Letteratura del XVIII secolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La letteratura del 1700 si caratterizza per un approccio moderno ai problemi della scrittura; almeno nella prima metà del secolo i poeti e i romanzieri cercano di liberare la produzione letteraria dal marchio di disciplina non fondata scientificamente e per questo qualificata come una delle attività intellettuali di minor pregio. Nell'ultimo scorcio del XVIII secolo invece, complice una sempre maggiore attenzione alla propria individualità, la letteratura si fa meno pedante, non più didattica e prepara le basi per quei vertici lirici che innegabilmente caratterizzano le future produzioni romantiche. Scopriamo con questa guida le caratteristiche della Letteratura del XVIII secolo.

27

Occorrente

  • materiale antologico
37

Giuseppe Parini

Il '700 è un secolo particolarmente variegato in ambito letterario e per comprenderlo è necessario esaminare almeno tre delle diverse personalità letterarie che lo animano e che ne rappresentano le molteplici sfaccettature. Uno degli autori italiani più rappresentativi del primo '700 è Giuseppe Parini. Questi, come buona parte dei letterati del tempo, crede di dover nobilitare la sua professione non soltanto avvicinandola alla scienza (da qui l'attenzione, a dire il vero moderata, alla filologia), ma soprattutto rendendola utile al vivere civile. Molte delle sue opere rimandano infatti a riflessioni di natura sociale, politica e morale. La sua produzione mirerà quindi ad istruire ed educare gli uomini; ciascuno di essi, deve obbedire ai valori propugnati dall'illuminismo tanto in ambito filosofico quanto in ambito comportamentale. Il suo stile, sebbene spesso parodico, ricorda nelle forme il classicismo arcadico, ossia quel virtuosismo compositivo che offre al lettore una certa eleganza compositiva, ma che molte volte (è questo soprattutto il caso di Vincenzo Monti) si dimostra freddo e poco rivolto all'io lirico. Va tenuto presente che al Parini spetta il merito di aver interpretato con animo nuovo il classicismo, che per lui non rappresenta più un insieme complesso di regole esteriori ma bensì, nella vita quotidiana, equilibrio, moralità, lealtà ed apertura mentale. Nell'arte, invece, un mezzo per educare, per imparare il gusto, la tradizione artistica e la trasparenza d'espressione.

47

Carlo Goldoni

Altrettanto rappresentativo del secolo in questione è Carlo Goldoni. Questi riformò il teatro traghettandolo verso la modernità. Prima di Goldoni la forma teatrale per antonomasia era quella della Commedia dell'Arte Italiana, ossia una pratica recitativa basata sull'impiego di canovacci su cui non gravava alcun diritto d'autore. In questo genere di copioni interagivano soltanto le cosiddette maschere, ossia dei personaggi socialmente e culturalmente stereotipati da cui ci si poteva attendere soltanto un certo tipo di comportamento. Il teatro tragico invece metteva in scena soltanto le passioni e le disavventure di nobili eroi spesso rubati all'antichità classica e si basava ancora sui principi aristotelici della drammaturgia. Con Goldoni il teatro si libera, almeno in parte, delle maschere. In rapporto anche con il crescente potere borghese, l'ambientazione e gli eroi dei drammi non sono più quelli di corte, ma del nuovo ceto medio. Elemento anche questo importante, con Goldoni la donna esce dalla prassi rappresentativa tradizionale improntata sulla misoginia e la non autosufficienza per diventare un personaggio a tutto tondo. Il teatro goldoniano però è moderno soprattutto per l'innovazione dello studio dei caratteri e della psiche dei personaggi posti in scena.

Continua la lettura
57

Ugo Fascolo

Alla fine del secolo si assiste al fiorire della fase preromantica che vede in Ugo Foscolo uno dei massimi rappresentanti. Questi, non a caso, incentrerà buona parte dei suoi lavori sui valori amati e perseguiti nel romanticismo vero e proprio. L'amore, la bellezza, la solitudine, il dolore interiore, il ricordo, la morte, la difesa della patria e l'attenzione al bello e al sublime caratterizzano infatti la sua poesia e i suoi romanzi. Non è tuttavia possibile parlare ancora di romanticismo a tutti gli effetti dato che Ugo Foscolo, soprattutto nella sua prima produzione lirica tende a mantenere ancora dei canoni estetici classicheggianti, tipici dell'Arcadia e quindi dei valori estetici del primo '700. Pertanto, il Foscolo non è considerato romantico in quanto, sotto il profilo stilistico, è spesso vicino ai neoclassici. La sua poesia può essere valutata come la visione della vita e del suo travaglio interiore ed intimo. Fu fautore del rinnovamento della concezione materialistica e meccanicistica dell'universo.

