratteremo del grande Eduardo De Filippo: indubbiamente uno dei più importati registi, attori, poeti e sceneggiatori italiani del Novecento. Un eccellente drammaturgo, così come testimoniano le sue numerosissime opere teatrali di successo, delle...
Superiori

Letteratura italiana: la corte di Federico II

Federico II fu uno di quegli imperatori particolarmente avvezzo a letteratura ed arti. Presso il suo regno ci fu un intenso proliferare di attivitá culturali. E lui stesso fu un discreto scrittore e poeta. Ma la più grande eredità che ci ha lasciato...
Superiori

Letteratura italiana: Collodi

Carlo Collodi, il cui vero nome era Carlo Lorenzini, nasce a Firenze nel 1826 e vi muore nel 1890. È stato un significativo rappresentante della letteratura italiana, noto al grande pubblico soprattutto per il suo libro più celebre, "Le avventure di...
Superiori

Letteratura italiana: il Barocco

Grazie alla letteratura è stato possibile durante i secoli conoscere e leggere le opere di moltissimi autori differenti, che hanno saputo tramandare il loro pensiero fino ai giorni nostri. La letteratura italiana, solitamente è uno tra i temi principali...
Superiori

Letteratura italiana: le avanguardie del 900

La presenza delle avanguardie s'impose maggiormente nel primo novecento, attraverso l'esempio dell'Espressionismo, del Futurismo, del Surrealismo, del Dadaismo nell'arte, nella società e nella letteratura italiana. L'aspetto che accomuna principalmente...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: la scapigliatura

La Scapigliatura è un fenomeno letterario e culturale sviluppatosi nell'Italia settentrionale nel 1860 e decaduto poi nel 1875. Ebbe il suo epicentro a Milano, da dove poi andò diffondendosi in tutta la penisola italiana, anche se restò essenzialmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.