Letteratura italiana: il neorealismo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molto più che una corrente letteraria ben precisa o un movimento culturale definito, il Neorealismo è un clima, un’influenza intellettuale che permea il tessuto artistico, in particolare quello della letteratura italiana, da cui si origina, tra gli anni ’40 e ’50 del secolo Novecento. Ispirato nel nome alle precedenti ed affini correnti culturali che si sono diffuse nei decenni precedenti e che rappresentano pietre miliari della cultura letteraria della storia recente, come il Verismo verghiano ed il Realismo ottocentesco, il Neorealismo si afferma a metà dello scorso secolo come desiderio e forte tensione degli artisti dell’epoca di ancorare la propria produzione letteraria alle emozioni più vere e popolari del tessuto sociale, recuperando il rapporto tra arte e realtà.

26

Origini

Le origini e gli stimoli del Neorealismo letterario derivano dalla situazione sociale e politica dell'Italia del dopoguerra, una paese distrutto dai bombardamenti, devastato dall'indigenza della popolazione ma anche pieno di dignità e fermezza, mostrate eroicamente durante la Resistenza. Il Neorealismo si propone di superare le ristrettezze e la retorica del regime, in favore della valorizzazione consapevole e orgogliosa della propria identità e delle sue piccole cose.

36

stile e contenuti



Per quel che riguarda lo stile, Il Neorealismo segna un ponte di svolta e di rivoluzione rispetto ai tradizionali codici stilistici del Novecento. Gli autori neorealisti pongono la loro attenzione sul contenuto delle vicende narrate piuttosto che sulla forma e lo stile, epurando la narrazione delle vicende da inutili e affettati orpelli stilistici. La produzione letteraria neorealista muta la concezione del romanzo e dei racconti, trasformandoli in riflessioni socio culturali volte a narrare fedelmente il reale, adoperando un stile adeguato ad adempiere questo scopo. I neorealisti prediligono l'uso del linguaggio gergale e dialettale per enfatizzare la relazione di identificazione pura tra la gente comune e il territorio nella quale essa è immersa.

Continua la lettura
46

Esponenti

Alcuni degli artisti maggiormente rappresentativi di questa corrente culturale sono sicuramente Cesare Pavese, Carlo Levi e Primo Levi, Beppe Fenoglio ed Italo Calvino che, nella Prefazione della sua opera I Sentieri Dei Nidi di Ragno del 1964, dedica un’ampia parentesi a descrivere i tratti più profondi della corrente neorealista che si era da poco spenta. Calvino definisce il Neorealismo come “un insieme di voci, in gran parte periferiche, una molteplice scoperta delle diverse Italie, specialmente delle Italie fino allora più sconosciute dalla letteratura”. Una corrente che influenzò notevolmente anche la produzione cinematografica dell’epoca: di lì a poco il Neorealismo prese vita sul grande schermo dando vita a capolavori come Roma città aperta e Ladri di biciclette.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura italiana: il romanticismo

Il Romanticismo nasce in Germania nel 1800. Può essere considerato come un periodo storico e una corrente di pensiero, ma principalmente rappresenta uno stile letterario. Tuttavia si contrappone al secolo precedente, il 1700, dal momento che alla fredda...
Superiori

Letteratura italiana: il teatro di Eduardo De Filippo

Oggi tratteremo del grande Eduardo De Filippo: indubbiamente uno dei più importati registi, attori, poeti e sceneggiatori italiani del Novecento. Un eccellente drammaturgo, così come testimoniano le sue numerosissime opere teatrali di successo, delle...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Decadentismo

Il Decadentismo è un movimento letterario che si sviluppa in Europa tra la seconda metà dell'Ottocento e gli inizi del Novecento. Il termine Decadentismo proviene dalla parola francese decadent, la quale racchiude due significati: uno negativo, e con...
Superiori

Letteratura italiana: la corte di Federico II

Federico II fu uno di quegli imperatori particolarmente avvezzo a letteratura ed arti. Presso il suo regno ci fu un intenso proliferare di attivitá culturali. E lui stesso fu un discreto scrittore e poeta. Ma la più grande eredità che ci ha lasciato...
Superiori

Letteratura italiana: Collodi

Carlo Collodi, il cui vero nome era Carlo Lorenzini, nasce a Firenze nel 1826 e vi muore nel 1890. È stato un significativo rappresentante della letteratura italiana, noto al grande pubblico soprattutto per il suo libro più celebre, "Le avventure di...
Superiori

Letteratura italiana: il Barocco

Grazie alla letteratura è stato possibile durante i secoli conoscere e leggere le opere di moltissimi autori differenti, che hanno saputo tramandare il loro pensiero fino ai giorni nostri. La letteratura italiana, solitamente è uno tra i temi principali...
Superiori

Letteratura italiana: le avanguardie del 900

La presenza delle avanguardie s'impose maggiormente nel primo novecento, attraverso l'esempio dell'Espressionismo, del Futurismo, del Surrealismo, del Dadaismo nell'arte, nella società e nella letteratura italiana. L'aspetto che accomuna principalmente...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: la scapigliatura

La Scapigliatura è un fenomeno letterario e culturale sviluppatosi nell'Italia settentrionale nel 1860 e decaduto poi nel 1875. Ebbe il suo epicentro a Milano, da dove poi andò diffondendosi in tutta la penisola italiana, anche se restò essenzialmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.