67

Nel mondo

Lunghe poesie narrative su temi eroici segnalano la migliore opera del greco classico (l'Iriade e l'Odissea di Homer) e la poesia romana (Virgil's Æneid). John Milton (1608-1674), che era il segretario di Cromwell, partì per scrivere un grande epico biblico, incerto se scrivere in latino o in inglese, ma risolvere per quest'ultimo in Paradise Lost. John Dryden (1631-1700) ha anche scritto la poesia epica su argomenti classici e biblici. Anche se il lavoro di Dryden è leggermente letto oggi, conduce ad una parodia fumosa della forma epica, o mock-eroica. La migliore poesia della metà del XVIII secolo è la scrittura comica di Alessandro Papa (1688-1744). Papa è il miglior scrittore comico e satirista della poesia inglese. Tra i suoi molti capolavori, uno dei più accessibili è il rapimento della serratura (i cercatori di sensazione dovrebbero notare che "stupro" ha qui il suo senso arcaico di "rimozione con forza"; il "blocco" è un ricciolo di capelli di eroina). La poesia seria del periodo è ben rappresentata dal neoclassico Thomas Gray (1716-1771), la cui Elegy scritto in un cortile del paese praticamente perfeziona lo stile elegante e favorito all'epoca. Alla morte di Oliver Cromwell (nel 1658) i giochi non furono più proibiti. È sorto un nuovo tipo di dramma comico, che si occupa di questioni di politica sessuale tra i ricchi e i borghesi. Questa è la commedia di restauro, e lo stile si è sviluppato ben oltre il periodo di restauro quasi alla metà del XVIII secolo. Il numero totale di spettacoli eseguiti è vasto, e molti mancano di vero merito, ma la miglior dramma utilizza le convenzioni di restauro per un serio esame della moralità contemporanea. Un gioco che esemplifica questo bene è The Country Wife di William Wycherley (1640-1716).

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per comprendere la letteratura è sempre bene porla in relazione con il contesto storico e sociale in cui nasce. Da non trascurare è poi la biografia e l'analisi psicanalitica dell'autore e dei personaggi che mette in scena.
  • Le periodizzazioni sono spesso da intendersi come strumenti didattici, mai come elementi rigidamente definiti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura del XVII secolo

Il 1600 fu l'inizio della nascita del pensiero moderno. Allora infatti, la letteratura si basava sul concetto classico del Medioevo e le composizioni avevano forme ben specifiche, basti pensare ai poemi o alla mitologia. La filosofia invece, passò da...
Superiori

Letteratura del XIV secolo

“Umanesimo” è un termine che deriva dal latino “studia humanitatis”. Fin dalla denominazione si vuole indicare un genere di studio, un'educazione di tipo letterario e filosofico volta ad una formazione completa dell'uomo. Nel corso del XIV secolo...
Superiori

Letteratura del XIX secolo

Letteratura del XIX secolo italiana ed europea ha una tradizione ampia e varia, che rispecchia gli enormi cambiamenti politici e sociali avvenuti in questo secolo. Si passa dal Neoclassicismo alla modernità del Decadentismo, attraverso una miriade di...
Superiori

Letteratura del XX secolo

Il Novecento letterario ha confini imprecisi: per qualcuno inizia con la prima guerra mondiale e si chiude con la fine dell'URSS, per altri è un secolo che parte con la fin de siècle e si espande ben oltre la fine del millennio. Così, la Letteratura...
Superiori

Usi e costumi in Italia nel XX secolo

Gli usi e i costumi di una nazione sono strettamente legati al suo clima socio-culturale che a sua volta è il riflesso del livello di sviluppo economico. In Italia si possono individuare tre grandi periodi nel XX secolo. Ciascuno di questi ha proprie...
Superiori

Appunti letteratura: Umanesimo

Esistono materie o argomenti, nel corso della propria vita scolastica o universitaria, che possono produrre grane agli studenti. Tra queste materie, notoriamente molto complesse, vi entra di diritto la letteratura italiana. In questa guida, vi lascerò...
Superiori

Usi e costumi in Italia nel XVI secolo

Nel XVI secolo nasce in Europa il Rinascimento che porterà l'Italia ad essere protagonista mondiale per quanto riguarda la vita artistica, culturale e letteraria di questo periodo. La politica è caratterizzata dalle corti che avranno un ruolo determinante...
Superiori

Usi e costumi in Italia nel XIX secolo

Gli usi e i costumi in Italia nel XIX secolo si intersecano alle mode che giungono dagli altri Paesi europei. In questo periodo la divisione tra le classi sociali è decisamente netta e ogni cosa (per esempio il cibo, l'abbigliamento e l'istruzione) risente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.