Leggi costituzionali e organiche del nostro ordinamento

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se siamo degli studenti di giurisprudenza o semplicemente siamo appassionati di questa particolare disciplina, ma non abbiamo mai avuto modo di studiarla, non dovremo assolutamente preoccuparci. Sarà infatti sufficiente ricercare su internet alcune guide che ci insegnino con una terminologia molto semplice tutti i vari argomenti trattati da questa disciplina, in questo modo potremo facilmente imparare tutto quello che più preferiamo in maniera molto rapida. Quindi non ci resta che utilizzare un semplice computer con una connessione ad internet per metterci subito al lavoro e ricercare tutte le guide sugli argomenti che più ci interessano. Nei passi successivi, in particolare, vedremo tutto sulle leggi costituzionali e organiche del nostro ordinamento.

25

Occorrente

  • Manuale di diritto costituzionale
35

Informazioni generali

Per studiare le leggi costituzionali, è bene chiarire prima di tutto alcuni concetti. Ad esempio la costituzione rigida deve subire una procedura più lunga complessa per una revisione o un cambiamento. Le costituzione flessibili invece sono più facili da cambiare e migliorare. La Costituzione italiana può subire modifiche o integrazioni solo attraverso le leggi costituzionali. Queste ultime per la loro approvazione devono procedere seguendo un iter specifico.

45

Iter di approvazione delle leggi Costituzionali

Le due camere che compongo il Parlamento, devono promulgare le leggi di revisione attraverso due diverse deliberazioni, ad almeno tre mesi di distanza l'una dall'altra.
Le leggi approvate vengono contestualmente pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale. Ma queste, a differenze delle leggi ordinarie, non entrano subito in vigore. Infatti, nei tre mesi successivi vi è la possibilità di promuovere un referendum confermativo da parte di un quinto dei membri di una Camera, cinquecento mila elettori o cinque Consigli regionali. Se la legge, in seconda deliberazione, la si approva con la maggioranza dei due terzi dei membri non si può richiedere il referendum. Quindi la legge viene immediatamente promulgata dal Presidente della Repubblica. La legge costituzionale sottoposta a referendum entra in vigore con la maggioranza dei voti validi del corpo elettorale. Qualora non sottoposta a referendum, sarà in vigore trascorsi tre mesi dalla pubblicazione.

Continua la lettura
55

La legge Organica

Nel diritto, per legge organica si intende un atto normativo che il Parlamento adotta con un procedimento aggravato, rispetto a quello ordinario. La legge così si troverà, nel sistema delle fonti, di rango inferiore a quella costituzionale, ma superiore alle altre ordinarie. In Italia, non esiste una simile fonte del diritto. Abbiamo, dunque, visto quelle che sono le leggi costituzionali ed organiche del nostro ordinamento. I meccanismi parlamentari italiani sono molto particolari e serve uno studio approfondito per comprenderne appieno le dinamiche.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Diritto Costituzionale: le funzioni del Parlamento

Siete degli studenti alla ricerca di informazioni di Diritto Costituzionale? Magari volete sapere in poche righe qual è la struttura del Parlamento e quali sono le sue funzioni. Se la risposta è sì, siete nel posto giusto. Il Parlamento è il corpo...
Superiori

La funzione di revisione costituzionale del Parlamento

La Costituzione italiana è entrata in vigore il 1 gennaio 1948 e stabilisce un sistema di bicameralismo perfetto per il Parlamento italiano: il Senato della Repubblica e la Camera dei Deputati, che esercitano congiuntamente. La parte II della Costituzione,...
Superiori

Costituzione italiana: i principi fondamentali

Molto importante da conoscere è sicuramente la Costituzione della Repubblica Italiana, ma gran parte degli italiani non si occupa dello studio delle norme costituzionali. Eppure, proprio grazie alla Costituzione la nostra Penisola riuscì finalmente...
Superiori

Come é composta la Costituzione

La Costituzione della Repubblica Italiana è stata redatta dopo la caduta del fascismo e la fine della seconda guerra mondiale. È entrata in vigore il 1° Gennaio 1948 ed è la legge fondamentale dello Stato. È composta da 139 articoli, suddivisi in...
Superiori

Consiglio Superiore della Magistratura: come é composto

Il Consiglio Superiore della Magistratura, per cui di solito si utilizza la sigla CSM, è un importantissimo organo facente parte dell'ordinamento giurisdizionale della Repubblica Italiana. Questo è un organo di autogoverno con il solo scopo di permettere...
Superiori

Diritto privato: il principio di eguaglianza

Oggi, in questa guida, vogliamo tentare di parlarvi di un argomento veramente interessante ed anche molto utile e cioè quello sul diritto privato ed in particolar modo, vogliamo illustrarvi cosa sia il principio di eguaglianza e come e dove doverlo utilizzarlo!Il...
Superiori

Autodichia: giustizia domestica del Parlamento

Il termine "autodichia" deriva dal greco ed è composto da due parole, "autos", che significa da solo, e "dike", ovvero giustizia. Ecco quindi che diventa intuitivo il significato del termine con il quale si intende la facoltà di dettare e controllare...
Superiori

Referendum abrogativo: come funziona

Tutti quanti prima o poi dobbiamo compiere delle scelte per il futuro del nostro paese, e siamo chiamati a voltare, sia che si tratti di elezioni, sia che si tratti di un referendum. Ognuno di questi sistemi di votazione richiede la scelta di un voto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.